Xinjiang, sicurezza o repressione?

Il nuovo leader locale del Partito comunista, Chen Quanguo, avrebbe importato nuove misure di «management sociale» dal Tibet, dove ha ricoperto lo stesso incarico fino all'estate scorsa. Ma il risentimento cresce.