Domenica 4 aprile i sottoscrittori di China Files hanno ricevuto il nostro secondo mini e-book mensile tematico. Dopo il primo numero di marzo, dedicato al Myanmar, stavolta affrontiamo un argomento ampio e a noi molto caro: la governance digitale e come viene percepita da governi e cittadini in Asia. Il tema dei sovranismi digitali è oggi più attuale che mai. In pochi anni la Cina è passata dall’essere fruitore delle nuove tecnologie a dettare le regole del sistema, creando un modello sui generis che oggi ispira il vicinato. Il cambio generazionale, la fluidità delle informazioni e delle identità online permette spazi di manovra sia per le mobilitazioni sociali, che per nuove forme di controllo. In questa ultima uscita cercheremo di raccontarvi una parte di questo processo e le sue declinazioni: chi governa e decide i limiti del cyberspazio?

Il prossimo volume monotematico uscirà domenica 9 maggio.

Estratto dall’editoriale

Controllare il proprio territorio per esercitare il proprio potere e per assicurarne la sicurezza da influenze esterne; il concetto cinese di «sovranità» è ormai conosciuto in tutto il mondo, così come le ragione della sua costante sottolineatura da parte della dirigenza di Pechino: rispettare la sovranità, significa di conseguenza non mettere il naso nelle questioni interne del Paese. Proprio in questo periodo, con le critiche piovute sulla Cina a proposito di Xinjiang, Hong Kong e Taiwan, questo concetto è ancora più importante per comprendere le traiettoria che la Cina sta assumendo anche a livello internazionale. Quando il Partito comunista cinese si è trovato di fronte alla vastità della rete e alla sua quasi intrinseca assenza di limiti, di confini fisici, territoriali, la leadership ha traslato il concetto di sovranità al mondo digitale cominciando a diffondere un nuovo mantra, la sovranità digitale (wangluo zhuquan 网络主权) … (l’editoriale di Simone Pieranni prosegue sul mini e-book dedicato ai sottoscrittori)

L’INDICE DEL NUMERO

  • La rete è il territorio PIERANNI

SISTEMA CINESE

  • Governati, non passivi: utenti cinesi e sovranismo digitale GOLDIN
  • Storia e struttura dell’Internet cinese CANDIDO

  • Social credit (corporate) system MAZZIERI

  • Lingua dei marziani e braille: così i cinesi evitano la censura ATZORI

  • Il controllo del cyberspazio va al di là della Grande Muraglia COLARIZI

TANTI PAESI, UN SISTEMA

  • La restrizione dello spazio digitale di Hong Kong CONSOLE

  • Attivismo e autoritarismo: sfida digitale a sud-est FROSINA

  • Nazionalismo e controllo: sul web l’India si scopre “cinese” MOLES

  • La fascinazione per il modello cinese in Asia (e oltre) LAMPERTI

Progetto editoriale: Lorenzo Lamperti

Grafica e impaginazione: Gian Luca Atzori e Sabrina Moles

 

COME RICEVERE I NOSTRI MINI E-BOOK MENSILI E LA NOSTRA NEWSLETTER SETTIMANALE DEDICATI AI SOTTOSCRITTORI

Vi ricordiamo che è possibile ricevere l’e-book sottoscrivendo la campagna di crowdfunding di China Files. Lo scopo della campagna è di raccogliere fondi per il progetto di China Files, che ad oggi non riceve alcuna sovvenzione e vive della sola passione del suo team editoriale e dei collaboratori, e continuare a mantenerlo libero e accessibile a tutti.

Per ringraziare chi vorrà contribuire alla nostra missione, oltre all’e-book mensile, verranno riservati dei contenuti extra: una newsletter dedicata con le notizie più importanti della settimana e alcuni approfondimenti.

Iscriversi è molto semplice: 

⇒ Trova il pulsante Paypal “supportaci” sulla nostra homepage (o cliccando su questo link)

⇒ scegli una somma a tuo piacimento che verrà inviata a China Files ogni mese a partire da un minimo di 5 euro (importante: ricordati di spuntare la casella sotto al box dove inserire la cifra, in modo da riservarti ogni mese il pacchetto premium)

⇒ inizia a ricevere i contenuti secondo l’agenda: e-book all’inizio di ogni mese, la newsletter ogni domenica mattina e un contenuto riservato agli abbonati durante l’arco del mese in corso

Cosa aspetti? Unisciti a noi e per contribuire all’informazione corretta, indipendente e libera!