View Post

Pillole di Cina – Cinque contro uno: che lotta impari!

In Cina, Cultura, Pillole di Cina by Isaia Iannaccone

Un numero crescente di aspiranti reclute viene scartato per sovrappeso, oppure perché ha tatuaggi troppo estesi sul corpo, o ha un bassissimo tenore muscolare per mancanza di attività fisica, o è dedita in modo eccessivo ai videogiochi, oppure ha disturbi di fegato per via di abuso di alcool, e l’8% dei giovani maschi viene dichiarato non abile perché presenta ipertrofia di una vena dei testicoli. Questa patologia, secondo il Giornale dell’Armata Popolare di Liberazione, sarebbe causata da eccesso di masturbazione, attività che renderebbe inadatti tanti giovani al ruolo marziale cui la Repubblica Popolare Cinese vorrebbe destinarli.

View Post

Pillole di Cina – Attenzione: masticare le nuvole fa male!

In Cina, Cultura, Pillole di Cina by Isaia Iannaccone

Con le fondamenta nel teoricamente pacifico buddismo, la Triade cinese si sviluppò come società di autodifesa dai soprusi delle Autorità, per esercitare il mutuo soccorso tra gli adepti, e per portare avanti un programma politico di liberazione dalla dominazione straniera. Il fatto che i fondatori fossero monaci, non escluse, sin dall’inizio, l’uso di metodi violenti, anzi nella scia di una ribellione motivata e giustificabile, il pensiero buddista funse da catalizzatore per “l’invenzione” e lo sviluppo delle arti marziali come noi le conosciamo.

View Post

Pillole di Cina – Gesuiti euclidei

In Cina, Pillole di Cina by Isaia Iannaccone

Battiato ha costellato i suoi testi di citazioni che hanno la stessa funzione delle pennellate evocatrici di atmosfere su un quadro impressionista; tra esse, appare il verso: «Gesuiti euclidei, vestiti come dei bonzi per entrare a Corte degli imperatori della dinastia dei Ming.» Ma chi diavolo erano questi gesuiti euclidei? Perché vestivano come dei bonzi? E per quale motivo volevano entrare alla Corte imperiale cinese?

View Post

Pillole di Cina – Chi sa distinguere un saggio da un bandito?

In Cina, Cultura, Pillole di Cina by Isaia Iannaccone

Nella Cina moderna, il periodo di massimo sviluppo del banditismo si ebbe nei primi decenni del Novecento.Fu in questo clima caotico e violento nel quale i bingfei la facevano spesso da padroni a dispetto del governo centrale, che maturò l’attentato di Lincheng, in cui vennero presi in ostaggio trecento passeggeri, fra cui venticinque occidentali, compresi la cognata del finanziere John D. Rockefeller Jr., il commodoro Giuseppe Musso un intimo di Mussolini, Lucy Aldrich figlia di un senatore americano, e il celebre giornalista John Benjamin Powell. Nel 1932, l’episodio ispirò il film Shanghai Express con Marlene Dietrich.

View Post

Pillole di Cina – Vietato ai cinesi e ai cani

In Cina, Cultura, Pillole di Cina by Isaia Iannaccone

Per sfruttare i giacimenti auriferi scoperti in California nel 1848, serviva mano d’opera a buon mercato, e così venne organizzata la tratta di operai cinesi. Allettati dalla speranza di una vita migliore, sotto il controllo di spietati trafficanti di esseri umani, gli sventurati affrontavano il viaggio in navi definite “inferni galleggianti” in cui morivano a decine. Isaia Iannaccone ci racconta quel capitolo buio della storia sino-americana

View Post

Pillole di Cina – Andate a Singapore? Allora, attenti ai glutei!

In Economia, Politica e Società, Pillole di Cina, Sud Est Asiatico by Isaia Iannaccone

Se Singapore è un’oasi di pulizia, ordine sicurezza e tranquillità, lo si deve al trinomio controlli-sanzioni-certezza della pena. Le migliaia di telecamere istallate molti anni prima che venissero usate in Occidente, osservano e registrano i comportamenti di coloro che sono al di fuori delle proprie case, e servono da deterrente per molti crimini maggiori, ma anche per quelli che noi consideriamo minori, le inciviltà con cui siamo tutti spesso confrontati. Questi comportamenti incivili, al pari dei reati maggiori sono sanzionati in modo rigido.