View Post

Sinologie – Liang Qichao, un nativista? Una rivalutazione critica del padre della modernità cinese

In Sinologie by Redazione

Il secolarismo, agli occhi dell’intellettuale Liang Qichao, era l’unica via per lo sviluppo e il rafforzamento dello Stato, ma una componente autoctona cinese doveva essere integrata nel cambiamento. Il Confucianesimo risultò ben adattarsi alla sua visione riformista sebbene molti contemporanei vi rintracciarono una speculativa vena nativista.

View Post

Sinologie – Le riforme cinesi secondo Arrighi e Naughton

In Sinologie by Redazione

L’elaborato prende in esame due libri fondamentali per comprendere appieno lo straordinario sviluppo economico cinese post-1978: “Growing Out of the Plan” di Barry Naughton e “Adam Smith a Pechino” di Giovanni Arrighi. I due testi regalano una complementarità d’analisi preziosa per ottenere un quadro completo dell’ascesa cinese: le osservazioni di Arrighi, focalizzate su una scala temporale più ampia, comprendono numerosi riferimenti teorici, ponendo le basi per il libro di Naughton, che descrive nel dettaglio le efficaci politiche applicate dall’apparato governativo cinese e la loro evoluzione nel periodo preso in esame.

View Post

Il Sogno Cinese e la lotta di classe

In Cina, Economia, Politica e Società by Simone Pieranni

Il Made in China 2025 segna la fine della fabbrica del mondo e l’inizio dell’epoca con la Cina leader nel mondo dell’alta tecnologia. E i lavoratori? In questa nuova narrazione della Cina, che si registra anche in Italia dove spesso il gigante asiatico viene rappresentato come un paese ormai avanzato, dimenticandosi di tante delle sue contraddizioni, mancano ancora una volta gli operai.

View Post

Le riforme cinesi compiono 40 anni (seconda parte)

In Cina, Economia, Politica e Società by Alessandra Colarizi

La Cina continuerà il suo processo di riforma economica nonostante i pericoli, ma non cambierà il proprio sistema politico né permetterà ad altri paesi di dettare la propria agenda interna. In occasione del 40esimo anniversario delle riforme Denghiane, Pechino conferma la validità del “socialismo con caratteristiche cinesi”. Ma la vera star è Xi Jinping.

L’imperatore Wu illumina il sogno di Xi Jinping

In Uncategorized by Redazione

Non è solo a un «sovrano» fondatore che bisogna guardare per trovare una figura simile al numero uno di Pechino, ma a un riformatore dotato di «grandeur» e lungimiranza. L’abolizione del limite costituzionale dei due mandati presidenziali consecutivi deliberata di recente in Cina dall’Assemblea Nazionale del Popolo ha creato sconcerto, nonostante fosse nell’aria. La nomina a vicepresidente di Wang Qishan, …