Il sistema dei crediti sociali si sta rivelando uno dei principali ostacoli al raggiungimento dell’atteso accordo sugli investimenti bilaterali, a cui Cina e Unione Europea lavorano dal 2013. Secondo fonti al corrente dei negoziati, le ultime misure varate per tutelare le aziende straniere operanti in Cina rischiano di perdere efficacia a causa della discrezionalità con cui Pechino si arroga il diritto di sanzionare chiunque tocchi il tasto dolente dei diritti umani o metta in dubbio la sovranità cinese su Taiwan, Tibet, Hong Kong, Xinjiang e Mar cinese. Noto sopratutto per le sue applicazioni nella vita di tutti i giorni, il sistema dei crediti sociali mira a creare una società basata “sull’onestà” dispensando premi e punizioni a seconda del comportamento. Secondo un recente rapporto della Camera di Commercio europea, la mancanza di informazioni dettagliate sui criteri di valutazione espone il business straniero a possibili ritorsioni – persino all’espulsione dal mercato cinese – anche semplicemente a causa di un commento sgradito da parte dello staff. E D&G lo sa bene. [fonte: SCMP]

Le promesse di Di Maio

Ma della famosa, contestata Via della seta tra Pechino e Roma davvero è rimasto solo questo? Riso e carne da vendere in Cina, più turisti cinesi da portare in Italia: tutto qui? Nelle ore passate a Shanghai, alla grande fiera del commercio di Xi Jinping, Luigi Di Maio ha battuto a ripetizione su questi due tasti. Il corrispondente di Repubblica Filippo Santelli, a Shanghai per l’import expo, tira le somme della partecipazione italiana al discusso evento [fonte: Repubblica]

Pechino esplora il 6G

Sono passati solo pochi giorni dal lancio dei servizi 5G e la Cina è già a lavoro per sviluppare la rete di sesta generazione. Lo ha annunciato ieri il Ministero della Scienza e della Tecnologia, secondo il quale sono stati istituiti due uffici dedicati al 6G che coinvolgono trasversalmente agenzie governative (per la parte esecutiva), imprese e mondo accademico (per la consulenza tecnica). Durante un evento tenutosi domenica, il viceministro Wang Xi ha affermato che sebbene la tecnologia sia ancora in fase esplorativa, il dicastero lavorerà con i dipartimenti competenti per implementare un piano di sviluppo così da esplorare “standard, tecnologie chiave e aspetti teorici di base”. Secondo Wang, la nuova tecnologia dovrebbe essere considerata una priorità in questa “fase cruciale” dello sviluppo della nazione. Mentre il 5G è noto per avere una velocità di trasmissione dati almeno 10 volte superiore al 4G, i vantaggi della sesta generazione sono ancora oggetto di dibattito. [fonte China Daily]

Attaccare Taiwan per difendere “l’armonia sociale”

Pechino potrebbe strumentalizzare un attacco armato contro Taiwan per dirottare l’attenzione della popolazione cinese dal rallentamento economico. A pensarlo è il ministro degli Esteri taiwanese che in un’intervista esclusiva alla Reuters spiega come una riunificazione dell’isola democratica potrebbe aiutare la leadership cinese a gestire una situazione di instabilità politica interna. Le parole di Joseph Wu arrivano a stretto giro dalle rassicurazioni con cui un paio di giorni fa Pechino ha promesso di tutelare “la sovranità nazionale, la sicurezza e lo sviluppo economico” dell’ex Formosa una volta riannessa “pacificamente” alla madrepatria. Mentre l’ipotesi di uno scenario bellico è ancora piuttosto remota, l’ingerenza del regime comunista negli affari interni dell’isola trova riscontro immediato nella campagna di disinformazione dispiegata in previsioni delle presidenziali di gennaio. Nella giornata di martedì Facebook ha annunciato l’istituzione di un centro di monitoraggio a Singapore a cui spetterà il compito di difendere il voto dei taiwanesi dalle fake news [fonte: Reuters, Reuters, Afp]

Accuse di sessismo per l’Uber cinese

Dopo un 2018 costellato di incidenti e polemiche, l’Uber cinese Didi è in procinto di riattivare Hitch, il suo servizio di carpooling. Ma l’introduzione di dubbie norme di sicurezza velatamente sessiste preannuncia l’arrivo di nuovi grattacapi. Sospeso lo scorso anno dopo l’uccisione di due passeggere, Hitch tornerà disponibile alla fine del mese in sette città con alcune precauzioni aggiuntive: gli autisti saranno sottoposti a controlli più rigorosi e i clienti riceveranno “assistenza virtuale” durante il viaggio. Ma non solo. Durante il periodo di prova, mentre gli utenti di sesso maschile potranno prenotare il servizio dalle 5:00 e alle 23:00, per il gentil sesso scatterà il coprifuoco dopo le 20:00 onde evitare spiacevoli inconvenienti. “Cercheremo anche di testare criteri di maggiore sensibilità nell’abbinare le donne con i conducenti con rating più alti in scenari speciali”, ha spiegato l’azienda suscitando non poche critiche sul web. [fonte: CNN]

L’insostenibile e-commerce cinese

Il settore dell’e-commerce cinese, con un giro d’affari di 1.99 trilioni di dollari previsto per il 2019, ha impatti ambientali enormi, attribuibili alle emissioni di CO2 della logistica e del trasporto e al packaging. Spesso poco dibattuto, il tema della sostenibilità dell’ecommerce, riemerge con forza in occasione di eventi come il prossimo 11/11, il Singles Day, che vede un aumento dei consumi online con ripercussioni enormi sul sistema di smaltimento delle principali città cinesi, dal momento che l’80 % degli scarti finisce in discarica. Pechino è consapevole di questa questione e non si esclude che il prossimo Piano Quinquennale, che getterà le basi per la crescita e lo sviluppo economico del paese nel quinquennio 2021-2025, affronterà finalmente anche questo tema. Nel frattempo le grandi aziende dell’IT si organizzano. Meituan-Dianping, ha avviato un processo di digitalizzazione del proprio sistema di distribuzione attraverso il machine learning, raggiungendo un raddoppio dell’efficienza operativa. Cainiao, il braccio logistico di Alibaba ha annunciato una piano verde per ripensare la propria logistica in maniera sostenibile. Il piano consiste nell’utilizzare l’intelligenza artificiale per migliorare la circolarità nel packaging (e quindi il riutilizzo e la limitazione degi sprechi) e le consegne entro il 2020. Anche la logistica aerea pare essere impegnata in questo sforzo con l’adozione di soluzioni di catene di approvvigionamento della logistica condivise. [fonte: Eco-Business]

Corea del Sud: morire per apprezzare la vita

Morire per apprezzare di più la vita. E’ il principio alla base dei funerali di massa inscenati da miglia di persone in Corea del Sud, dove dal 2012 l’agenzia funebre Hyowon permette di assaporare l’Aldilà per superare i problemi quotidiani raggiungendo una maggiore consapevolezza della morte. Ad oggi oltre 25mila persone – dagli adolescenti ai pensionati – hanno partecipato al rituale che prevede l’utilizzo di sudari, ritratti funebri, la scrittura del proprio testamento e infine 10 minuti di “morte” dentro una vera e propria bara. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, nel 2016, nel paese asiatico si sono verificati 20,2 suicidi ogni 100.000 persone, quasi il doppio della media globale. [fonte: Reuters]

China Files propone alle aziende italiane interessate alla Cina servizi di comunicazione quali: newsletter, aggiornamenti su specifici settori e gestione dei contenuti web sui social network locali, oltre a progetti formativi e approfondimento ad hoc. Contattaci a info@china-files.com