Come accorgersi di truffe di Proprietà Intellettuale in Cina: minacce da terze parti

Secondo la legislazione cinese, le imprese straniere sono tenute a servirsi di agenzie locali per registrare la propria Proprietà Intellettuale (PI) in Cina, creando un mercato molto appetibile per imprese cinesi nel settore dei servizi. Tuttavia, la qualità dei servizi offerti non è sempre all’altezza delle aspettative. Beneficiando della mancanza di informazioni tradotte in inglese sui processi di registrazione, alcune agenzie hanno ideato metodi per truffare PMI straniere. Per questo motivo, è importante che le aziende europee siano in grado di reperire informazioni corrette ed evitare le truffe più comuni sul mercato.

Truffa “marchio minacciato”

Una delle truffe più comuni è il “marchio minacciato”: un’agenzia di marchi registrati manda una mail a un’azienda straniera mettendola in guardia che il suo marchio sta per essere registrato da qualcun altro e che non rispondendo si dà implicitamente il consenso alla registrazione. Qui sotto un’e-mail di esempio:

Ci sono due ragioni per dubitare della veridicità di questo tipo di mail:

  1. Nessuna agenzia ha l’obbligo di monitorare le registrazioni;
  2. Nessuna agenzia darebbe priorità al contattare un’azienda i cui interessi possono essere danneggiati da un proprio cliente.

Inoltre, è importante riconoscere degli indizi comuni a queste mail fraudolente:

  1. Email non richiesta ed inviata ad un indirizzo generico dell’azienda, facilmente reperibile online;
  2. Nomi di agenzie vaghi e riferimenti a enti “autorizzati”. Nessuna agenzia locale può autonomamente portare a termine la registrazione dei marchi.
  3. Testo della mail che rimanda ad una finalizzazione della registrazione se non si contatta l’agenzia. In realtà, le agenzie di registrazioni marchi non hanno nessun controllo sul processo di registrazione dei marchi e possono solamente inviare la richiesta per conto delle aziende.

Cosa si può fare una volta identificata la truffa?

Quando si riceve questo tipo di mail, è consigliato verificare l’autenticità dell’agenzia e ignorare il messaggio. Ovviamente, il China IPR SME Helpdesk è a disposizione delle aziende per verificare l’autenticità delle mail ricevute.

[QUI PER LEGGERE IL REPORT INTEGRALE]

Di China IPR SME Helpdesk*

**China IPR SME Helpdesk è un servizio di assistenza alle Piccole e Medie Imprese (PMI) dagli Stati Membri dell’Unione Europea (UE) nella protezione dei propri Diritti di Proprietà Intellettuale (IPR) in Cina, Hong Kong, Macao e Taiwan, attraverso l’erogazione di informazioni e servizi gratuiti. L’Helpdesk fornisce un supporto chiaro e confidenziale sulla proprietà intellettuale e le relative problematiche, oltre ad offrire training, webinar, materiali online e altre risorse multimediali. Singole imprese e agenzie intermediarie possono inviare le proprie domande via email (question@china-iprhelpdesk.eu) ai nostri esperti legali, che forniranno un primo supporto in maniera gratuita e confidenziale entro 3 giorni lavorativi.