Secondo un rapporto dell’app di incontri cinese Tantan, le giovani donne nei paesi e nelle piccole città cinesi hanno poco interesse a sposarsi a meno che non trovino il partner giusto. Il sondaggio, che ha coinvolto oltre 3.000 millennials in 68 contee diverse, riscontra infatti forti differenze tra uomini e donne nei loro atteggiamenti verso gli appuntamenti e il matrimonio. Mentre il 60% degli uomini ha detto che “solo una volta raggiunta una certa età sarà pronto per l’incontro decisivo”, le donne erano molto meno disposte a scendere a compromessi. Circa il 65% delle rispondenti ha detto che andrebbe all’altare solo se si trovasse in una “relazione di alta qualità”.

Più del 41% delle donne ha affermato di ritenere accettabile “morire da sole”, rispetto ad appena il 20% degli uomini. I risultati sono un altro segno di come le giovani donne cinesi stanno prendendo posizioni sempre meno concilianti nei confronti dei costumi sociali tradizionali, che le spingono a sposarsi e a creare una famiglia il più presto possibile.

Le donne che rimangono single sono state a lungo stigmatizzate come “donne avanzate”, e molte affrontano intense pressioni da parte dei loro genitori per sistemarsi. Questo è un fenomeno particolarmente comune nelle piccole città, dove le comunità sono più unite e gli atteggiamenti sociali sono meno liberali che nelle grandi città.

Secondo il rapporto, quasi il 43% dei millennials crede che la propria città natale sia intollerante verso le persone single. Circa la metà degli intervistati ha detto di essere stata incastrata in appuntamenti al buio – e il 6,9% ha detto di averne avuti almeno cinque. Eppure i giovani cinesi stanno diventando meno disposti a piegarsi a queste pressioni. La popolazione single del paese è in aumento da anni, e il tasso di natalità è crollato.

Secondo il ministero cinese degli Affari civili, nel 2018, in Cina si contavano 240 milioni di adulti non sposati in Cina. In termini di atteggiamenti verso il matrimonio, c’è ormai poca differenza tra le donne che vivono nelle piccole città e quelle delle grandi città cinesi, secondo Jiang Yunfei, un professore associato di studi di genere all’Università di Finanza ed Economia di Shanghai, “ora, le donne moderne considerano alcune idee tradizionali come fonte di didisuguaglianza e discriminazione. Inoltre, avendo più opportunità nell’istruzione e nel lavoro, non hanno più bisogno degli uomini e del matrimonio per  sopravvivere”.

Tradizionalmente, tuttavia, gli uomini cinesi tendono a dare la priorità alla propria carriera e a considerare il matrimonio come un semplice rito di passaggio. “Se gli uomini non cambiano il loro atteggiamento verso il matrimonio, questo rafforzerà la tendenza verso un basso tasso di natalità e scoraggerà le donne dal sposarsi”, ha spiegato l’esperta.

Il sondaggio di Tantan ha, inoltre, scoperto che la maggior parte dei millennials della Cina rurale sono ancora desiderosi di trasferirsi nelle grandi città, nonostante nelle campagne cinesi la qualità della vita sia migliorata negli ultimi anni.

Circa il 68% degli intervistati nati dopo il 1995 ha detto di avere intenzione di trasferirsi in una grande città entro cinque anni. Quasi il 40% dei giovani rurali intervistati ha descritto la loro vita come “noiosa”. Le app di incontri sono diventate uno sbocco importante per i millennials fuori dalle grandi città, permettendo loro di espandere la cerchia di conoscenze e trovare partner senza dover fare affidamento sulle loro famiglie. “Nelle grandi città, ci sono molte opzioni sociali e una popolazione più diversificata, ma nelle piccole città, le scelte di partner romantici sono limitate”, ha detto un portavoce di Tantan.

Nel sondaggio, oltre il 66% degli intervistati ha convenuto che “le app social sono un modo più progressista per fare amicizia”, e quasi il 31% ha detto di aver incontrato il suo ultimo appuntamento tramite un’app.

Wang Yunchu, 25 anni, ha detto a Sixth Tone che ha iniziato a usare regolarmente le app di incontri da quando è tornata nella sua città natale nella provincia dello Anhui nella Cina orientale dopo aver vissuto a Shanghai per sette anni. “A Shanghai, mi sono unita a varie attività organizzate per i single per incontrare nuove persone, come escursioni, picnic e visite ai musei”, ha spiegato la ragazza, “ma nella mia città natale, gli appuntamenti dipendono in gran parte dalle conoscenze della tua famiglia”. Wang è stanca di andare agli appuntamenti al buio organizzati dai suoi genitori e da altri parenti. Anche se non le piace incontrare persone attraverso le app, ritiene sia un’alternativa meno imbarazzante.

“Sull’app, posso leggere i loro profili e fare le mie scelte”, ha detto. “Anche se non ho ancora trovato la persona giusta, sento che ci sono più possibilità davanti a me”. L’uso delle app di incontri è aumentato rapidamente in Cina negli ultimi anni, con i download sul mercato iOS in aumento di quasi il 40% tra il 2017 e il 2019. Tantan, uno dei leader del mercato, sostiene di avere oltre 400 milioni di utenti.

Traduzione a cura di Alessandro Costanza; fonte Sixth Tone