Titolo originale: 镇魂 [Zhènhún]
Titolo inglese: Guardian
Anno di produzione: 2018
Genere: crimine
Puntate
: 40
Disponibile su: Rakuten Viki

Ambientato diecimila anni dopo una stipulazione di pace tra Hǎixīngrén [umani], Yàshòurén [alieni con il potere di trasformarsi in piante e animali] e Dìxīngrén [alieni con poteri soprannaturali che vivono solitamente relegati in un mondo sotterraneo], Guardian ruota attorno ad alcuni casi di morti sospette nella città di Longcheng. Morti causate da alcuni ambiziosi Dìxīngrén che vorrebbero vivere sulla superficie e governarla.
Zhao Yunlan è il capo del Dipartimento Investigazioni Speciali. Indisciplinato e apparentemente distratto. Insieme al suo team si occupa dei misteriosi crimini che esulano dalla competenza della polizia.
Shen Wei è un professore di bio-ingegneria all’Università di Longcheng. Le sue ricerche sulle mutazioni genetiche e la sua – sembra superficiale – conoscenza dei Dìxīngrén lo porteranno a collaborare con il Dipartimento Investigazioni Speciali. Gentile, calmo e sospettosamente riservato.
Le strade del capo Zhao e del Professore si incroceranno, di nuovo, svelando segreti di un passato [non del tutto e non per tutti] dimenticato. I due si ritroveranno catapultati in una relazione che trascende il tempo.

Nonostante la fama internazionale di uno dei C-drama più visti e apprezzati, Guardian ha dovuto affrontare non pochi problemi relativi alla censura. Basata sull’omonima webnovel BL fantasy, scritta da Priest – autrice di altre webnovel dello stesso genere – la serie viene mandata in onda sulla piattaforma YouKu il 13 giugno 2018 ottendendo 1.8 miliardi di visualizzazioni. A causa di problemi legati ai contenuti BL e ai temi che sembravano richiamare superstiziose credenze, viene ritirata due mesi dopo scatenando polemiche da parte dei fan. Mandata nuovamente in onda in seguito ad alcuni tagli e revisioni, con questi successivi riadattamenti viene resa platonica la relazione tra i due protagonisti trasformando quindi la webnovel BL in una serie bromance, riuscendo a trovare comunque apprezzamenti tra gli appassionati. È innegabile, secondo alcuni, che l’aver portato in scena una webnovel BL rispecchi una sfida del tutto apprezzabile. Elogiata da molti come serie progressista e dalla trama toccante, parte dei fan della webnovel, però, sono stati severi definendola “semplice” o “non troppo accattivante” – probabilmente a casa delle successive modifiche. Con la critica divisa, Guardian riesce lo stesso a diventare un successo.

La serie non segue fedelmente la trama della webnovel, ma considerate le restrizioni a cui va incontro e i riadattamenti messi in atto per permettere allo show di essere trasmesso, il risultato finale può essere considerato lodevole. La natura aliena e i poteri che sviluppano gran parte dei personaggi a volte trovano spiegazioni scientifiche. Altre volte, però, potrebbero sembrare accostamenti un po’ forzati a causa delle successive revisioni, ma la struttura complessiva trasmette familiarità e richiami con accenni alle serie xiānxiá con un approccio diverso riletto in chiave moderna. Capacità recitativa molto apprezzata soprattutto per entrambi i protagonisti Zhu Yilong e Bai Yu che portano in scena i personaggi calandosi perfettamente nella parte e trascinando lo spettatore nel loro mondo: elegante, composto ed austero il primo, sbadato e scherzoso il secondo. Nonostante abbiano affermato di aver seguito la sceneggiatura della serie, entrambi sostengono che aver letto la webnovel BL li ha aiutati nel capire a fondo i personaggi riuscendo anche ad improvvisare alcune delle scene poi effettivamente mandate in onda. La naturalezza di gesti spontanei [a volte improvvisati] rende il loro rapporto ancora più intimo. Gli effetti speciali sono quelli che peccano senza però intaccare troppo la valutazione finale positiva.