By / 5 Febbraio 2019

Cartellino Rosso – Wu Lei e il fattore engagement  

Lunedì 28 gennaio è arrivata l’ufficialità: Wu Lei, 27 goal in 29 presenze nell’anno del primo, storico titolo nazionale del Shanghai SIPG porta il suo talento a Barcellona. La Fenice di Nanchino indosserà la maglia dell’Espanyol almeno fino alla fine del 2020, data di scadenza del contratto che lo lega con la Società del patron Chen Yansheng. Secondo alcuni analisti l’impatto dell’arrivo di Wu Lei in Europa è paragonabile a quello che ebbe l’approdo di Yao Ming nella NBA.

L’annuncio, le discussioni e le reazioni del mondo sportivo cinese hanno fatto registrare un incremento esponenziale nelle performance, digitali e non, delle organizzazioni coinvolte nell’affare.  

I SOCIAL

Il travolgente entusiasmo della Terra di mezzo si è manifestato attraverso un alternarsi di messaggi di congratulazioni e supporto provenienti da ogni categoria di fan. 

L’account Weibo del Club catalano ha visto la quantità dei propri followers crescere del 64%, quasi 34.000 utenti in più in 48 ore. Circa 32.000 persone hanno interagito con il post relativo all’ingaggio del giocatore sulla stessa pagina. I video riportanti diversi aspetti del trasferimento hanno ottenuto 1.8 milioni di visualizzazioni, mentre la conferenza stampa di presentazione è stata seguita in streaming da 2.5 milioni di utenti, nonostante la messa in onda sia avvenuta nella tarda serata di martedì, poco prima di mezzanotte.  

La notizia, riportata da Dongqiudi, app di riferimento in materia di news di matrice calcistica, ha raggiunto e coinvolto 20.000 utenti.  

Frenetici anche i movimenti sui social occidentali “tradizionali”: 5.000 i profili che hanno cliccato per la prima volta il tasto “segui” sulla pagina Instagram del Club solo nel giorno successivo al trasferimento. Sulla stessa piattaforma, il post riguardante la conclusione della trattativa è stato il più popolare della stagione dei biancoblu, con più di 14.000 interazioni.  

E-COMMERCE E MERCHANDISING

Oltre che della popolarità, il marchio Espanyol ha beneficiato di immediate entrate commerciali derivanti dalla vendita di maglie e oggetti legati al nome della stella cinese. 

La camiseta di Wu Lei è stata comprata 2100 volte solamente su Tmall (Tian Mao) attraverso gli shop di Kelme, fornitore ufficiale del club, e di altri rivenditori autorizzati. A queste ne va aggiunto un numero indefinito acquistato in parte online, tramite l’Espanyol global store, in parte dai cittadini cinesi residenti in Spagna. Ampia la differenza di prezzo tra le fonti: 399 yuan al pezzo nella Repubblica Popolare, 84.95 euro su territorio europeo.  

I BROADCASTER

Dovrebbe respirarsi un’atmosfera gioviale negli uffici dei due colossi che si sono assicurati i diritti di trasmissione per la corrente stagione de La Liga: si prevede che PP sports e DDMC gioveranno di una nuova, consistente ondata di sottoscrizioni. La prima in particolare, di proprietà del gruppo Suning, avrà l’occasione di affermarsi come “casa” del calcio domestico e internazionale. 

Secondo alcuni analisti l’impatto dell’arrivo di Wu Lei in Europa è paragonabile a quello che ebbe l’approdo di Yao Ming nella NBA. Ingaggiato come prima scelta al draft 2002 dagli Houston Rockets, la presenza e le prestazioni di livello del cestista di Shanghai nel circuito americano diedero una grandissima spinta allo sviluppo della Tv di stato (CCTV).  

LA LIGA

Tra le federazioni più attive in termini di promozione del marchio, La Liga da diverso tempo si dedica al mercato cinese attraverso svariate attività, tra cui figurano la pianificazione di un calendario adatto alle esigenze dei tifosi asiatici, la definizione di partnership strategiche e servizi di counseling alla Chinese Football Association (CFA).  

Per  la Liga si apriranno ora nuovi canali utili a raggiungere i fan cinesi che, intanto, hanno già provveduto a dimostrare il loro affetto per il capocannoniere della scorsa CSL: domenica più di 4,5 milioni di persone erano davanti agli schermi al momento dell’esordio di Wu Lei nella massima competizione spagnola, nel match terminato 2-2 tra Villareal e Espanyol. 

Dati alla mano, Wu Lei all’Espanyol sembra essere un’operazione commerciale win-win per tutte le parti in gioco. Dopo i recenti fallimenti europei di Zhang Xizhe,  Zhang Chengdong e Zhang Yuning, saprà l’asso di Nanchino confermare sul campo quanto di buono fatto nel campionato di casa? Di certo lo sperano i milioni di tifosi cinesi, alla ricerca di un simbolo che rilanci un movimento nazionale anni luce lontano dal raggiungere gli obiettivi prefissati dalla leadership.  

di Luca Passarotti

* Calcio8Cina nasce dalla fusione di due progetti distinti che hanno dato vita al primo portale italiano (in termini di qualità, portata e rilevanza) dedicato interamente al calcio cinese: principali competizioni nazionali cinesi, Champions League d’Asia, interviste, approfondimenti e report sullo sviluppo calcistico della Cina. In poche parole tutto ciò che c’è da sapere sul calcio made in China e sui suoi rapporti con il resto del mondo. Lo scopo è quello di prendere lo sport più seguito al mondo come chiave per addentrarci nello specifico della realtà cinese.


Related Articles

Comments are closed for this post.