La Cina sta programmando un pacchetto di investimenti che andrà ad inniettare nell’economia statale circa 50 mila miliardi di yuan (€6,5 mila miliardi). Tra i 22 mila progetti previsti si parla di investimenti infrastrutturali innovativi (come 5G, intelligenza artificiale, digitale, rinnovabile) e tradizionali (come strade, ferrovie e impianti energetici a combustione fossile). Le perplessità suscitate dagli ambientalisti di tutto il mondo non riguardano tanto i progetti già programmati dal governo, quanto l’intenzione di volerne avviare di nuovi. Circa il 15% dell’investimento totale destinato al piano di rinascita sarà destinato alle fonti fossili. Solo nella regione dello Shaanxi verrano costruiti 8 nuovi impianti a carbone dalla capacità complessiva di 6,640 Mw. L’anno scorso il carbone ha contato per il 57% del fabbisogno energetico cinese. Secondo gli scienziati, questo significa che se la Cina dovesse aumentare le propri emissioni prima del 2035, l’obiettivo di “non superamento della soglia di non ritorno di 2°C” sarebbe ancora più lontano.  [fonte: SCMP]

Cina: Medicina tradizionale usata per trattare 9 pazienti su 10

Per il Presidente Xi Jinping, la medicina tradizionale cinese non è solo un tesoro della cultura nazionale ma un importante alleato del paese nella sua battaglia contro il coronavirus. Secondo le fonti ufficiali, il metodo tradizionale è stato utilizzato per agevolare le cure e trattare il 90% dei pazienti affetti da Covid19. Ora il governo pare nuovamente pronto a promuovere la propria eredità culturale in tutto il mondo. Tuttavia, nonostante numerose rivelazioni scientifiche avvalorino i prodigi di alcune discipline tradizionali cinesi, molte altre sono tutt’ora sprovviste di studi che ne dimostrino l’efficacia, o peggio, vengono già ritenute innocue e, in alcuni casi, potenzialmente pericolose. Uno dei trattamenti utilizzati per il coronavirus è l’efedra, utilizzata sin dal XIII sec. per trattare i disturbi respiratori. Si tratta di una zuppa di poria, giglio di mora, seme di albicocca e gesso che, secondo la Commissione Nazionale per la salute cinese, aiuterebbe ad alleviare i sintomi da coronavirus. L’utilizzo della medicina tradizionale era stato autorazzato anche per contrastare l’avanzata di febbre suina (H1N1) scoppiata nel 2009 in Nord America. Gli esperti cinesi ci tengono a ribadire come i rimedi classici siano destinati alla prevenzione piuttosto che alla cura, mentre nei pazienti malati svolgano un ruolo di agevolazione del trattamento in termini di efficacia e sopportazione.  [fonte: SCMP]

Covid19: L’India avvia una quarantena da 1,3 miliardi di persone

Da oggi l’India è pronta a blindare i confini nazionali per i primi 21 giorni, avviando un periodo di quarantena che coinvolgerà oltre 1,3 miliardi persone. Per ora il sub-continente presenta 519 casi e 10 decessi, ma secondo diversi esperti è probabile che l’espansione del virus sia esponenzialmente più estesa rispetto a quanto riportato dagli strumenti di monitoraggio messi in campo fin’ora dalle autorità. “Per salvare l’India, ogni cittadino, tu, la tua famiglia” ha affermato il Presidente Modi, “è necessario che ogni strada, ogni quartiere, venga blindato.” Anche per l’India la strada da percorrere è quella del distanziamento sociale e della chiusura di tutte le attività produttive considerate non essenziali. La decisione è arrivata dopo che numerosi Stati interni hanno iniziato a implementare autonomamente misure di restrizione e controllo. La nuova direttiva andrà dunque a tentare di uniformare maggiormente la risposta nazionale alla pandemia.

Tokyo 2020, olimpiadi rinviate al 2021: non accadeva dalla 2° Guerra Mondiale

Il nome dell’evento sarà Tokyo 2020, nonostante si disputerà nel 2021. “Ho proposto di posticipare le olimpiadi”, afferma il premier giapponese Shinzo Abe, aggiungendo “il presidente del Comitato Internazionale Olimpico si è trovato d’accordo al 100%”. La manifestazione sportiva la cui inaugurazione era prevista per il 24 luglio è stata posticipata a data da destinarsi “non successiva ad agosto 2021”. Le Olimpiadi si aggiungono alla lunga serie di eventi sportivi internazionali attualmente sospesi o rinviati. Nel Rugby la Sei Nazioni è stata posticipata, lo stesso vale per gli Europei di calcio, per i primi 8 gran premi della Formula 1, per la Maratona di Londra e per le principali competiizioni professionistiche di golf e tennis. L’ultima volta che le olimpiadi di Tokyo furono sospese fu esattamente 80 anni fa, nel 1940, a causa della Seconda Guerra Mondiale. [fonte: BBC]

China Files propone alle aziende italiane interessate alla Cina servizi di comunicazione quali: newsletter, aggiornamenti su specifici settori, oltre a progetti formativi e approfondimenti ad hoc. Contattaci a info@china-files.com