View Post

Dopo Xi Jinping

In Cina, Economia, Politica e Società by Alessandra Colarizi

Dal marzo 2018, un emendamento della costituzione cinese esonera la carica di presidente da qualsiasi restrizione temporale. E’ quindi molto probabile che Xi non lascerà l’incarico nel 2023. Ambizioni personali a parte, le mosse di Xi rivelano da una parte la volontà di ridare lustro all’establishment comunista, affetto dalla corruzione dilagante e sempre più lontana dalle masse.

View Post

Il senso di Xi Jinping per la predestinazione

In Cina, Economia, Politica e Società by Alessandra Colarizi

“Il cambiamento più consequenziale subito dopo Mao è stato quello di passare esplicitamente dalla lotta di classe alla modernizzazione socialista”. Intervista a Joseph Torigian, ricercatore presso la School of International Service dell’American University di Washington. Esperto di politica cinese e russa, Torigian sta lavorando a una biografia del padre di Xi Jinping, l’ex vicepremier riformista Xi Zhongxun

View Post

Cina 2035 – Gli e-book di China Files. No. 5

In Cina, eBook by Redazione

Domenica 4 luglio i sottoscrittori di China Files ricevono il quinto mini e-book mensile tematico: CINA 2035. Prendendo spunto dal centenario del Partito comunista cinese appena celebrato, abbiamo cercato di raccontare non solo l’evoluzione storica del partito-stato alla guida della Repubblica Popolare, ma anche e soprattutto la sua conformazione presente e la sua traiettoria futura. Scopri l’indice e come riceverlo

View Post

Xi celebra i 100 anni del Pcc

In Cina, Economia, Politica e Società by Alessandra Colarizi

Il centenario del partito è soprattutto l’occasione per incensare il modello cinese. Il “socialismo con caratteristiche cinesi” si è dimostrato vincente. A sfatare ogni dubbio, Xi ha ufficializzato il raggiungimento della “società moderatamente prospera”,

View Post

Le parole di Xi Jinping: grande ambizione e un futuro incerto

In Cina, Economia, Politica e Società by Alessandra Colarizi

Il 2020 è stato un anno cruciale per la Cina e il suo lider maximo. Malgrado i ritardi nelle fasi iniziali dell’epidemia, nel giro di breve tempo la Cina si è trasformata da epicentro del contagio a cavaliere bianco della guerra al Covid-19. La congiuntura favorevole ha giovato visibilmente allo standing del “timoniere” cinese in grado di traghettare il paese in salvo nonostante i venti contrari. Questa eccezionalità si specchia anche nella pratica discorsiva del presidente e dei media statali: il cosiddetto “huayuquan”, inteso come la capacità di veicolare le proprie idee e opinioni attraverso un linguaggio efficace così da ottenere rispetto e credibilità tanto in patria quanto all’estero