View Post

Il Sogno Cinese e la lotta di classe

In Cina, Economia, Politica e Società by Simone Pieranni

Il Made in China 2025 segna la fine della fabbrica del mondo e l’inizio dell’epoca con la Cina leader nel mondo dell’alta tecnologia. E i lavoratori? In questa nuova narrazione della Cina, che si registra anche in Italia dove spesso il gigante asiatico viene rappresentato come un paese ormai avanzato, dimenticandosi di tante delle sue contraddizioni, mancano ancora una volta gli operai.

View Post

Sinologie – Il Confucianesimo negli scritti giovanili di Mao (Prima Parte)

In Sinologie by Redazione

Quale importanza ha avuto il Confucianesimo nella vita e negli scritti giovanili di Mao? Quali i personaggi hanno influenzato la formazione di Mao Zedong, ma soprattutto, quando e come il Grande Timoniere si è avvicinato alle dottrine del marxismo-leninismo? Questi gli interrogativi che si pone la tesi “Tra modernità, ideologia e tradizione: un’analisi degli scritti di Mao (1917–1927)“.

View Post

Sinologie— Il pensiero giovanile di Mao tra Confucio e Marx (Seconda Parte)

In Sinologie by Redazione

Quale importanza ha avuto il Confucianesimo nella vita e negli scritti giovanili di Mao? Quali i personaggi che hanno influenzato la formazione di Mao Zedong, ma soprattutto, quando e come il Grande Timoniere si è avvicinato alle dottrine del marxismo-leninismo? Questi gli interrogativi che si pone la tesi “Tra modernità, ideologia e tradizione: un’analisi degli scritti di Mao (1917–1927)“. [LA PRIMA PARTE]

Fuga di Trump per la storia. A Singapore cresce la febbre

In Uncategorized by Redazione

Il presidente scappa da Quebec City per lo storico incontro con il leader nordcoreano e per tenersi stretta Seul. E mentre la città si prepara al meeting di martedì con Kim, tutti si aspettano qualche fuori programma in linea con i due protagonisti All’ombra dei loro grattacieli, le strade di Singapore si adeguano alle modifiche del traffico urbano in preparazione …

L’imperatore Wu illumina il sogno di Xi Jinping

In Uncategorized by Redazione

Non è solo a un «sovrano» fondatore che bisogna guardare per trovare una figura simile al numero uno di Pechino, ma a un riformatore dotato di «grandeur» e lungimiranza. L’abolizione del limite costituzionale dei due mandati presidenziali consecutivi deliberata di recente in Cina dall’Assemblea Nazionale del Popolo ha creato sconcerto, nonostante fosse nell’aria. La nomina a vicepresidente di Wang Qishan, …