A Hong Kong non bastano le scuse

Le scuse del governo non bastano. I manifestanti chiedono le dimissioni di Carrie Lam, il ritiro della proposta di legge e un’indagine per appurare l’operato della polizia durante gli scontri del 12 giugno.

A processo l’ex capo dell’Interpol

Tra il 2005 e il 2017, il funzionario avrebbe sfruttato i propri incarichi per aiutare società e persone a ottenere guadagni illeciti, oltre ad aver intascato tangenti per oltre 14 milioni di yuan (2 milioni di dollari). Era dal 25 settembre dell’anno scorso che l’ex capo dell’Interpol era scomparso nel nulla dopo aver lasciato la sua casa di Lione

Cartellino Rosso – Anche la Federcalcio argentina arriva in Cina

Mentre la Federcalcio italiana non sta ancora dando continuità all’accordo sottoscritto con la Cina, quella argentina ha fatto il suo ingresso nel mercato cinese, con una strategia diversificata, fra e-commerce, social media e programmi di training

Le Nuove Vie della Seta – Lo snodo Uzbeko

L’Uzbekistan ha un ruolo centrale nei piani di sviluppo della Nuova Via della Seta. Dal paese transitano gli snodi ferroviari per raggiungere l’Europa e l’ex Repubblica Sovietica custodisce nella sua storia passata, l’apparato narrativo cui Pechino attinge per propagandare il proprio disegno politico. Filippo Lubrano, giornalista e fondatore di Asialize – società di consulenza per i mercati asiatici – ci racconta del paese e dei rapporti con la Cina.

Hong Kong non molla

Negli ultimi quindici anni, l’ingerenza della ‘mainland’ è diventata gradualmente più opprimente, compromettendo non solo il ruolo tradizionalmente esercitato dal Paese nella difesa dei diritti umani, sistematicamente violati sulla terraferma, ma mettendone persino in discussione la credibilità come principale centro finanziario d’Asia

China E-Files – Internet trend: La Cina scopre il Vlog

Da tempo ignorato, i netizen del Dragone riscoprono il Vlog. Ci troviamo davanti al prossimo big social trend? Per ora gli esperti ed investitori si muovono cauti

Trovata nel Xinjiang la marijuana più antica al mondo

Residui chimici di marijuana, risalenti al 500 a. C., sono stati rinvenuti nella Cina occidentale all’interno di bruciatori per incenso apparentemente utilizzati durante riti funebri. Lo rivela uno studio pubblicato sulla rivista Science Advances che per la prima volta dà ragione a Erodoto

Chinese Burner e hi-tech: la Cina vista dalla Cina

L’ultimo numero di Logic magazine è dedicato alla Cina e prova a uscire dagli stereotipi della narrazione americana, colma di pregiudizi, e rappresentare l’odierna società tecnologica cinese

A Hong Kong vincono i manifestanti

La chief executive Carrie Lam ha annunciato la sospensione della controversa legge, senza indicare una data possibile per la riproposizione. Pechino accetta e «comprende» la scelta e ribadisce: «Quanto accade a Hong Kong è un affare interno della Cina»

Cartellino Rosso – L’improbabile seguito dei top club Europei in Cina

Sembra esserci una divergenza notevole tra il numero di tifosi che alcuni dei più grandi club europei dichiarano di avere in estremo oriente, e in particolare in Cina, e il loro dato effettivo. Andiamo a vedere a quali cifre ci riferiamo e di come, secondo noi, sono quasi del tutto infondate.

Nuove leve della finanza crescono

In tempi di incertezza economica come quelli che si prefigurano per la Cina, cittadini consapevoli e finanziariamente alfabetizzati sono una garanzia per una società armoniosa. Avvicinare i più piccoli al mondo della finanza é un progetto sociale di lungo termine e Pechino ne é consapevole.

La trade war arriva a Hollywood

Le conferme ufficiali devono ancora arrivare, ma segni piuttosto inequivocabili rivelano crescenti resistenze nei confronti delle produzioni statunitensi nel promettente mercato cinese. E i primi provvedimenti hanno colpito l’ultima puntata di “Game of Thrones” e “Over the Sea I Come to You”, serie tv cinese girata negli States

Hong Kong, le proteste sfociano in scontri

Manifestazioni sono in corso da giorni contro l’approvazione della legge che permette l’estradizione a Pechino dei «sospetti»

China E- Files – L’alba dello streaming

Apple o Spotify? Nessuna delle due. Tencent domina l’industria dello streaming musicale online in Cina. Oggi le app di musica “Made in China” stanno diventando globali. Il prossimo obiettivo è l’Africa.

Pillole di Cina – Bottiglie e rivoluzione

Bottigliette messe a testa in giù. Niente di più pacifico: semplici, innocue, banali, piccole bottiglie. Questa “l’arma” utilizzata dai manifestanti durante le proteste dell’89

Riyad compra missili cinesi?

Un report dei servizi americani dimostrerebbe l’ampliamento dell’arsenale. Tra Pechino e Riad da tempo c’è «amicizia speciale». Secondo MbS «La Nuova via della seta» di Xi è in linea con Vision 2030

Cartellino Rosso – Il calcio, diviso tra nazionalismo e aperture

La chiusura all’esterno della Cina, coinvolge anche i lavoratori stranieri. I calciatore, seppure dei privilegiati, subiscono le stesse sorti degli expat.

Megvii, tra riconoscimento facciale e IoT

Il suo prodotto Face++ è utilizzato dal ministero di pubblica sicurezza cinese, secondo il quale il software Megvii avrebbe aiutato a catturare almeno 5mila criminali ricercati dal 2016

La guerra dei visti

La caccia alla spia ha ormai assunto diramazioni tali da aver compromesso la carriera accademica di promettenti talenti. Secondo il New York Times, solo nell’ultimo anno, almeno 30 studiosi cinesi specializzati in scienze sociali e rapporti sino-americani si sono visti precludere l’ingresso negli States o hanno incontrato difficoltà nell’ottenere il permesso dopo essere finiti sulla lista nera dell’Fbi

China E-Files – Tre piattaforme di e-commerce da tenere sott’occhio

Oltre ai soliti noti, esistono in Cina numerose piattaforme di e-commerce con diverse caratteristiche e funzionalità. Tre sono quelle da tenere sotto osservazione: Kaola, Mia.com e Little Red Book

Un naturalizzato cinese in nazionale

Nato a Londra 26 anni fa da madre cinese e padre cipriota, il terzino cresciuto nell’Arsenal e poi a lungo al Brentford ha rinunciato alla cittadinanza britannica, come imposto dalle leggi locali.

Pechino 1989

Nel giorno del 30esimo anniversario di piazza Tian’anmen riportiamo un estratto del libro fotografico “Pechino 1989” della giornalista Ilaria Maria Sala, edito dalla società cooperativa Una Città. Un’importante testimonianaza di chi quei tristi giorni li ha vissuti in prima persona

Tian’anmen 30 anni dopo

Cosa successe, perché è più giusto dire “massacro di Pechino”, la partecipazione degli operai, le lunghe notti del Partito comunista. Tutto o quasi tutto quello che c’è da sapere sul 4 giugno 1989

La Comune di piazza Tian An Men

“Si può dire che quel che si stava discutendo sulla piazza arrivava fino a toccare la questione del contenuto della democrazia, e specificatamente la questione di come trattare, oggi, il rapporto tra la libertà e il potere”

Caso Huawei, Pechino prepara una sua blacklist

Pechino sta preparando un elenco di aziende americane che saranno colpite come è capitato negli Usa alla cinese Huawei

Cartellino Rosso – Huawei e la “globalizzazione nello sport”

Nelle ultime due settimane il mondo ha assistito inerme allo scambio di colpi tra il colosso cinese Huawei e l’amministrazione USA guidata da Donald Trump. Una vicenda che al momento appare tutt’altro che conclusa e che potrebbe avere ripercussioni anche nel mondo del calcio.

Le smart city cinesi, tra sicurezza, controllo e privacy

L’esempio per tutte dovrebbe essere Xiong’an, a 100 chilometri da Pechino: 2,5 milioni di abitanti previsti. Ipercontrollo e mobilità «green». È il sogno personale di Xi

China E- Files – La Cina alla conquista del mercato africano degli smartphones

Dispositivi di qualità a prezzi competitivi. Il segreto del colosso di Shenzhen Transsion Holding, è stato quello di colmare il vuoto dei top player in un mercato che chiedeva a gran voce maggiore digitalizzazione e connessione

Alla riscoperta di Marx

Nel bicentenario della nascita di Marx, un gruppo di ventenni sfida la vulgata delle autorità rivendicando la propria fedeltà ai precetti enunciati nel Manifesto del ’48, mentre il governo – comunista solo di nome – continua a ignorare le lamentele della classe operaia, le rivendicazioni della società civile e il problema degli abusi sessuali. Una delle promotrici di questa nuova corrente “purista” è Yue Xin, tra le principali esponenti del movimento #Metoo in Cina. Ma Yue è in buona compagnia. Lo scorso anno le autorità di Guangzhou hanno preso in custodia un gruppetto di giovani intellettuali per aver organizzato gruppi di studio su questioni controverse quali la Rivoluzione Culturale e le proteste di piazza Tian’anmen. Prima che la scorsa estate il caso Jasic Technology sfociasse in decine di arresti, avevamo scavato nel loro passato.

Le Vie della Seta in salotto

Il richiamo all’antica via della seta é sempre presente nella narrazione che Pechino propone del proprio progetto economico e politico. La One Belt One Road è oggi presentata come la Nuova via della seta, a rassicurare i più timorosi. In tutto questo parlare di nuova via della seta, c’è anche chi l’ha ripercorsa per immagini, riproducendola grazie alla tradizionale tecnica degli artisti della seta cinesi.

Né Google né Huawei per un web libero

Il punto è che i giganti hi-tech, qualunque bandiera portino in mano non sarà mai la nostra, ma sarà sempre quella che permette loro di massimizzare il potere, economico o politico che sia. Passando sopra in primis ai lavoratori della filiera (da chi estrae e lavora le terre rare per farne superconduttori ai minatori di coltan, fino agli operai delle fabbriche in Cina e in mezzo mondo) e poi agli utenti finali, pienamente mercificati.

Cronache dal tempo che non torna

Legami e distanze in un itinerario che dalla Cina arriva fino al Giappone. Le edizioni O barra O portano in Italia due volumi importanti, di Victor Segalen e Albert Londres. Tra archeologia, arte e giornalismo d’inchiesta, le fasi imperiali e contraddittorie di entrambi i Paesi

Pechino guarda al voto Europeo

La Cina guarda con attenzione le prossime elezioni europee. Dalla componente del prossimo Parlamento Europeo dipenderà, infatti, anche molto del futuro della Cina in Europa.

Cartellino Rosso – La Fifa cede al governo

Lo scorso aprile, Fifa, ha firmato un accordo con la federcalcio cinese (CFA), per lo sviluppo del calcio nel paese più popoloso e, di fatto, ha legittimato l’interferenza del governo cinese negli affari Federali, andando contro le regole internazionali.

La nuova Lunga Marcia di Pechino

Il presidente cinese Xi Jinping, nonostante sia considerato da analisti e giornalisti il responsabile del dietrofront cinese nelle negoziazioni con gli Stati Uniti, durante il surriscaldamento delle relazioni tra Usa e Cina e le sue derive tecnologiche tra Google e Huawei, ha tenuto alcuni discorsi all’interno dei quali possiamo tentare di leggere quale sia l’approccio della leadership a questo particolare momento storico

Huawei graziata per 90 giorni

«Abbiamo sacrificato noi stessi e le nostre famiglie per il nostro ideale, per stare in cima al mondo. Per raggiungere questo ideale, prima o poi ci sarà conflitto con gli Stati uniti». Parola di Ren Zhengfei, il fondatore di Huawei

Huawei stritolata nella guerra per il 5G

La sensazione è che l’odierna comunicazione di Google possa innescare una reazione a catena, portando all’affermazione di «nazionalismi digitali» in tema di «piattaforme»: sistemi operativi chiusi, app fornite da sviluppatori nazionali o di «area». Siamo nel mezzo di una guerra tecnologica destinata a rivoluzionare i confini digitali del mondo di domani.

L’Artico come il Mar cinese?

In un recente commento in merito alle ambizioni territoriali di Pechino sull’Artico, il Segretario di Stato americano Mike Pompeo ha attaccato duramente la posizione cinese in una delle zone più calde del momento. “Esistono solamente stati che sia affacciano sull’Artico e stati che non vi si affacciano.” Le parole di Pompeo, pronunciate alla vigilia della riunione del Consiglio Artico, rappresentano un chiaro avvertimento contro le attività di Pechino nella regione ricca di risorse.

La battaglia di Pechino contro Wikipedia

A meno di un mese dal trentesimo anniversario di Tian’anmen, Pechino imbavaglia del tutto Wikipedia

Cosco “sfratta” Amnesty dagli uffici newyorkesi

I diritti umani tornano al centro delle ostilità tra Cina e Stati Uniti. Anche a distanza di migliaia di chilometri Amnesty International paga il prezzo delle sue battaglie contro Pechino

La Cina cyborg del Bookworm Festival

Tripla intervista a Peng Simeng, Zhang Ran e Bao Shu, scrittori cinesi che si stanno imponendo anche in Italia. Rivoluzione e distopia per i tre giovani autori che hanno scelto uno dei generi più in voga nel Paese

Centennials con caratteristiche cinesi

Sono gli ultimi figli della generazione figlio unico, i cosiddetti Centennials o per meglio dire “ling ling hou” (lett. Dopo lo zero). Si tratta di tutti coloro nati intorno agli anni 2000, e rappresentano già il 40% dei consumatori cinesi. Gli studi gli raccontano come una generazione che risparmia meno, alla ricerca del nuovo trend, meno legata alla famiglia rispetto al passato ma più attenta a diritti umani, ambiente e qualità dei prodotti. Un viaggio all’interno delle nuove generazioni cinesi e delle influenze che stanno generando sul paese e sul resto del mondo.

China E- Files – Il “fresh food” conquista l’e-commerce cinese

La crescente domanda di migliore qualità delle merci e l’affermazione di una società “mobile first” non poteva che portare al boom della consegna di prodotti freschi. Nel 2018, 37,9 milioni di persone hanno utilizzato delivery app per cibi freschi

La “dance revolution” di Tangdou conquista Tencent

WeChina è la rubrica di China Files sui social network cinesi a cura di Massimo Ceccarelli, China consultant e digital marketer per importanti aziende nazionali

Pechino risponde alle tariffe americane

In attesa che riprenda il negoziato la Cina colpisce i prodotti americani, puntando sul bacino elettorale di Trump e lasciando intendere prossime manovre.

Nuovi dazi, nuove incognite economiche

Ore frenetiche: Trump ha ufficializzato i dazi, mentre si tenta di arrivare a un accordo in extremis. Ma Pechino ha già lasciato intendere come reagire, promettendo risposte adeguate

Cartellino Rosso – La bolla immobiliare degli stadi cinesi

La bolla immobiliare con cui Pechino fa i conti da tempi, si allarga anche agli stadi, con l’edificazione di stadi da oltre 30.000 posti in città che non hanno mai avuto una cultura professionistica fino ad oggi.

China E-Files – L’ultima frontiera dell’e-commerce è il livestreaming

Dimentichiamoci i canali e-commerce tradizionali. Oramai in Cina gli acquisti online passano per il livestreaming, una tendenza in crescita e che, dal Dragone, sta arrivando in Occidente

Un capo tribù cinese in Nigeria

Kong Tao, originario della provincia dello Henan, nella Cina centrale, ha ricevuto la nomina a capo di una tribù nigeriana per aver contribuito attivamente allo sviluppo delle infrastrutture del paese africano

Pechino non cede alle minacce, i negoziati continueranno

La Cina conferma l’arrivo a Washington della delegazione guidata dal vicepremier Liu He. Ma la stampa cinese esclude “concessioni” in cambio di minacce.

Le Nuove Vie della Seta – La formula cinese dello sviluppo

Continua la nostra indagine multidisciplinare sulla Nuova Via della Seta con l’intervista a Linda Calabrese, Research Fellow all’Overseas Development Institute (ODI), uno dei maggiori think tank indipendenti inglesi, dove si occupa di sviluppo internazionale e aiuti umanitari con particolare riferimento alla Cina. A Linda ho chiesto di parlarmi del modello di sviluppo economico e di aiuto umanitario che la Cina sta applicando nei paesi che sono entrati nell’orbita dei progetti, specie in Africa.

Jin Xing, transessuale e conservatrice

Jin Xing, 49 anni, vanta un passato da colonnello dell’esercito popolare di liberazione, a cui ha aderito in tenera età. Ha studiato danza tra Bruxelles e Roma, acquisendo notorietà fino in America con il nomignolo “the Chinese genius”. Poi la rinascita: Jin torna in Cina per cambiare sesso. Da donna sposa un imprenditore tedesco e apre la prima compagnia di danza privata della Cina

Pietre di parole contro Confucio

4 maggio 1919. Un secolo fa era il confucianesimo l’icona da abbattere. Si trattava di un’impresa immane nella quale si impegnarono i nomi migliori di quella che era l’«intellighenzia» dell’epoca

Cina e Stati Uniti fanno schizzare la spesa militare

È quanto emerge dal report Stockholm International Peace Research Institute (SIPRI), istituto internazionale indipendente specializzato in peace studies: l’anno scorso la spesa mondiale destinata alla Difesa ha raggiunto la cifra astronomica di 1,82 trilioni di dollari. Un record dall’inizio delle serie storiche nel 1988

Le origini delle mobilitazioni di massa

Per la prima volta un movimento di opinione partito dal basso ebbe un effetto sulle classi al potere, al punto da favorire la liberazione dei leader della protesta e spingere i delegati di Pechino a Versailles a non firmare il Trattato

La trasmissione della memoria e i suoi tradimenti

L’atteggiamento complessivo delle potenze occidentali nei confronti della Cina contribuì non poco a smorzare gli entusiasmi di molti tra gli intellettuali cinesi che avevano guardato con interesse, se non con entusiasmo all’Europa e agli Stati uniti

Del 4 maggio sopravvive solo il nazionalismo

Un vecchio dilemma assilla Pechino: celebrare lo storico evento a cui la leadership comunista deve le proprie basi politiche e ideologiche o relegarlo nell’oblio per aver inaugurato una stagione di proteste studentesche in grado di sovvertire l’ordine costituito? Proseguiamo con il nostro speciale dedicato al centenario del movimento del 4 maggio

Vodafone sapeva delle “vulnerabilità” nei dispositivi Huawei

Secondo l’inchiesta del gruppo Usa, la stessa compagnia ha spiegato di aver discusso e risolto le criticità direttamente con Huawei nel biennio 2011-2012, aggiungendo di non aver riscontrato alcuna compromissione dei dati da parte di terzi. Letteralmente: “Nel settore delle telecomunicazioni non è raro che gli operatori rintraccino vulnerabilità nelle apparecchiature dei fornitori”

Quel 4 maggio 1919

In occasione del centenario del Movimento di nuova cultura proponiamo una serie di approfondimenti sul significato storico e politico che l’evento continua a ricoprire nella Cina di oggi

Le tariffe tra Cina e Usa minacciano l’Amazzonia

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Nature, un’area grande quanto la Grecia di foresta potrà essere riconvertita a uso agricolo se il Brasile e gli altri Paesi esportatori dovessero decidere di approfittare delle tariffe del 25% imposte da Pechino per rimpiazzare le importazioni di soia americana, crollate del 50% lo scorso anno

Basso porta la Cina sul palcoscenico romano

Un’intervista a Sergio Basso, sinologo, regista e curatore della tre giorni al teatro Vascello di Roma dal 2 al 5 maggio

Conte scopre la Belt and Road

Conte cerca di capire cosa significhi il “memorandum of understanding”, firmato e venduto come un accordo commerciale da Roma, ma concepito fin da subito come politico da Pechino

La lunga corsa della Cina

Con le aperture del governo italiano al grande progetto cinese “One Belt One Road”, abbiamo assistito a un dibattito su vasta scala riguardo le strategie e le intenzioni della politica estera cinese. Ci pare perciò utile, in questo contesto, riproporre un lungo e fondamentale intervento in due parti, “La lunga corsa della Cina”, pubblicato da Angela Pascucci fra il 2008 e il 2009 per Cartografare il presente, centro di ricerca sulle trasformazioni geopolitiche in atto. Benché siano passati circa dieci anni da quel contributo, forse oggi più che ieri capire la politica interna ed estera cinese significa capire le mille diramazioni dello “sviluppismo” perseguito dalla dirigenza cinese.

Belt and Road: In vista del forum, aumentano i partner

Ci sarà anche l’Italia. Il volume degli scambi di beni tra la Cina e i paesi e le regioni lungo la nuova via della Seta avrebbe superato i seimila miliardi di dollari nel periodo compreso tra il 2013 e il 2018

Il secolo asiatico?

Un percorso di lettura sulla centralità del continente nella scena globale. Parag Khanna, Pierre Grosser, Gastone Breccia e Graham Allison. Il punto sui saggi più recenti. Sull’arena geopolitica la presenza dirimente, non solo cinese, nella storia degli equilibri internazionali

Cartellino Rosso – Gli interrogativi attorno alla Lander Sports

Le proprietà cinesi ed il calcio inglese, una storia fatta di alti e bassi: la risalita del Wolverhampton targato Fosun fino alle ultime preoccupazioni palesate dalla Premier League riguardanti il Southampton della Lander Sports di Gao Jisheng. In questo nostro focus analizziamo le storie recenti dei due club.

La Costituzione secondo Xi

Le tre direttrici: accentramento, superiorità del partito e principio del «governo per mezzo della legge». La rule of law diviene rule by law: nuovi poteri a una pervasiva burocrazia, responsabile solo verso il Pcc

Notre-Dame: La Cina reagisce con rammarico e nazionalismo

Sulla piattaforma di microblogging Weibo molti internauti hanno espresso il proprio rammarico ricordando con nostalgia i loro ultimi viaggi nella capitale francese con l’hashtag Io e Notre-Dame a Parigi, visualizzato 120 milioni di volte. Ma spopolano diversi post che ricordano il saccheggio perpetrato dalle truppe anglo-francesi nel 1860. E l’agenzia ufficiale Xinhua pubblica e poi rimuove un editoriale controverso

Gli occhi acuti della Cina

Una videocamera ogni tre persone. Riconoscimenti facciali e vocali. La Cina punta tutto sulle smart city ultra tecnologiche. Viaggio all’interno dell’azienda che per il governo traccia i movimenti delle persone minuto per minuto, 24 ore su 24

Sustanalytics – Ultima chiamata per la biodiversità

Nelle stesse ore in cui gli ambientalisti cinesi ricordavano nella giornata mondiale dei delfini il baji, il mitologico delfino bianco di acqua dolce sparito dalle acque del fiume Azzurro nel 2006, un altro animale si avvicinava all’estinzione in Cina.

Microsft complice dell’esercito cinese?

Un’inchiesta del Financial Times cita tre paper pubblicati tra marzo e novembre dello scorso anno, realizzati congiuntamente da accademici della Microsoft Research Asia di Pechino e ricercatori affiliati alla National University of Defense Technology, istituto controllato dalla Commissione militare centrale, l’organo decisionale dell’esercito cinese

Cartellino Rosso – Piccoli calciatori crescono

Mentre la Nazionale cinese allenata da Fabio Cannavaro fatica a ripartire e a trovare un ricambio generazionale adeguato, le istituzioni sportive continuano a puntare sullo sviluppo del calcio giovanile. Dal Ministero dell’Educazione viene la notizia che il calcio sarà introdotto negli asili cinesi, a partire da quest’anno.

WeChina – Come intercettare consumatori più selettivi e diffidenti

WeChina è la rubrica di China Files sui social network cinesi a cura di Massimo Ceccarelli, China consultant e digital marketer per importanti aziende nazionali

Consenso e propaganda all’ombra della nuova via della seta

Pechino sa bene che la circolazione di persone, idee e merci porta con sé i germi di una sfida ai modelli consolidati. Per questo nella fase attuale la dirigenza predilige un forte controllo «culturale»

Il business della videosorveglianza

Il progetto governativo “Sharp Eyes”, inserito nei documenti del Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese, si approprierà di televisori e smartphone domestici per decentralizzare il sistema di sorveglianza. Tra i partner ci sono HikVision e Dahua, due dei maggiori produttori di telecamere di sicurezza, e SenseTime, la startup specializzata nell’intelligenza artificiale prima al mondo per valore di mercato

China E-Files – Alibaba vs Tencent: quale è la migliore piattaforma per i retailers?

Alibaba e Tencent stanno investendo nei grandi giganti della distribuzione? Sembra di sì. Ma i due giganti del tech cinesi hanno diverse strategie di investimento nel settore, spesso contrastanti. Una battaglia tra giganti che dal mondo del web si sta spostando a quella degli store offline investendo anche nuovi mercati come India, Vietnam ed Indonesia.

Il sogno cinese dell’hi-tech

Smart city, veicoli a guida autonoma e controllo: Innoway è la via di Pechino animata da start-up, dove si sperimentano gli utilizzi più avanzati dell’intelligenza artificiale e dei Big Data. E dove i distributori di snack riconoscono la faccia (e i gusti) dei clienti. Un luogo simbolo della modernità cinese e del suo lato oscuro: la «controllocrazia»

“Studiare la potente nazione” con un’app

Il pensiero di Xi Jinping si studia con un’app. Mentre l’efficacia del mezzo è ancora tutta da accertare, la sua introduzione conferma la crescente ingerenza del Partito-Stato nella dimensione privata dei cittadini

Cartellino Rosso – Estate cinese per le squadre italiane

La prossima stagione estiva vedrà il territorio cinese, ospitare una serie di partite amichevoli calcistiche, che coinvolgeranno alcuni dei maggiori club europei. Una grande opportunità anche per due club italiani, Juventus e Inter, che ci auguriamo la sfruttino al meglio per promuovere sia loro stesse, sia il brand Serie A.

In difesa del “socialismo con caratteristiche cinesi”

Pubblicato il discorso del 2013 del presidente Xi Jinping: lì stavano le basi dell’ipercontrollo e della totale centralità del Pcc. Zero spazio per le critiche e tra i riferimenti c’è anche Stalin

Sustanalytics – Sviluppo e ambiente, l’alchimia di Pechino

Il 15 marzo scorso più di 100 milioni giovani in 183 paesi manifestavano, lanciando un messaggio ai rispettivi governi sull’urgenza di contrastare il cambiamento climatico. A Hong Kong un migliaio di studenti si univano alla manifestazione, mentre la terra ferma restava in silenzio. Nessuna partecipazione degli studenti cinesi al movimento globale dei #FridaysForFuture, solo brevi note dei media di stato su quel che stava accadendo all’estero.

La Cina in Africa oltre le infrastrutture

Secondo il Financial Times, sono circa un milione i cinesi ad aver tentato fortuna nel continente, attirati dalle condizioni di business più vantaggiose. Le aziende statali cinesi investono nei settori minerario e dell’edilizia, quelle private nel manufatturiero e nei servizi. Ma per gli africani il divario culturale con i nuovi arrivati si traduce spesso in forme di razzismo e discriminazione

Londra: “gravi difetti nel software Huawei”

Il National Cyber Security Centre ha rilevato difetti nei prodotti e scarso impegno nel cercare di risolverli. Le autorità britanniche si dicono particolarmente preoccupate del fatto che l’azienda non abbia implementato le politiche sulla sicurezza informatica a livello aziendale. Ma il fatturato è a livelli record: 100 miliardi di dollari nel 2018

Cartellino Rosso – La Via della Seta del calcio

In occasione degli accordi firmati dal governo italiano e quello cinese per la cooperazione sulla One Belt One Road, anche il calcio entra nella via della Seta con la collaborazione siglata fra la Figc e la China Media Group per i prossimi tre anni.

L’Ue grazia Huawei

Il Consiglio europeo respinge il pressing statunitense e non blocca l’azienda cinese. Saranno gli Stati a stabilire eventuali barriere. Ma ormai il 5G parla la lingua di Pechino

Belt and Road: E ora l’Italia deve fare i conti con la realtà

Ripartito il presidente Xi Jinping, i nostri problemi restano. E il «nazionalismo» franco-tedesco che domina l’Ue non aiuta

China E-Files – Jinan e Weifang motori dell’economia dello Shandong

Le “lower-tier” come Jinan e Weifang sempre più importanti per l’economia del Dragone. A sostegno di tutto non solo la BRI, ma anche il progetto “Made in China 2025”. Un viaggio nei nuovi centri economici dello Shandong

Sustanalitycs – La Nuova Via della Seta, una bomba ad orologeria per il pianeta?

Il cuore economico della Nuova Via della Seta è costituito dagli imponenti investimenti in infrastrutture per il trasporto, le telecomunicazioni, l’energia che si snoderanno attraverso 70 paesi in 3 continenti. Può tutto questo avvenire preservando il precario equilibrio ambientale del nostro pianeta e senza contravvenire ai limiti imposti dall’accordo di Parigi che mira a contenere l’aumento medio della temperatura globale entro i 2 °C e possibilmente nella soglia di 1,5 °C rispetto al periodo preindustriale? Molti analisti pensano di no e lanciano l’allarme.

Aumentano le malattie mentali nella Cina del boom

Nella Cina del boom economico aumentano le malattie mentali. Lo dimostra il primo studio nazionale sulla salute mentale, condotto dall’Università di Pechino e pubblicato lo scorso mese sulla rivista scientifica The Lancet.

Nuovi scenari geopolitici tra Italia e Cina

La Cina ha quasi sempre mire anche di natura geopolitica che possono spaziare dal soft power ad accordi-teste di ponte per ottenere poi asset dai paesi con i quali tratta. Gli investimenti attraverso prestiti possono comportare un rischio, per economie già indebitate

L’Italia stritolata nel “Grande Gioco europeo” tra Cina e Stati Uniti

La stampa cinese smentisce la teoria del “divide et impera” ma la situazione economica italiana rende la penisola l’anello debole su cui fare pressione per convincere il resto dell’Unione europea ad avallare il progetto della Belt and Road

Cartellino Rosso – Nuove opportunità nella cooperazione calcistica fra Cina e Italia

Mentre il governo italiano si appresta a firmare un trattato importantissimo con la Cina per la cooperazione nel progetto One Belt One Road (OBOR), nuovi progetti bilaterali nascono nella filiera sportiva. Nella seconda settimana di marzo, a Pechino è stata registrata la Beijing Calcio Sports & Culture Ltd, ente italo-cinese che lavora a stretto contatto con le autorità governative della Cina, e che presenta un bacino d’utenza davvero impressionante avendo già lavorato alla formazione di 20.000 giovani calciatori in diverse aree della Cina ed oltre 1.000 allenatori. Con il CEO della società, Daniele D’Eustacchio, capiamo insieme come funziona questa nuova realtà e perché rappresenta una grossa opportunità per le aziende italiane.

Un’intesa win-win tra Italia e Cina?

Il Global Times ci ricorda che «malgrado l’Italia sia rimasta impantanata nella crisi finanziaria internazionale e nella crisi del debito sovrano europeo, mantiene ancora la guida globale su scienze e innovazione tecnologica e manifattura meccanica, tra i vari settori. Ed è la terza più grande fonte di acquisizione di tecnologia della Cina nell’Unione europea».

Una “Nuova Era” per Italia e Cina

“Ripercorrendo la storia degli ultimi 50 anni è evidente come i rapporti sino-italiani abbiano radici profonde e abbiano già ottenuto numerosi risultati. Guardando alla nuova era, la cooperazione sino-italiana ha un futuro roseo e prospettive di sviluppo ampie”. Dall’editoriale a firma del presidente Xi Jinping pubblicato sul Corriere alla vigilia della visita di stato a Roma

Il fenomeno delle “oche volanti” e la Belt&Road

L’influenza dell’automazione getta nuove ombre sul mega progetto cinese dando agli investitori stranieri nel settore manifatturiero “meno incentivi a spostare la propria produzione all’estero. Tuttavia, molti paesi stanno ancora investendo in infrastrutture e si stanno impegnando con la Nuova via della Seta a condizione che possano essere i beneficiari del fenomeno delle oche volanti e attrarre investitori manifatturieri attraverso una combinazione di buone infrastrutture e bassi salari.”

Spiegare Xi Jinping a un pubblico occidentale

Il presidente cinese sarà in visita in Italia per firmare importanti accordi. Di seguito come e perché è diventato uno dei leader più importanti nella storia della Cina e del partito comunista cinese

Atto ‘Supreme’

Nuova puntata della saga che vede opporsi Supreme Italia (da Barletta) a Supreme America (da NYC) in Cina. Dopo il pasticcio con Samsung Cina degli scorsi mesi, Supreme Italia apre un negozio monomarca a Shanghai. Di stamane é la notizia che il nuovo store é sotto inchiesta da parte della Shanghai Market Supervision and Management Bureau per trarre in inganno i consumatori e competizione scorretta. fedelissimi del brand Supreme avrebbero imbrattato la serranda del negozio con scritte “Italia imbrogliona” e “Shanghai pronta per la falsa Supreme”.

I rapporti Cina e Italia prima della Belt&Road

La Nuova via della Seta ha portato la Cina sotto i riflettori italiani. Ma i rapporti commerciali con il Dragone sono ormai in corso da tempo e hanno finito per sedimentarsi attraverso eventi più conosciuti, come ad esempio l’acquisizione delle società di calcio, e meno noti, come ad esempio le partecipazioni cinesi negli asset industriali e produttivi del paese.

Crollano gli investimenti cinesi in Europa

“La storia degli investimenti diretti esteri cinesi è entrata in una nuova fase, spiega il rapporto di Mercator Institute for China Studies (MERICS) e Rhodium Group (RHG), “dopo un decennio di rapida crescita, gli investimenti globali della Cina sono diminuiti drasticamente nel 2017, in seguito alla reimposizione di controlli amministrativi per domare i deflussi di capitali ‘irrazionali’.”

Cina e Italia, “grande è la confusione sotto il Cielo”

La bozza del MoU tra Italia e Cina circolata negli ultimi giorni è un testo – identico ad altre decine firmati da Pechino – che non precisa niente, né dal punto di vista strategico, né dal punto di vista delle cooperazioni future. Troppo poco per essere vero, per portare il presidente cinese in Italia a firmare un documento vuoto. Per questo si ritiene che a latere arriverà il succo vero, seppure nei limiti di tutti i paletti imposti al governo italiano un po’ da chiunque.

Cartellino Rosso – L’inverno delle serie minori cinesi

Lo scorso weekend è ricominciato il calcio delle serie minori cinesi, con la prima giornata di China League One (la serie B) ed il primo turno della Coppa Nazionale (Chinese FA Cup) con i club di League Two e quelli amatoriali impegnati in scontri ad eliminazione diretta. Spesso abbiamo esaltato la potenza economica dei club di Chinese Super League, capaci di spendere nella recente sessione di calciomercato oltre 200 milioni di euro con gli approdi di campioni internazionali quali Marek Hamsik, Fellaini o Mousa Dembele. Ma se scendiamo di categorie, troviamo un contesto estremamente caotico, con club falliti e presidenti arrestati.

Bolla o non bolla?

Per contenere l’impennata dei prezzi delle case, da alcuni anni Pechino sta cercando di imbrigliare il real estate. Con il risultato che oggi le vendite sono crollate e con essere il valore delle proprietà, fino a oggi bene rifugio primario per i cittadini

China E-Files – Sold out il nuovo rossetto del Palace Museum

Cina: cultura a servizio del business. Un tuffo nel glamour nei negozi della Città Proibita. A ruba il nuovo rossetto e netizen cinesi sono estasiati.

Huawei alla conquista dell’Africa

Grazie ai suoi prezzi a buon mercato (il 5-15% più economici dei competitor europei), negli ultimi anni il colosso di Shenzhen è diventato il marchio di smartphone più acquistato in Sud Africa, sorpassando Apple e tallonando da vicino Samsung. A settembre, la China Exim Bank, istituto di punta della nuova Via della Seta, ha erogato 328 milioni di dollari alla Nigeria per un upgrade delle reti locali con dispositivi Huawei

Conte pronto a firmare l’accordo tra Cina e Italia

Sullo sfondo le tensioni tra Farnesina e Mise. Il premier Conte: «Andrò a Pechino al secondo summit della nuova via della seta»

La via marittima che bussa ai nostri porti

Nove dei primi dieci porti commerciali sono in Asia. Il decimo è in Medio Oriente. Breve storia di come la Cina è diventata una potenza marittima che bussa ai nostri porti.

WeChina – Investire nell’ecosistema digitale cinese

WeChina è la rubrica di China Files sui social network cinesi a cura di Massimo Ceccarelli, China consultant e digital marketer per importanti aziende nazionali

Ombre sulla B&R tra ingerenze Usa e scetticismo cinese sulle grandi opere

Gli Stati Uniti si oppongono al MoU tra Italia e Cina. In un’intervista al Financial Times, Garrett Marquis, portavoce del Consiglio per la sicurezza nazionale della Casa Bianca, invita Roma a non percorrere la nuova via della seta

China E-Files – I giovani laureati cinesi guardano alle lower tier cities

Cambia il mercato del lavoro cinese. Oggigiorno i giovani laureati cinesi preferiscono le città di fascia inferiore rispetto a grandi metropoli come Pechino e Shanghai. “Più possibilità di carriera”, dicono gli intervistati

Calano i miliardari alle “due sessioni”

Secondo Hurun, nell’ultimo anno la componente miliardaria del ramo legislativo si sarebbe ridotta notevolmente, a quota 93 membri per una fortuna complessiva di 3,4 trilioni di yuan (504 miliardi di dollari). Un calo netto rispetto al 2018.

Cina e Usa a un passo dall’accordo

Secondo il quotidiano finanziario Washington sarebbe pronta a rimuovere i dazi applicati lo scorso anno su oltre 200 miliardi di dollari di “made in China”. Pechino, da parte sua, si è impegnata a ridurre le tariffe su prodotti agricoli, chimici, auto d’importazione e altre merci statunitensi. Accelerati i tempi per la rimozione dei limiti del 50% sulla proprietà straniera delle joint venture. Mentre l’Assemblea del Popolo potrebbe introdurre norme più severe sulla protezione della proprietà intellettuale

Cartellino Rosso – Cosa aspettarsi dalla Chinese Super League 2019

Riparte la Chinese Super League, con un nuovo campione in carica, lo Shanghai Sipg di Oscar e Hulk, che ha interrotto lo scorso anno l’egemonia durata ben sette stagioni del Guangzhou Evergrande e lo scorso 23 febbraio ha alzato al cielo la Supercoppa battendo per 2-0 il Beijing Guoan.

La nuova famiglia confuciana è gay?

Mentre ormai l’omossessualità in Cina non è più tabù, la presenza di un’etica confuciana gerarchico-patriarcale, insieme alla politica del controllo delle nascite (abolita solo tre anni fa), ha contribuito ad aumentare il carico di responsabilità su quell’unico figlio che dovrà perpetuare il lignaggio famigliare. Ecco perché procreare sta diventando per molti omosessuali un modo per compiacere i parenti e adempiere ai propri obblighi sociali.

Sustanalytics – Shale gas alla prova delle comunità locali

Il colosso China National Petroleum Corp. è stato costretto a interrompere le operazioni di estrazione di shale gas, dopo che oltre mille persone hanno inscenato una protesta. E’ successo nella contea di Rong nel Sichuan, uno dei centri nevralgici per l’estrazione del gas di scisto in Cina.

AI e logistica: perché dobbiamo puntare alla Cina

L’Occidente guarda ora al Dragone e lo copia, anche in fatto di robotica? Un viaggio tra i droni avveniristici di Cainiaio, il ramo logistico di Alibaba

Gli investimenti cinesi che rischiano di spaccare l’Europa

Un misterioso rapporto firmato da 27 ambasciatori Ue critica duramente la nuova Via della seta. Così il Vecchio continente cerca di tutelare la sua unità. Senza rinunciare ai soldi di Pechino. La trattativa.

Cartellino Rosso – Nuova acquisizione in Cina per il Manchester City

L’acquisto del club di terza divisione di calcio cinese, lo Sichuan Jiuniu FC, da parte del City Football Group (il fondo emiro proprietario del Manchester City) è solamente l’ultimo tassello dell’espansione nel mercato cinese, iniziata da diversi anni e che abbraccia diversi aspetti, dalle academy agli eSports. 

Sustanalytics – L’oro dei poveri ci salverà

Lo chiamano l’oro dei poveri, è il bambù, materiale duttile ed ecologico che potrebbe rappresentare una delle risposte alla crisi ambientale cinese e un’arma diplomatica da non sottovalutare.

Speciale – Come se la passa l’altra metà del cielo?

La condizione femminile in Cina, un tema sul quale è difficile dare una valutazione univoca. Emancipazione o persistere dei blocchi tipici di una società tradizionale e patriarcale? Anche i media ci riportano una realtà diversificata e a volte contraddittoria. Da un lato donne imprenditrici di successo, dall’altro donne che lottano per affermare semplicemente i propri diritti. Per restituire una fotografia il più realistica possibile dell’essere donna oggi in Cina, abbiamo raccolto queste storie e analisi scritte da China Files su lavoro, matrimonio, politica, religione, maternità e movimento #MeToo.

Roma e Londra si smarcano dal pressing Usa su Huawei

L’Italia a Washington: al via strutture di controllo ma nessuna chiusura al colosso cinese

Il Sogno Cinese e la lotta di classe

Il Made in China 2025 segna la fine della fabbrica del mondo e l’inizio dell’epoca con la Cina leader nel mondo dell’alta tecnologia. E i lavoratori? In questa nuova narrazione della Cina, che si registra anche in Italia dove spesso il gigante asiatico viene rappresentato come un paese ormai avanzato, dimenticandosi di tante delle sue contraddizioni, mancano ancora una volta gli operai.

Mia.com presenta il “padre moderno” ideale

Maggiore attenzione ai figli ed ai prodotti da loro utilizzati. Mia.com rompe gli stereotipi di genere e promuove l’immagine del papà di nuova generazione

Cartellino Rosso – Cannavaro verso il ruolo di ct della Nazionale

Nel novembre 2018 avevamo parlato di fine del sogno cinese per quel che riguarda il calcio: per volontà del ministro dello sport, contro qualsiasi logica e normativa Fifa, era stato istituito un training campo militare per 55 giocatori U25, prelevati dai club nel bel mezzo dei campionati, allo scopo di andare a creare delle rappresentative nazionali che potessero partecipare alla Chinese Super League 2019. Dopo alcuni mesi, questa visione alquanto distorta sta diventando realtà, ma con altre formule: saranno infatti alcuni club a diventare delle ‘Squadre di sviluppo alla Nazionale’. La squadra A sarà il Guangzhou Evergrande di Fabio Cannavaro, mentre la B il Tianjin Tianhai.

La Belt and Road si difende

Il lancio della nuova via della seta cinese ha creato la necessità di difendere gli «snodi», sviluppando esigenze militari e un mercato per le società di sicurezza private. Intervista con Alessandro Arduino, autore di «China’s private army. Protecting the New Silk Road»

Pechino e la “cultura della sincerità”

L’obiettivo conclamato è quello, entro il 2020, di portare a compimento lo sviluppo di una cultura della “sincerità” e di una “società socialista armoniosa”, in cui “mantenere la fiducia è glorioso”. Il problema è reale: la società cinese vive una crisi di credibilità. Ma non mancano risvolti inquietanti.

Professione Cina – Creare un brand nella terra di mezzo

Il comparto tessile-moda ha da tempo la Cina come proprio centro propulsore, quantomeno a livello di produzione. Macro-aziende come ICICLE, K-Boxing per la moda uomo, Erdos colosso della maglieria e Giada con una presenza internazionale importante, convivono con centinaia di altre piccole e medie realtà, spesso sviluppate in città di seconda fascia, con numerosi negozi e qualità medio/bassa. A queste si aggiungono alcuni interessanti giovani brand indipendenti. Ad accomunare un panorama così diversificato, almeno fino a poco tempo fa, una visione fortemente industriale/manifatturiera, lontana dall’esigenza di innovazione e contaminazione proveniente dall’esterno. Ma le cose stanno cambiando.

China E-Files – Alibaba, JD e Pinduoduo: record di acquisti durante il Capodanno Cinese

In che direzione sono andati i consumi cinesi durante il Festival di Primavera di quest’anno? L’e-commerce domina le vendite. Qualità e prodotti importati ciò che il consumatore richiede

La strategia cinese nella guerra commerciale con gli USA

Quali le strategie sottostanti l’atteggiamento cinese nei confronti degli attacchi di Trump? Lo spiega André Chieng, Foreign Trade Advisor per la Francia in Cina sull’ultimo numero di ‘Lettre de la Chine hors les murs’.

Cartellino Rosso – La classifica dei club cinesi

La scorsa settimana la società organizzatrice di fiere calcistiche, Soccerex, ha pubblicato il report annuale con la classifica dei 100 club più ricchi al mondo. Dal punto di vista cinese, emergono dati molto interessanti

Cina, l’intelligenza artificiale arriva in tribunale

La corsa cinese alle nuove tecnologie coinvolge anche la giustizia. Un’intervista con il professore Renzo Cavalieri della Ca’ Foscari

La guerra tariffaria Cina-Usa la vince l’Ue

Il rapporto stilato dalla UN Conference on Trade and Development stima che se dovesse fallire il tentativo di trovare un accordo tra Washington e Pechino entro marzo, su circa 302 miliardi di dollari di beni interessati, scambi per circa 70 miliardi verrebbero deviati verso le imprese europee

Sustanalytics – Cosa si nasconde dietro il concetto di ‘Civilizzazione Ecologica’?

Da tempo quello di ‘Civilizzazione ecologica’ (shengtai wenming, 生态文明) é un concetto chiave della politica cinese, fatto proprio anche dal pensiero di Xi Jinping. Fa parte di quelle idee che il governo cinese ha coniato a fasi alterne a partire dagli anni ’70 , e che hanno motivato i piani di sviluppo del paese, finendo per acquisire sostanza politica. Quale antitesi al modello di sviluppo sregolato che ha guidato l’industrializzazione della Cina, l’idea di Civilizzazione Ecologica, richiama concetti quali la frugalità, la salvaguardia dell’ambiente e l’ armonia che rimandano genericamente al concetto di sostenibilità come concepito in occidente, senza però identificarcisi completamente.

Espianti forzati, la comunità scientifica internazionale “complice” di Pechino

Il 99% delle ricerche condotte sui trapainti in Cina non sono in grado di definire la provenienza degli organi. Secondo uno studio della rivista medica BMJ Open la comunità scientifica internazionale si è resa indirettamente “complice” degli espianti forzati condotti dal governo cinese sui detenuti per sopperire alle insufficienti donazioni

Professione Cina – Raccontare la Cina tra mille difficoltà

Il centro del mondo si sta spostando verso la Cina, un paese in continua trasformazione, geograficamente così lontano eppure sempre più vicino. Per capire la portata delle politiche promosse da Pechino, i riflessi locali che le mosse di Xi Jinping potrebbero avere sul resto del mondo, comprendere come la Cina legge quello che c’è fuori dai propri confini, superando la barriera che da sempre divide il paese dal resto del mondo, serve una bussola in grado di orientare i sempre più interessati al mondo cinese. Ecco perché il giornalismo, in Cina, ha ancora un senso ma soprattutto una missione da compiere: analizzare dall’interno l’evoluzione del gigante asiatico, riportandone un quadro oggettivo che aumenti la comprensione e la vicinanza reciproca.

Il “martire rivoluzionario” fagocitato dal deserto

La sparizione dello scienziato Peng Jiamu nel deserto del Xinjiang è rimasto uno dei casi di cronaca più avvincenti del secolo scorso. La propaganda ufficiale lo ha reso un “eroe della patria” ma c’è chi lo ritiene un traditore.

La propaganda cinese passa al digitale

Mentre in Occidente l’operato della CCTV continua a destare sospetti, lungo la Belt and Road la propaganda cinese sta estendendo il proprio controllo sull’informazione dalla fase di produzione ai canali di trasmissione. Secondo una recente inchiesta del Guardian, negli ultimissimi anni Pechino si è aggiudicato il controllo sulle infrastrutture digitali globali attraverso società private, apparentemente più innocue dei player statali

Cartellino Rosso – Wu Lei e il fattore engagement  

Lunedì 28 gennaio è arrivata l’ufficialità: Wu Lei, 27 goal in 29 presenze nell’anno del primo, storico titolo nazionale del Shanghai SIPG porta il suo talento a Barcellona. La Fenice di Nanchino indosserà la maglia dell’Espanyol almeno fino alla fine del 2020, data di scadenza del contratto che lo lega con la Società del patron Chen Yansheng. Secondo alcuni analisti l’impatto dell’arrivo di Wu Lei in Europa è paragonabile a quello che ebbe l’approdo di Yao Ming nella NBA.

Sustanalytics – Shenzhen prima al mondo nel trasporto elettrico

In circolazione ci sono già 16.259 autobus e 19.000 taxi, tutti elettrici. Ma la metropoli del sud della Cina non è sola nella corsa all’elettrificazione. La situazione a Shanghai è simile e sono più di una trentina le città cinesi che intendono raggiungere il primato di Shenzhen entro il 2020. Non senza problemi da risolvere, però.

Il Venezuela, la Cina e il principio della “non interferenza”

A differenza di Washington, Pechino ha preso ufficialmente le distanze dalla crisi venezuelana. Rimane da capire cosa ne sarà dei miliardi di dollari prestati a Caracas negli ultimi anni. Dopo il Brasile, il rischio di un nuovo regime “filoamericano” in America Latina minaccia i piani cinesi lungo la Nuova Via della Seta

Professione Cina – Vendere il lusso

Le riforme portate avanti dal governo cinese in questi ultimi decenni hanno migliorato la condizione di vita di milioni di persone, e portato altrettante a livelli di benessere prima impensabili. Questa nebulosa che costituisce la classe media oggi rappresenta un serbatoio di consumatori pressoché infinito e conteso dai marchi più globali. 

Huawei, il colosso cinese che fa tremare la politica mondiale

Dall’esercito cinese al più grande colosso mondiale delle telecomunicazioni: storia di Ren Zhengfei e della sua azienda, sempre più al centro della “nuova guerra fredda” tra Cina e Usa, combattuta a colpi di commercio, telecomunicazioni e spionaggio

China E-Files – Chengdu nuova capitale del tech cinese?

Perseguendo il piano di sviluppo “Made in China 2025”, la città dei panda sta scalando le classifiche dei poli high-tech della Cina. Non solo mercato del lusso, Chengdu promette di diventare un hub importante nel settore dell’intelligenza artificiale.

Cartellino Rosso – Juve, alla conquista della Cina

L’acquisto del fuoriclasse portoghese ha sicuramente giovato alla popolarità cinese della squadra bianconera, oggi più ampia che mai. A questo va ad aggiungersi anche una sapiente regia sui social media cinesi, che ha portato la Juve a diventare uno dei club calcio esteri più influenti, e una strategia fatta di progetti sul territorio e di partnership strategiche.

L’Italia guarda alla Cina e ridiscute la sua “vocazione atlantica”

La trasferta italiana del ministro degli esteri cinese è servita a preparare l’arrivo di Xi Jinping a Roma a marzo: in occasione della visita del presidente cinese l’Italia potrebbe firmare il memorandum d’intesa per la nuova via della seta

I brand alla prova del capodanno lunare

E’ gara tra le brand del lusso mondiale al fotofinish del capodanno lunare cinese che si celebrerà il prossimo 5 febbraio. Chi meglio sarà in grado di reinterpretare in prodotti e messaggi l’anno del maiale, senza scivoloni o crisi diplomatiche? Qualche esempio.

L’intelligenza artificiale oltre la Muraglia, intervista a Jeffrey Ding

L’obiettivo è quello di colmare il gap con gli Stati uniti entro il 2020 e diventare la prima potenza dell’intelligenza artificiale entro il 2030. Intanto l’AI sarà materia d’insegnamento anche nelle scuole. Intervista con Jeffrey Ding, ricercatore presso l’Università di Oxford

Professione Cina – Tradurre e interpretare

La Cina si avvicina sempre di più ma non sempre abbiamo i mezzi per capirla. Non solo per quel che riguarda la cultura, ma anche e soprattutto per la lingua. Non sono molti, in Italia, coloro i quali che sanno parlare cinese. E seppur in un mondo iperconnesso come questo, le barriere linguistiche rimangono e non conoscere il mandarino, può rappresentare un grande ostacolo.

La Cina cresce ai minimi dal 1990

Mutui, affitti e spesa sanitaria concorrono, insieme alla stagnazione dei salari, a indebolire il potere d’acquisto dei consumatori. Cala la manodopera e la popolazione invecchia: tutti fattori che preoccupano il regime, determinato a raggiungere due “obiettivi centenari”

China E- Files – Mukzin, un marchio moderno che reinterpreta la tradizione

I consumatori cinesi riscoprono la loro cultura. Drappi del Xinjiang e mantelle mancesi: tutto questo è Mukzin, uno dei brand del Dragone più in voga che fonde tradizione ed innovazione

Cartelino Rosso – Anche la Bundesliga sbarca in Cina

Lo scorso 15 gennaio la Bundesliga International, l’ente per gli affari esteri del massimo campionato tedesco di calcio, ha annunciato l’apertura di un ufficio di rappresentanza a Pechino nel mese di marzo.

Caro Trump, la “Cina 4.0” è già realtà

Trump finge di non vedere il quadro generale: è la nuova via della seta che trasporterà per il mondo questa nuova postura internazionale della Cina; più velocità negli scambi commerciali e una ovvia «presenza» geopolitica cinese che ormai dal centro Asia, punta al nord Europa, all’Africa e di recente anche all’America Latina

Sustanalytics – Cina, centrale del greenwashing del legname mondiale

Nubi di tempesta si addensano sul Forest Stewardship Council (FSC), organizzazione impegnata nel garantire la sostenibilità delle produzioni di legno e carta, attraverso un sistema di certificazione delle foreste riconosciuto a livello globale. Anello debole della catena: la Cina, maggiore importatore di legname al mondo.

La Belt and Road raggiunge l’America Latina

Panama è stato il primo paese a inserirsi nella Bri, subito dopo aver rotto i legami diplomatici con Taiwan nel novembre 2017, «ma altri 14 paesi hanno firmato in seguito, l’ultimo è stato l’Ecuador nel dicembre 2018»

Guerre digitali

Il guru dell’intelligenza artificiale cinese Kai Fu Lee ha più volte descritto la Cina come l’“Arabia Saudita dei dati”. E grazie a WeChat i dati cinesi non sono solo tanti, sono anche di qualità, perché non sono solo la registrazione dei comportamenti on line delle persone ma seguono l’utente anche nella vita off line. L’india insegue con un numero record di utenti Facebook

China E-Files – Helen Feng, una donna “Made in China”

Il 61% delle aziende cinesi ha almeno una donna nel consiglio di amministrazione, negli Stati Uniti solo il 34%. Helen Feng, frontwoman dei Nova Heart, è il simbolo di una donna “Made in China”, che si sforza di rivoluzionare il paese dal suo interno.

Han Song: “lo sci-fi è come il rock”

Un incontro con Han Song, prolifico scrittore di fantascienza quasi sconosciuto in Italia. «È la forma di letteratura più libera. È ribelle, come la musica rock, che pure in questo paese è stata spesso vietata»

In Cina manca ancora un sindacato

L’unico denominatore comune in quasi tutte le proteste del 2018 da parte di insegnanti, operai, camionisti, operai edili, è l’assenza di un forte sindacato sul posto di lavoro che possa impedire ai datori di lavoro di violare la legge sul lavoro e, a allo stesso tempo, capace di aiutare i lavoratori a migliorare la loro retribuzione e le condizioni di lavoro attraverso la contrattazione collettiva con la direzione

Cartellino Rosso – I numeri dell’economia sportiva in Cina

Lo scorso otto gennaio, l’Amministrazione Generale dello Sport e l’Ufficio Nazionale di statistica della RPC hanno reso noti i dati relativi all’industria sportiva nell’ultimo anno. I numeri tutto sommato sono positivi, ma ci si chiede quanto ancora questo segmento potrà crescere prima di implodere su se stesso.

In Cina una lobby dei colossi del food manipola le politiche alimentari

Secondo uno studio pubblicato su The BMJ e The Journal of Public Health Policy, da anni Coca Cola e altri colossi occidentali del food & beverage starebbero manipolando le politiche alimentari formulate da Pechino per far fronte alla diffusione di patologie causate dalla diffusione del junk food

Professione Cina – Scegliere e gestire le persone

Selezionare e gestire le risorse umane in Cina, un ambito di lavoro affascinante che richiede competenze complesse e multidisciplinari.

Prove di alleanze anti-Trump tra Cina e Ue

La pubblicazioni di alcuni documenti riservati di Bruxelles getta una nuova luce sui rapporti Ue-Cina: dalla preoccupazione per l’attivismo cinese in Africa alla volontà europea di negoziare come una singola entità. Ed emerge il tentativo di fare causa comune contro il protezionismo trumpiano

Sustanalytics- La sfida cinese di Tesla

Tesla sbarca in Cina. Dopo lunghi negoziati ai più alti livelli della politica cinese e con il supporto della municipalità di Shanghai, l’azienda americana ha inaugurato la costruzione della Gigafactory 3, il suo primo stabilimento cinese e l’unico fuori dagli Stati Uniti. Tesla opererà come azienda a capitale totalmente proprio, senza bisogno di un partner locale come stabilito dalla legge cinese. Un segno di rilassamento delle regole di Pechino di cui potranno beneficiare altri in futuro. La sfida di Tesla si gioca sul piano dell’operatività e su quello del mercato dove, tra player internazionali e locali, la competizione é serrata.

China E-Files – E-tourism, Weibo in vetta alle classifiche

Ctrip guida il settore delle prenotazioni fai-da-te, mentre Weibo risulta l’app preferita dai netizen cinesi per condividere le loro avventure.

Il 2019 in Cina, tra sfide e anniversari

Il nuovo anno sarà scandito da una lunga lista di date sensibili. Non solo la Repubblica popolare compierà 70 anni, ma ricorrerà anche il 30esimo anniversario dal massacro di Tian’anmen e il centenario del “movimento di nuova cultura”, l’ondata anti-imperialista che, facendo propria l’esperienza fallimentare dell’autorafforzamento ottocentesco, aspirava a dare nuova dignità e autonomia all’ex Celeste Impero vessato dalle potenze straniere. Proprio ciò a cui mira il progetto Made in China 2025.

Cartellino Rosso – Bye Bye Tianjin Quanjian?

I guai in cui versa la società proprietaria del club di Tianjin, il Quanjian Group, si sarebbero aggravati fino a rendere possibile lo scioglimento del club che milita nella Chinese Super League.

Cina, l’inverno sta arrivando

Apple decurta le prospettive di vendita, causa il rallentamento dell’economia cinese dovuto ai dazi americani. Ma l’allarme sull’andamento economico di Pechino arriva anche da aziende nazionali

Xi vuole annettere Taiwan con “un paese due sistemi”

Il presidente Xi Jinping ha aperto il 2019 con un messaggio di “fratellanza” per Taiwan. Le due Cine appartengono alla stessa famiglia, ha detto Xi, ma la loro riunificazione non esclude la coercizione manu militari.

Il 2018 su Weibo

Per capire quali sono i temi che hanno indignato, appassionato, interessato la blogosfera più ampia e attiva del mondo basta dare un occhio a Weibo. La potenza dei social media cinesi si misura in visualizzazioni e trending topics.

Le riforme cinesi compiono 40 anni (seconda parte)

La Cina continuerà il suo processo di riforma economica nonostante i pericoli, ma non cambierà il proprio sistema politico né permetterà ad altri paesi di dettare la propria agenda interna. In occasione del 40esimo anniversario delle riforme Denghiane, Pechino conferma la validità del “socialismo con caratteristiche cinesi”. Ma la vera star è Xi Jinping.

Le riforme cinesi compiono 40 anni

Nel dicembre 1978 Deng Xiaoping lanciava l’epoca delle riforme e aperture trasformando il paese nella seconda potenza mondiale. Negli anni ’80 furono dismesse le aziende di stato, fulcro dell’industrializzazione nel periodo maoista

Il “soft power” cinese ammalia l’Africa

In Africa, a subire il fascino dell’influenza “soft” di Pechino sono soprattutto le nuove generazioni. Quelle che un giorno guideranno il terzo più grande continente del mondo. Proprio come Mnangagwa negli anni ’60 del secolo scorso divenne, appena ventenne, tra i primi leader dello Zimbabwe a ricevere un training militare oltre la Muraglia quando Mao Zedong mirava ad esportare il comunismo a sostegno dei movimenti indipendentisti dell’Africa in balia del colonialismo occidentale.

Sustanalytics – Il tessile cinese va in detox

Per decenni impermeabile alle richieste di una maggiore trasparenza dei propri impatti sull’ambiente, barricata dietro a questioni di stile e marketing, da qualche anno, il settore moda ha iniziato a cavalcare l’onda della trasparenza e della sostenibilità dei propri impatti, schiacciando sull’acceleratore, anche in Cina.

La lotta di classe nella Nuova Era

Alcuni studenti che avevano solidarizzato con gli operai di una fabbrica di Shenzhen sono “spariti”. Il mondo del lavoro cinese è in trasformazione e questi conflitti sono un problema decisivo per la “nuova era” del presidente

I cartoni e il caos maoista

La campagna dei cento fiori avviò un breve interludio liberale delle arti e delle scienze, represso appena un anno dopo all’insorgere di un’inattesa contestazione di massa contro l’operato del partito comunista. E’ sullo sfondo di quella fugace vivacità culturale che si è sviluppata la prima fase d’oro dell’industria dell’animazione “made in China”. Ma solo poche delle decine di migliaia di schizzi realizzati dai grafici dell’epoca sopravvissero alla furia devastatrice delle Guardie Rosse

China E- Files – Come Douyin sta conquistando i giovani cinesi

Con 500 milioni di utenti in tutto il mondo Douyin è l’app del momento. “Ma davvero è una app cinese?” si chiedono gli utenti occidentali.

Compagn* queer. Il linguaggio omosessuale in Cina (Seconda Parte)

Il vocabolario LGBT cinese non si esaurisce con tongzhi. Le lesbiche, per esempio, si definiscono nü tongzhi (compagne) oppure lala, tratto da Lazi, protagonista lesbica del romanzo Eyu shouji (Note di un coccodrillo) dell’amata scrittrice omosessuale taiwanese Qiu Miaojin. Tutto questo è il frutto di una forte e irrinunciabile esigenza di produrre un nuovo linguaggio, in una specie di riedizione contemporanea della “rettifica dei nomi.

Cartellino Rosso – Accordi con il Qatar, guardando al mondiali del 2022

L’affermazione del calcio in Cina passa anche dagli accordi bilaterali che Pechino ha, negli anni stretto con numerosi paesi. L’ultimo con il Quatar, in vista del Mondiale del 2022. A rimanere fuori dai giochi ormai solo la FIGC italiana che è l’unico grande ente del calcio europeo a non aver siglato alcun tipo di accordo con la Chinese Football Association.

Sustanalytics – La Cina a Katowice, rigidità e concessioni

Mancano una manciata di ore alla fine del Summit sul clima di Katowice e già si parla di continuare i lavori durante il week end. Non pare esserci ancora nessun draft di documento finale e la presidenza polacca non ha certo aiutato a creare un clima di urgenza. In questo contesto, forse la novità più significativa, è rappresentata dalla Cina. Dopo essersi mostrata intransigente sulla questione della Piattaforma delle ‘Comunità locali e delle Popolazioni indigene’, Pechino ha a sorpresa aperto alla possibilità di abbandonare il principio delle ‘responsabilità comuni ma differenziate’ che da sempre ispira la sua politica climatica.

La Cina come Gattaca?

La Cina è diventata il primo paese a sperimentare l’editing genetico su embrioni umani. Lo scopo ufficiale è quello di prevenire la trasmissibilità dell’HIV. Ma c’è chi teme uno sconfinamento nell’eugenetica d’ispirazione hollywodiana.

Professione Cina – Fotografare il cambiamento

Le grandi trasformazioni avvenute in Cina negli ultimi vent’anni hanno stimolato professioni artistiche e innovative come la fotografia. In un contesto dove la società è continuamente ridefinita dall’incessante sviluppo economico e le contraddizioni emergono con frequenza, gli obiettivi dei fotografi di tutto il mondo hanno trovato un luogo ideale da immortalare.

Samsung sbaglia Supreme?

L’Italia torna protagonista nella blogosfera cinese. Non per buoni motivi però. Supreme Italia, il legale fake made in Barletta del brand culto di street wear americano, è diventato partner di Samsung in Cina e la cosa non è piaciuta a molti.

China E-Files – Cina e Arabia Saudita, così lontani così vicini

Cina e Arabia Saudita, paesi lontani geograficamente quanto culturalmente ma accumunati da progetti di ristrutturazione economica molto simili: “China 2025” e “Vision 2030”.

Compagn* queer. Il linguaggio omosessuale in Cina

Con le riforme economiche di Deng iniziò un processo di depoliticizzazione dell’apparato statale che colpì anche il linguaggio. Il termine tongzhi (il compagno rivoluzionario dell’epoca maoista) venne così adottato dalla comunità LGBT cinese, mantenendo la doppia identità semantica che lo connota ancor oggi.

Cartellino Rosso – Il calcio cinese ancora lontano dagli obiettivi

Non ricorderemo il 2018 come un anno di svolta per il calcio cinese, anzi, siamo ancora al punto di partenza e per certi versi, si è anche fatto qualche passo indietro analizzando le prestazioni della Nazionale e dei Club.

Peng-Chun Chang, il contributo cinese alla Dichiarazione Universali dei Diritti Umani

Peng-Chun Chang é una figura dimenticata della storia cinese: filosofo, drammaturgo e diplomatico sui generis, partecipò attivamente alla stesura della Dichiarazione dei Diritti Umani – di cui si celebra oggi il 70simo anniversario – permeandola di principi confuciani.

“Tempo da lupi” a Huawei

L’arresto della primogenita del fondatore di Huawei non poteva arrivare in un momento peggiore. Ma la storica adattabilità del colosso di Shenzhen potrebbe dimostrarsi ancora una volta, come già in passato, un utile salvagente

Gli effetti economici e sociali delle monoculture di soia

Produrre e realizzare un documentario su quattro continenti, Cina, America, Mozambico e Brasile, è un’impresa molto complessa, a volte impossibile, in Italia. “Soyalism” è stato scritto diretto e girato da Stefano Liberti e da Enrico Parenti per far luce sulle monoculture di soia e sul loro effetto sull’ambiente e sull’economia a livello locale e globale.

Professione Cina – Sinologo, un ponte tra culture

Il recente affaire D&G, il pasticcio combinato dagli stilisti italiani alla vigilia di un importante show/sfilata a Shanghai, e che è ad oggi già costato 30 milioni di euro in perdite sul mercato cinese e una figuraccia globale, ha sollevato una serie di questioni.

“L’esperienza di Fengqiao” contro la decadenza dei costumi

Negli ultimi anni, diverse città cinesi hanno rispolverato il vecchio sistema del controllo di massa, istituendo gruppi di quartiere formati perlopiù da volontari agée con spiccato senso civico. A loro si deve l’arresto per droga del cantante rock Chen Yufan

China E-Files – Tencent compie vent’anni e si reinventa

Pony Ma guida l’azienda verso una ristrutturazione generale. Dopo un 2018 altalenante, il numero uno di Tencent ha deciso di compiere nuove scelte strategiche.

L’ossessione cinese per il controllo colpisce le auto elettriche

Secondo Associated Press, tutti i grandi marchi – da Volkswagen a BMW – hanno accettato di condividere con il governo cinese informazioni sensibili sui veicoli elettrici pur di accedere agli incentivi statali

Cartellino Rosso – Zidane, prossima fermata la Cina?

Zinedine Zidane ha appena concluso il suo tour cinese dopo aver abbandonato la panchina di allenatore del Real Madrid. Viaggio di piacere o tour di avanscoperta della realtà cinese in attesa di qualche novità futura, staremo a vedere, intanto la Cina pare averlo accolto molto bene.

I ghiacciai cinesi, “un campanello d’allarme per il mondo”

Dagli anni ’50 del secolo scorso a oggi, in Cina, oltre l’82% dei ghiacciai si è ritirato. L’allarme di Greenpeace alla vigilia del vertice di Katowice sui cambiamenti climatici

I numeri dell’AIDS in Cina

Oggi si celebra il trentesimo anniversario della giornata mondiale contro l’Aids. In questi 30 anni la Cina ha visto la popolazione affetta dalla malattia moltiplicarsi, i suoi pattern di contagio modificarsi e ha intrapreso dure politiche di prevenzione.

Il G20 attraverso gli occhi della stampa cinese

Aspettando il prossimo meeting tra Trump e Xi Jinping, la stampa cinese si concentra sulle criticità internazionali senza mai nominare il presidente americano. Ma, in tempi di rallentamento economico, la cautela ha anche finalità interne.

Xi Jinping incontra Trump. Dazi e 5G all’ordine del giorno

Domani i due leader si incontreranno per cercare il compromesso sulle sanzioni. Ma la sfida tra i due sarà sul primato tecnologico

Professione Cina – Vendere vino ai cinesi

Il vino sta conquistando la Cina. Se fino a qualche anno fa sarebbe stato complicato trovare una bottiglia di Barolo o un Brunello di Montalcino oltre muraglia, oggi la situazione è cambiata. Sono infatti sempre più numerosi i cinesi che alzano i calici e brindano con vino straniero e sempre più italiano.

Tutti pazzi per le limited editions

I consumatori cinesi vogliono qualcosa di unico, lo vogliono subito e meglio se in serie limitata. Questi, alcuni tra i pilastri del marketing in Cina, sui canali digital, ovviamente.

China E-Files – Amazon e Alibaba alla conquista dell’India

Amazon e Alibaba sono le piattaforme e-commerce più importanti del pianeta. Entrambe i colossi si contendono il mercato indiano in grande crescita, ma Alibaba sembra avere una marcia in più.

Cina e Stat Uniti come Sparta e Atene

Lo scontro tra Usa e Cina è sempre più duro, e va ben oltre la battaglia dei dazi. L’ipotesi di una guerra egemonica non è più solo un caso di scuola. Ma l’atteso incontro Xi-Trump al G20 argentino potrebbe riservare delle sorprese

Dalla Cina i primi esseri umani geneticamente modificati

He Jiankui ha annunciato in un video su Youtube la nascita delle gemelle “Lulu” e “Nana” nell’ambito di un esperimento per permettere alle coppie affette da HIV di avere un bambino immune al virus. Ma, mentre la sua università prende le distanze dichiarandosi all’oscuro di tutto, molti colleghi sottolineano le implicazioni etiche e le autorità indagano

Cartellino Rosso – Il Caso Slavia Praga, arriva il fondo immobiliare Sinobo Group

Si chiude nella Repubblica Ceca la telenovela riguardante lo Slavia Praga, una delle squadre più importanti del paese est europeo, che ora è di proprietà del fondo immobiliare cinese Sinobo Group, azionista di maggioranza in Chinese Super League del Beijing Guoan.

Bertolucci fece entrare la Cina nelle case degli italiani

E’ morto oggi a 77 anni, dopo una lunga malattia, Bernardo Bertolucci. Regista di molte pietre miliari del cinema contemporaneo, ha diretto L’Ultimo Imperatore. Il kolossal, costato 25 milioni di dollari e anni di lavoro, è ispirato alla straordinaria vita di Pu Yi, ultimo imperatore della dinastia Qing e unico imperatore del Manciukuò, lo stato fantoccio creato dai Giapponesi e dagli ufficiali della deposta dinastia Qing.

Sustanalytics – La Cina si reinventa potenza marittima

Il desiderio cinese di presentarsi agli occhi del mondo come anche una potenza marittima, passa necessariamente attraverso un’appropriata regolamentazione delle attività di pesca della propria flotta d’altura, la più grande al mondo. Le frequenti violazioni da parte dei pescherecci cinesi delle norme internazionali e convenzioni, rischiano di minare la reputazione del dragone e la rete di relazioni diplomatiche che sta faticosamente tessendo, mettendo in pericolo i fragili equilibri su cui si sostengono gli ecosistemi marini.

La resistenza delle librerie cinesi

Quando nel 2003 Qidian.com (China Reading) lanciò il primo portale cinese di lettura online a pagamento, solo pochi ne avevano intuito la natura rivoluzionaria. A distanza di quindici anni il mercato cinese delle pubblicazioni in rete ha raggiunto un valore di 9 miliardi di dollari. La domanda sorge spontanea: con oltre 10 milioni di titoli a portata di click, chi avrà mai più la voglia di entrare in libreria?

Morti nel fuoco

In principio fu il monaco buddhista vietnamita Thich Quang Duc a scegliere la morte nel fuoco per protestare contro il regime del Sud, l’11 giugno 1963. Da allora l’autoimmolazione come forma di rimostranza pacifica ha preso piede in diverse parti del mondo, dagli Stati Uniti (dove tra gli anni ’60 e ’70 si sono registrati diversi casi in opposizione all’intervento americano in Vietnam), al blocco sovietico dove l’estremo gesto veniva associato alla resistenza buddhista contro l’imperialismo americano. Tuttavia, nel corso degli anni l’Asia è rimasta in testa alla classifica per via del ruolo ricoperto dal concetto di “vittima” nella tradizione hindu e buddhista, e per le diffuse frizioni etniche e religiose nel continente

China E-Files – “I Am The Actor”, il format di Tencent che spopola sul web

Intelligenza Artificiale al servizio dell’intrattenimento? “I Am The Actor”, 我就是表演, è l’ultimo successo televisivo cinese, con milioni di follower su Weibo. Ed ora il format è pronto a sbarcare all’estero. Perché seguire con interesse il programma?

Il web cinese contro Dolce & Gabbana

Nuova figuraccia del duo Dolce & Gabbana sulla scena cinese. Il brand di stilisti che ha fatto della valorizzazione culturale del patrimonio del sud Italia la propria cifra creativa, pare avere seri problemi oltre muraglia.

La Nuova via della Seta cinese è l’incubo degli americani

Al vertice Apec Usa e Cina si sono scontrati e non solo per i dazi commerciali. Il progetto lanciato da Xi Jinping preoccupa l’amministrazione Usa: le trame commerciali di Pechino puntano a scalzare l’America dal ruolo di leader globale

Cartellino Rosso – Le Leghe straniere alla conquista del mercato cinese

Continua la penetrazione delle leghe straniere nel mercato sportivo cinese. La Serie A, al contrario, é ferma nel solito immobilismo.

Editto canino

Con una popolazione di quadrupedi che supera i 50 milioni, le municipalità cinesi devono trovare il modo di regolare la condotta degli animali ma sopratutto quella dei loro padroni.

L’orrore dell’inquinamento e il potere taumaturgico delle parole

Un incontro con lo scrittore cinese Qiu Xiaolong, autore del fortunato «L’ultimo respiro del drago», edito per Marsilio

Sustanalytics – Singles Day, un giorno da dimenticare per l’ambiente

Greenpeace lo ha definito un disastro per il pianeta . E’ il Single Day che ,tra offerte irrinunciabili e acquisti compulsivi, si è lasciato dietro 300,000 tonnellate di rifiuti.

L’esercito dei wanghong cinesi

Quello dei Key Opinion Leader (KOL) e dei wanghong (le celebrities) cinesi è un esercito silenzioso ma potente. Un giro d’affari da 17.6 miliardi di dollari, secondo CBNData, e un trend in costante crescita.

L’hukou e il controllo sociale

Se l’ineguaglianza sociale in Cina continua a crescere è anche per colpa dell’hukou, il sistema di registrazione famigliare che classifica ogni individuo, fin dalla nascita, sulla base di una serie di parametri. Quasi mai però si parla di un aspetto meno noto del sistema. Da quando alla fine degli anni ’80 il database nazionale degli hukou è stato digitalizzato, il ministero della Sicurezza pubblica, i suoi uffici a livello locale e le stazioni di polizia – che lo amministrano – ne hanno cominciato a sfruttare le potenzialità occulte per mantenere il controllo sugli “elementi target”.

Cina, calano i consumi e cresce lo scontento

La crescita è ancora robusta, ma tutti i numeri confermano un rallentamento. I dazi Usa spingono diverse aziende a delocalizzare. E alle inquietudini dei lavoratori il potere risponde con la repressione. I cinesi sfiduciati stringono la cinghia alimentando una spirale pericolosa

In Cina divorziare è “controrivoluzionario”

Secondo un recente rapporto della Corte suprema del popolo, il 70% delle circa 3 milioni di dispute matrimoniali sono state avviate dalle mogli, di cui il 70% per incompatibilità di coppia.

Continuano le repressioni contro i giovani marxisti

In Cina spariscono altri attivisti che insieme ai lavoratori di Shenzhen da mesi chiedono di poter creare un sindacato

Cartellino Rosso – Prove di penetrazione nel mercato sportivo cinese: gli eSports

Da quando è stata avviata la riforma nazionale sul calcio cinese, innumerevoli club si sono mossi per lavorare allo sviluppo giovanile e del proprio brand, utilizzando le formule più disparate: stringendo rapporti con i governi locali o squadre di calcio, oppure istituendo academy e uffici di rappresentanza. Il Paris Saint Germain in tempi recenti si è presentato sul mercato cinese con una mossa estremamente innovativa che gli permette di abbracciare una fetta di pubblico nettamente più ampia rispetto a quella calcistica: stiamo parlando degli eSports, tornei e competizioni di videogiochi a livello competitivo, con ricchi premi e ricompense in denaro.

L’inafferrabilità del Celeste Impero

A proposito del libro «Oltre la grande muraglia» di Alberto Bradanini. Esistono tratti distintivi che permettono alla Cina di essere laica e flessibile di fronte agli eventi della storia? Non c’è stato alcun allargamento della democrazia nel paese, come conseguenza del progresso economico

Hong Kong contro i “libri proibiti”

La chiusura dell’ultima libreria che vendeva titoli banditi dal Partito fa calare il sipario sulla storica scena editoriale indipendente della città. Prima dell’atto finale erano spariti alcuni librai. La stretta riflette l’ansia di controllo che permea tutta la Cina di Xi

Professione Cina – Avvocato, una specie in via di estinzione?

Uno studio sulla professione di avvocato commissionato al Censis dalla Cassa Forense, ha calcolato che tra il 1995 e il 2017, il numero di iscritti all’Ordine degli avvocati è cresciuto in Italia di circa 160 mila unità, raggiungendo quota 234 mila, un incremento pari al 192%. In Italia ci sono quattro avvocati ogni mille abitanti a fronte di un netto calo dei redditi dei professionisti.

Sustanalytics – Una rivoluzione elettrica per l’agricoltura cinese

La Cina potrebbe avere trovato la soluzione ai problemi di sicurezza alimentare che la perseguitano. L’elettrocoltura consiste nell’utilizzare l’elettricità in campo agricolo per accelerare i tassi di crescita, aumentare la produttività e migliorare la qualità delle colture, senza l’uso di pesticidi e antiparassitari. Sembra un sogno ma è già realtà, qualcosa che si conosce da decenni ma che solo la ricerca e l’innovazione tecnologica hanno reso praticabile.

Il laboratorio sociale della Cina in Xinjiang

Nella regione a maggioranza uigura un milione di persone sarebbero detenute all’interno dei «campi di rieducazione». Il Pcc ha lanciato il piano «United as One Family»: i cinesi «han» diventano «poliziotti-cittadini» installandosi nelle case degli uiguri

Diritti umani: l’Onu boccia la Cina

E’ la terza volta che la Cina si sottopone alla Universal Periodic Review (UPR), meccanismo di revisione con cadenza quinquennale volto ad accertare lo stato dei diritti umani in ognuno dei 193 paesi membri delle Nazioni Unite. Quest’anno, Tibet e Xinjiang hanno dominato l’agenda.

Il calo dei consumi fa traballare il patto sociale

I consumi perdono quota ma per la leadership al potere in gioco c’è molto più della stabilità economica. A rischio è il patto implicito con cui all’indomani del massacro di Tian’anmen Pechino ha promesso alla popolazione benessere in cambio di lealtà politica

Cartellino Rosso – Cronache dal campionato cinese

Per gli appassionati di calcio cinese, il 3 novembre verrà ricordato per la partita più bella nella storia della Chinese Super League: lo Shanghai Sipg dei brasiliani Oscar e Hulk ha battuto al Tianhe Stadium per 5-4 il Guangzhou Evergrande di Fabio Cannavaro, ponendo di fatto fine alla dinastia delle Tigri del Canton.

Stampa cinese in fermento per il meeting tra Xi e Trump

Sui media cinesi impazza la notizia della telefonata appena intercorsa tra Donald Trump e Xi Jinping, che si incontreranno a fine novembre in Argentina durante il G20

Sustanalytics – Cina e Clima, prendere o lasciare

“Vorrà la Cina mantenere ancora il ruolo di leader globale in materia di clima?”. Se lo chiede la rivista specializzata in affari asiatici “The Diplomat”, e se lo chiedono buona parte del mondo scientifico e degli esperti di sostenibilità da qualche tempo.

Qualcuno salvi il cinese

Si chiama Yaowen Jiaozi ed è il peggior incubo degli scrittori cinesi. Questo perché il settimanale letterario ha una missione ben precisa: combattere gli errori di scrittura più frequenti sulla base delle segnalazioni dei lettori. A finire nel mirino persino il premio nobel Mo Yan. Nonostante la crisi della carta stampata, Yaowen Jiaozi si tiene a galla da oltre 20 anni con ritmi di 200mila iscritti paganti, di cui molti a loro volta impiegati nel settore dell’editoria.

Una “nuova fase” per le relazioni tra Cina e Giappone

Il Giappone si avvicina in modo rilevante al mastodontico progetto cinese di nuova via della Seta. A margine dell’incontro tra Abe e Xi Jinping a Pechino, Cina e Giappone si sono riavvicinati e non poco a livello commerciale. Pur all’interno di un rapporto sospettoso, i due paesi hanno deciso di lanciare una “nuova fase” nelle loro relazioni

Il Tianxia e il sogno imperiale di Xi Jinping

A pochi mesi dalle accuse in cui il segretario alla difesa Usa Mattis ha parlato di un nuovo “sistema tributario” in Asia, lo stesso presidente cinese Xi Jinping in occasione del quinto anniversario della Belt and Road ha rispolverato un concetto d’epoca imperiale che implica una sottomissione degli stati satellite regionali: quello di Tianxia (tutto ciò che è sotto il Cielo). Come spiega in un recente studio del Merics Didi Kirsten Tatlow, il partito comunista sta attingendo alle norme di epoca imperiale per consolidare la propria legittimità, compreso il concetto di jimi (“premi e punizioni”) utilizzato nella gestione delle relazioni con i paesi “vassalli”. In quest’ottica va letta tutta la campagna di rivalutazione della tradizione cinese lanciata da Xi appena assunto il mandato (“Celeste”).

Il debito cinese è un iceberg

Secondo un recente report rilasciato da S&P Global Ratings, i debiti fuori bilancio contratti dai governi locali in Cina ammonterebbero infatti a 5.78 trilioni di dollari ma il calcolo esatto delle passività è praticamente impossibile persino per le autorità centrali

Madagascar, vecchie e nuove diaspore cinesi a confronto

Adagiata su 2 delle 12 colline reali, Antananarivo, Tana per i locali, si contende lo spazio con distese di risaie e laghi. Il caos é quello tipico delle metropoli africane ma con qualcosa di diverso, quella discendenza asiatica (indonesiana e malese) che è evidente camminando per le strade ed é parte integrante del DNA di un paese, laboratorio di unicità umana e naturale, e che vale a farne un unicum nel continente africano e oltre.

Cartellino Rosso – Il calcio sugli altopiani tibetani

Davanti alla vastità di un paese come la Cina, con la maggior concentrazione di squadre professionistiche ubicate nella costa est e sud del paese, ci si dimentica che il calcio ha un ruolo molto importante anche nelle zone più remote dell’ovest, fra gli altopiani e i deserti del Tibet.

Prove di pace tra Cina e Giappone

Tra Cina e Giappone (forse) è iniziata una nuova era. La visita di Abe a Pechino ha prodotto una serie di accordi strategici. Il riavvicinamento è stato accelerato dalle politiche di Trump. Ma Tokyo deve stare attenta a non pregiudicare l’alleanza di sicurezza con Washington

Pechino condanna la tortura con una sentenza storica

La sentenza, rilasciata martedì dal tribunale intermedio N°1 di Tianjin supera le aspettative delle organizzazioni per la difesa dei diritti umani. I nove responsabili, quasi tutti della prefettura di Yanbian, provincia nord-orientale del Jilin, hanno solo dieci giorni per fare ricorso in appello

Pechino punta sulla medicina del futuro

La Cina usa i Big Data per esportare «robot chirurghi» e software capaci di modelli predittivi per diabete e malattie cardiovascolari

Professione Cina – Architetti oltre Muraglia

Inizia Professione Cina, il viaggio di China Files nel mondo del lavoro e delle professioni in Cina. Attraverso la voce dei diretti protagonisti, professionisti italiani e non in Cina da parecchi anni, scopriremo che spazio hanno ancora i professionisti stranieri in un’economia che non cresce più a due cifre e che si è fatta molto meno inclusiva verso gli stranieri di quanto non fosse alcuni anni fa; come si sono evoluti i vari settori, quali le competenze più richieste e le professioni nuove che vanno emergendo. Iniziamo con l’architettura e il design con un’intervista a due voci con Andrea Destefanis fondatore insieme a Filippo Gabbiani di Kokai Studios e Alfio Di Bella fondatore della Finenco Architects.

Sustanalytics – I costi umani e ambientali del mega ponte

La costruzione dell’imponente infrastruttura ha avuto costi umani e ambientali notevoli. In tutto 19 persone hanno perso la vita durante i lavori, in 500 sono rimasti feriti e la popolazione di delfini bianchi che popolava le acque antistanti Hong Kong appare decimata e in pericolo di estinzione così come è successo per il baiji, il delfino bianco di acqua dolce che popolava le acque del fiume Azzurro.

Una luna artificiale per illuminare le metropoli

Questa cosiddetta “luna” sarà in realtà un satellite dotato di una copertura riflettente in grado di riflettere la luce solare e che servirà ad integrare la luce lunare con una luminosità di otto volte superiore a quella del nostro satellite

Tra Cina e Stati Uniti è “guerra spaziale”

La pace spaziale è in pericolo. Il lancio della Space Force Usa serve a colmare il ritardo nei confronti della Cina, che considera cruciali le attività spaziali in caso di guerra. Ma c’è il sospetto che Washington punti soprattutto a sbancare Pechino, costringendola a spese insostenibili. Come fece con l’Urss

Cartellino Rosso – Le “rose d’acciaio”, una speranza per il calcio cinese

Mentre la Nazionale guidata da Marcello Lippi è ancora lontanissima dal diventare una potenza calcistica, molte speranze vengono riposte sulla nazionale femminile, le Steel Roses. Storicamente la squadra più forte nel continente asiatico, il calcio femminile cinese, nonostante la flessione degli ultimi anni, può guardare al futuro con un certo ottimismo, grazie alla stella Wang Shuang, conosciuta anche come Lady Messi, recentemente acquistata dal Paris Saint Germain dove si sta comportando molto bene.

L’ex patron del Milan finisce nella lista degli “inaffidabili”

Per il tribunale di Jingmen, l’imprenditore si è sottratto al pagamento di 8,7 milioni di dollari nei confronti di una società di investimento, oltre ad aver eluso una sanzione di 12 milioni di yuan

Diplomazia a colpi di reperti

Da quando la Cina ha scoperto la cultura della conservazione dei beni storico-artistici il settore è diventato immediatamente laboratorio d’incontro tra il gigante asiatico e il resto del mondo. La tradizione archeologica in Cina si fa risalire al 1921, quando lo svizzero Johan Gunnar Andersson sbalordì la Repubblica popolare ipotizzando che la civiltà cinese avesse origini più occidentali di quanto non si credesse allora. La scoperta stuzzicò la fantasia degli accademici cinesi e da quel momento fino all’istituzione del governo comunista gli studi archeologici furono terreno di proficui scambi con l’estero

Sustanalytics – Il mistero dell’oro cinese

Quello dell’oro cinese è uno dei misteri meglio custoditi della terra di mezzo. Dai dati sulle riserve nazionali fino a quelli sulla produzione domestica, tutto è ammantato da un alone di vaghezza che il governo non pare molto intenzionato a dissipare. Di certo ad oggi ci sono solo i record. Partita da una produzione quasi inesistente sotto lo stretto controllo statale, la Cina è dal 2008 il maggiore produttore del metallo prezioso al mondo, avendo superato Sud Africa e Australia. Non arrivando a coprire il proprio fabbisogno, la terra di mezzo è anche il maggiore importatore di oro al mondo.

Globalizzazione in versi

Quest’anno al festival della poesia di Berlino organizzato dalla Haus für Poesie, accanto ai più noti Ai Weiwei e Yang Lian, a tenere alta la bandiera cinese c’era anche Zheng Xiaoqiong, nata negli anni ’80 nel Sichuan e diventata una lavoratrice migrante nel 2001. Per anni ha lavorato nella culla del manifatturiero cinese, il delta del Fiume delle Perle, documentando in versi le dure condizioni di vita dei mingong ai margini della legalità

Hong Kong, isole artificiali per ospitare 1 milione di persone

Con un totale di oltre 7 milioni di abitanti e una densità di 6300 persone per chilometro quadrato, è una delle aree del pianeta più densamente popolate e con il mercato immobiliare più caro. Migliaia di persone vivono in loculi o non possono permettersi un alloggio. Col risultato che negli ultimi cinque anni il numero degli homeless è lievitato del 30%

Cartellino Rosso – La fine del sogno calcistico cinese?

Dopo anni di investimenti e di strategiche convergenze “calcistiche/politiche”, più o meno errate, con un solo dato ricorrente, ovvero ottenere sempre risultati di scarsa rilevanza internazionale, la Chinese Football Association, sotto la spinta del Ministro dello Sport, ha firmato il 2 ottobre scorso, una dichiarazione d’intenti che può essere letta come la pietra tombale nello sviluppo calcistico della Chinese Super League.

Il pensiero di Xi diventa un quiz televisivo

Si chiama “Studying Xi in the New Era” ed è la nuova iniziativa della televisione dell’Hunan, il secondo canale più seguito in Cina, per avvicinare le masse al partito e al suo leader. Lo show, in cinque puntate, è pensato per un pubblico perlopiù ventenne e fa sfoggio di una scenografia futuristica che ben si adatta alle ambizioni tecnologiche della seconda economia mondiale. Il primo round del contest ha visto i partecipanti sfidarsi su tematiche quali il pensiero marxista e le gesta di Xi Jinping, il cui contributo ideologico è stato recentemente inserito nella costituzione

China Weekly – La stampa cinese torna dalle vacanze

La rassegna della stampa cinese alla fine delle ferie del Golden Week, tra le ansie delle aziende private rivelate dalle riviste economiche, l’ottimismo per il balzo in avanti tecnologico delle testate di partito, e la notizia virale della ricomparsa di un’attrice

Cina, la catena di montaggio dell’Intelligenza artificiale

La corsa di Pechino all’intelligenza artificiale si basa sul lavoro di migliaia di persone impiegate nell’attività di «etichettatura» di tutti i dati. Un lavoratore che pone le etichette può elaborare 40 oggetti al giorno, guadagnando 10 yuan all’ora, circa 1 euro, per uno stipendio mensile totale di 300 euro

Sustanalytics – Sulla pelle degli elefanti

Gli esemplari vengono uccisi soprattutto in Birmania, ma anche in Laos, Tailandia e Malesia. I bracconieri uccidono i pachidermi con arco e freccia intrise di pesticidi, provocando la morte dell’animale in tempi rapidi ma tra atroci sofferenze. E il commercio avviene anche online, senza nessun controllo.

La paura del debito frena il «progetto del secolo»

Le Maldive sono l’ennesimo campanello di allarme per Pechino e seguono «sconfitte» locali già assaporate dalla Cina in Malaysia e in Myanmar, due paesi che di recente hanno bloccato o drasticamente diminuito alcuni progetti che in precedenza erano stati concordati con Pechino

Cina, #METOO arriva in tribunale

Il #metoo, in Cina, passa dal web alle corti di giustizia. Ma non grazie a una delle vittime, bensì per iniziativa del presunto assalitore. Si tratta niente meno che del famoso conduttore dell’emittente statale cctv, Zhu Jun, accusato dalla 25enne Xianzi di un’aggressione avvenuta quattro anni prima

Meng Hongwei, corruzione o caso politico?

Meng si era volatilizzato nel nulla lo scorso 25 settembre dopo aver lasciato Lione alla volta della Cina. Da allora, le sorti dell’alto funzionario erano diventate motivo di apprensione per la famiglia, residente in Francia

Cartellino Rosso – Cina, verso una Nazionale multietnica

Il Mondiale al quale abbiamo assistito la scorsa estate in Russia è stato all’insegna del multiculturalismo, con molte nazionali figlie dell’immigrazione. Il calcio cinese sta invece andando nella direzione contraria e chiude le frontiere agli stranieri riducendone il numero tesserabile per ogni squadra. Una scelta che troverebbe una giustificazione nel voler dare più spazio ai talenti locali ma che di fatto appare antistorica.

La resistenza dei villaggi urbani di Shenzhen

Baishizhou è il famoso “villaggio urbano” di Shenzhen, un’anomalia in mezzo ai moderni grattacieli. E’ un agglomerato densissimo di ex case contadine su cui sono stati costruiti alla rinfusa nuovi piani, in uno sconclusionato ma affascinante sviluppo verticale fai da te. Ora sta per essere demolito, la zona deve essere bonificata per far posto al “nuovo”, nella città cinese dove la speculazione finanziaria galoppa più velocemente. La storia di Baishizhou racchiude in sé il modello cinese di sviluppo degli ultimi trent’anni. Quando Deng Xiaoping decise che Shenzhen sarebbe diventata zona di sviluppo speciale, i funzionari locali cominciarono a comprare terreni agricoli per costruirvi fabbriche e case. Ma per non avere rogne, lasciarono in pace i villaggi e i loro abitanti, che a modo loro e grazie alle anomalie della legislazione cinese, hanno cavalcato il boom e sono arrivati fino a oggi

La blockchain dei polli, sicurezza alimentare e controllo della filiera in Cina

Le potenzialità della tecnologia blockchain sono state percepite dl governo cinese prima di molti altri. I suoi campi di applicazione attuali sono numerosi, tra questi quello dell’industria avicola, piegata dall’epidemia di influenza aviaria del 2013 e che sta cercando di recuperare credibilità e fiducia proprio grazie alla nuova tecnologia.

Cybersovranità “con caratteristiche cinesi”

Dopo aver creato il concetto di cybersovranità, adesso Pechino ne sta riscrivendo i confini con intenti securitari e nazionalistici

Airbnb si ferma alla Grande Muraglia

Sulla scia dell’entusiasmo per una crescita del 133% degli annunci registrata in suolo cinese nell’ultimo anno e forti di una partnership con la Beijing Badaling Tourism Company, un’agenzia statale, Airbnb ha fatto il passo più lungo della gamba,  lanciando lo scorso agosto il concorso “Una notte sulla Grande Muraglia”. I fortunati vincitori si sarebbero potuti aggiudicare una serata con tanto di aperitivo e cena serviti al tramonto nella suggestiva location e a seguire una notte da trascorrere in una delle torrette di guardia che costellano la muraglia.

I guai di Amazon in Cina. E non solo.

L’inchiesta sulle mazzette sarebbe l’ultimo di tutta una serie di scandali che la compagnia di Jeff Bezos ha dovuto affrontare nel paese asiatico, tra cui la lotta contro recensioni false e la vendita di prodotti contraffatti. Dal 2015, Amazon ha intrapreso una lunga lista di azioni legali contro le frodi online e ha denunciato oltre 1000 entità collegate alla creazione di profili e recensioni fake sul sito

Le dita agili del Vietnam

Le Nimble Fingers protagoniste del documentario di Parsifal Reparato, che si aggiudica il premio per il miglior documentario di media lunghezza al Golden Tree International Documentary Film Festival di Francoforte, sono le dita agili delle donne operaie del Vietnam, e di molti altri paesi asiatici. Il documentario sarà proiettato anche in occasione del festival Terra di Tutti di Bologna il prossimo 12 Ottobre.

Cartellino Rosso – Nel mondo delle curve cinesi

Osservando il calcio cinese da lontano, si può commettere l’errore di considerarlo come un movimento privo di cultura, nel quale l’unico motivo di interesse per il pubblico è quello di vedere giocare (non sempre bene) le stelle straniere militanti nella propria squadra.Ci si sbaglia, perché anche in Cina il calcio nasconde sottoculture, spesso espressione di posizioni politiche alternative ed è perciò un’ottima lente per leggere quello che succede nel paese reale.

Taiwan nel mirino degli hacker cinesi

Secondo le rivelazioni della FireEye, azienda statunitense di sicurezza di reti informatiche, negli ultimi anni si è registrato un netto incremento del numero degli attacchi di hacker con sede in Cina, fino ad arrivare a 40 milioni di attacchi cibernetici al mese.

Ride bene chi ride ultimo

Accuse di razzismo e una presunta aggressione della polizia contro cittadini cinesi minacciano le relazioni diplomatiche tra Cina e Svezia

Le vite a punti dei cinesi all’ombra del Partito

Entro il 2020 Pechino perfezionerà il sistema dei «crediti sociali» per una società virtuosa. Nella città di Suining si è sperimentato il sistema: ogni cittadino parte con 1.000 punti che può perdere o recuperare attraverso il suo comportamento «sociale»

I costi ambientali della carne di maiale

Con il miglioramento della qualità della vita, nelle ultime quattro decadi il consumo di carne oltre la Muraglia è aumentato in maniera esponenziale dai 10 chili l’anno per persona del 1980 ai 54 chili registrati nel 2013. E con l’allevamento intensivo sono proliferate pratiche di smaltimento occulte

Dietro gli Ombrelli le preoccupazioni per il “modello Cina”

Nel variegato movimento Occupy, dove la leadership originaria è stata scavalcata dall’attivismo degli studenti, non c’era solo la richiesta di una liberaldemocrazia compiuta. Quello era il punto di partenza. Più nel profondo, c’era la paura che un legame sempre più stretto con la Cina finisse per amplificare ulteriormente la diseguaglianza sociale in un paradiso del capitalismo realizzato che da sempre ha costruito le sue fortune sulla deregulation, la mancanza di freni. China Files rispolvera i propri archivi per commemorare il quarto anniversario della rivoluzione degli Ombrelli, cominciata il 26 settembre 2014

Il futuro di Hong Kong

Con l’approssimarsi del 2047 (e la scadenza della concordata autonomia), è soprattutto il futuro della regione amministrativa speciale a stare a cuore alle nuove generazioni. Quelle che come Joshua Wong sono cresciute in una Hong Kong già “cinese”, affetta da un’inguaribile crisi abitativa e prospettive di lavoro in peggioramento. Tutti elementi di contorno che hanno concorso a fomentare la mobilitazione degli Ombrelli. China Files rispolvera i propri archivi per ricordare le proteste cominciate il 26 settembre 2014

Come è cambiata la libertà di espressione ad Hong Kong

Una crescente pressione politica, seppur indiretta, si è registrata nel corso dell’ultimo quinquennio, durante il quale Pechino ha cercato di limitare l’indipendenza della macchina mediatica di Hong Kong. L’Apple Daily, il tabloid che spesso pubblica editoriali e articoli contro il governo centrale e in favore delle proteste del movimento democratico, ha visto ridursi dal 2013 gli introiti pubblicitari: HSBC, Hang Seng, Standard Chartered, e altri istituti bancari hanno optato per un mancato rinnovo delle pubblicità sulle pagine della rivista per evitare di ledere i legami e gli interessi economici con il Dragone

La questione Uigura entra a gamba tesa nel calcio

Mirahmetjan Muzepper (木热合买提江·莫扎帕) è un giovane calciatore incluso nella lista dei 24 stilata dall’allenatore della Nazionale Cinese Marcello Lippi, in occasione delle amichevoli del 7 e 10 settembre contro le rappresentative di Qatar e Bahrain. Cosa c’è di così eclatante in questa convocazione? Tutto, perché Mirahmetjan Muzepper, classe ’91, è un cinese di etnia uigura, nato e cresciuto nella provincia autonoma dello Xinjiang.

I molti dubbi sull’accordo Cina-Vaticano

Secondo Vatican Insider, l’accordo – di cui non è stato pubblicato il testo – viene definito “provvisorio” “perché contempla un tempo di verifica – presumibilmente, almeno un paio d’anni – per sperimentarne sul campo il funzionamento e gli effetti, così da modificarne e migliorarne la codificazione testuale”. Ma rispetto alla versione trapelata nei mesi scorsi il ruolo de papa potrebbe essere ridimensionato

La carta coreana nello scontro a tutto campo Cina – Usa

Mentre s’intensifica la guerra commerciale tra Washington e Pechino, le Coree rilanciano il processo di pacificazione nel vertice di Pyongyang. La denuclearizzazione però è ancora in stallo. E dietro le condizioni poste da Kim, si scorge l’ombra di Xi

#MeToo colpisce il buddhismo cinese

Il colpo più grosso del tenace #MeToo cinese lo mettono a segno delle monache. Le denunce di molestie affondano il Venerabile Shi Xuecheng, leader del buddismo “ufficiale”. E dopo averlo liquidato, il Partito può usare la vicenda per la sua offensiva anti-religiosa

Chi è Ning Gaoning, il nuovo presidente Pirelli

Già alla guida di ChemChina e Sinochem, ora arriverà nella società italiana. Con un obiettivo: creare un colosso del chimico da 100 miliardi.

Angela e il suo Taj Mahal

Negli ultimi anni della sua vita Angela Pascucci si era attivata per realizzare un blog, o un sito, che archiviasse tutto il suo lavoro, passato e futuro. La malattia non le ha permesso di andare oltre le prime fasi preliminari; ci proverà chi renderà vivo e aggiornato il sito, convinti dell’assoluto valore della sua visione.

La diplomazia degli stadi cinesi

In occasione del recente Forum sulla cooperazione Cina-Africa, il dragone ha promesso investimenti per oltre 60 miliardi di dollari per promuovere lo sviluppo del continente africano, oltre alla cancellazione dei debiti dei paesi più poveri. Una parte significativa degli investimenti nel continente africano è quella relativa alle infrastrutture sportive. La Cina, dal 1958 ad oggi, ha costruito in Africa e non solo (America Latina, Asia, Caraibi e Sud del Pacifico) oltre cento impianti sportivi, per la maggior parte dedicati al calcio.

L’hip hop in cinese è come il Cubo di Rubik

In Cina l’hip hop c’è da una trentina d’anni. Oggi anche un programma della televisione di Stato che si intitola “In Cina c’è l’hip hop”. Intervista a Wang Bo, in arte Mc Webber, l’artista cinese che canta con i Black Star

Vite ai margini della grande Storia

Il repêchage della casa editrice Orientalia del romanzo «La casa dell’oppio» di Su Tong è l’occasione per ripercorre la sua letteratura intrisa di tragedia, fato e sfasamenti temporali

Come funziona il modello cinese delle nazionalizzazioni

Le aziende di Stato sono una leva potente per manovrare l’economia, ma sono in perdita dagli Anni 90. Così Pechino vuole fonderle per renderle più forti e internazionali

Troppe poche nascite. L’India pronta a sorpassare la Cina

Secondo uno scenario prospettato recentemente dall’OECD, proprio a causa della crisi demografica, l’economia cinese raggiungerà la sua massima espansione rapportata alla produzione mondiale nel 2030, anno in cui supererà gli Stati Uniti, prima che “tutti i frutti della politica del figlio unico si fonderanno, fermando l’espansione del Regno di Mezzo.” Al contrario, “l’India continuerà a crescere”

Xinjiang: Washington minaccia sanzioni

Sepolta per anni dalla forza dell’economia cinese, la questione dei diritti umani torna sulla scena internazionale. La Cina è sotto accusa per la repressione degli uighuri. E gli Usa pensano a sanzioni, che aprirebbero un fronte nuovo e potenzialmente esplosivo nei rapporti con Pechino

Meglio un documentario libero che indipendente​. Il caso Wu Wenguang

Oggi i giovani registi cinesi si trovano di fronte una struttura complessa da dover gestire: da una parte c’è il governo, dall’altra il mercato interno ed estero e i media occidentali

La verità sul successo delle imprenditrici cinesi

La Cina sarebbe più avanti della Silicon Valley per la presenza di donne ai vertici di startup e imprese hi-tech. Ed è il Paese con il maggior numero di miliardari femminili selfmade. Ma i dati di Pechino non convincono. O comunque raccontano solo parte della storia

Cartellino Rosso – CR7, un asso per conquistare il mercato cinese

L’orgia mediatica, scatenatasi nelle ore successive l’ufficializzazione del passaggio di Cristiano Ronaldo dal Real Madrid alla Juventus, ha travolto il nostro paese. News a getto continuo, scoop più o meno attendibili, servizi no-stop su tutti i media, di qualità spesso discutibile, talvolta intenti solo a classificare l’operazione di mercato condotta dalla famiglia Agnelli come una “mossa di marketing avventata”o, addirittura come un banale trasferimento a “costo 0” sul bilancio della Vecchia Signora. Ma non bisogna essere un ‘iniziato’ della materia per sapere che le cose sono molto più complesse di come appaiono in superficie.

Cina, un muro contro i migranti

Il caso in un istituto elementare su Suzhou, la “Venezia d’Oriente”. La dirigenza ha preso la decisione dopo le proteste dei genitori benestanti che si sentono “traditi” dall’amministrazione locale

Il Partito è l’unica Chiesa, e Xi vara una nuova stretta sulle religioni

I credenti devo essere rieducati o rischiano l’espulsione, dicono le nuove norme sulla religione del Pcc. Il regolamento coincide con una stretta sulle attività religiose che trovano terreno fertile in una società sballottata dai cambiamenti economici e sociali

La robotica costerà alla Cina milioni di posti di lavoro

Lo rivela un recente rapporto realizzato congiuntamente dal think tank governativo China Development Research Foundation (CDRF) e Sequoia Capital China sulla base dei dati raccolti dal McKinsey Global Institute. “L’intelligenza artificiale libererà enormemente l’umanità dalle professioni ripetitive e aiuterà a coltivare menti creative”, ha spiegato al China Daily Neil Shen, fondatore e managing partner di SCC

Intelligenza artificiale e robot: le nuove sfide per i lavoratori cinesi

Siamo di fronte a un salto quantico: le nuove tendenze del mondo del lavoro nello sta-dio più avanzato del capitalismo vanno ormai cercate in Ci¬na; sarà all’interno della potenza cinese che il mondo del lavoro – tanto quello tradizionale che dovrà fare fronte all’avanzata dell’automazione, quanto quello ultra precario e deregolamentato della Gig economy – troverà nuovi strumenti e nuovi conflitti da affrontare.

Ritratti intimi di consumatori cinesi

Raccontare le cangianti dinamiche sociali cinesi e le abitudini di consumo, questo è l’obiettivo del volume “China’s evolving consumers, eight intimate portraits”, edito da Tom Nunlist per Earnshaw Books (disponibile solo in inglese). Ma gli 8 ritratti di consumatori cinesi che compongono il libro, vanno oltre, scavano in profondità nelle storie di ognuno, riportandoci sogni, desideri, ambizioni, in una ricerca di identità che trova nelle pratiche di consumo una modalità per realizzarsi. Come nel caso dei giovani laureati di città di prima e seconda fascia, descritti da Francesca Hansstein in uno dei capitoli del volume.

La grande isola alla corte di Xi Jinping

Tra i paesi più poveri al mondo, il Madagascar riveste un ruolo strategico nel disegno geopolitico cinese della Nuova Via della Seta. Non poteva quindi mancare a Pechino il presidente Hery Rajaonarimampianina, a caccia di capitali per rivitalizzare la debole economia malgascia e nel pieno della campagna elettorale per le elezione presidenziali che si terranno a novembre.

China Files is back

La «guida» editoriale di CF è rimasta la stessa, ancora oggi: raccontare la Cina nel modo più semplice possibile, senza sminuire la complessità del paese e mantenendo intatto il rigore e la precisione riguardo cultura e storia cinese. La stessa «guida» è stata utilizzata via via anche per altri paesi asiatici.

La Marina di Pechino supera quella Usa, almeno nei numeri

Dal mito delle spedizioni dell’ammiraglio Zheng He nel XV secolo agli attuali interessi geopolitici del presidente Xi Jinping: dagli anni 2000 è cominciata la trasformazione per rivaleggiare con gli Stati Uniti nel controllo del Pacifico

La minaccia per Xi arriva dai lavoratori, non dagli intellettuali

Quando sembrava che Xi Jinping avesse completamente blindato il Paese al suo volere, attraverso la revoca del limite del mandato…

Il divenire «senza frontiere» della letteratura

Un’intervista con Xia Jia, scrittrice della new wave fantascientifica cinese tra le più influenti e seguite

Se il mondo scopre i campi di rieducazione di Pechino nello Xinjiang

La storia della repressione degli uighuri è lunga e violenta, ma è stata quasi ignorata dal resto del mondo. Fino a questa estate, quando una testimonianza ha fatto scoppiare il caso dei campi di rieducazione: il più grande programma di detenzione di massa in Cina da 60 anni

Operai, studenti e maoisti: lotta di classe cinese in miniatura

Shenzhen, solidarietà con i lavoratori che chiedono la libertà di dare vita a un sindacato. «Non siamo una forza straniera, vogliamo sostegno dal segretario Xi Jinping»

Google potrebbe tornare in Cina, già censurato

Google starebbe ultimando un piano per rientrare in Cina attraverso il progetto di un motore di ricerca già censurato per gli smartphone Android. Lo ha svelato The Intercept. E il suo futuro sembra legato alle relazioni con gli Usa. Ma Google è già tornato in Cina, nel campo dell’Intelligenza Artificiale

Un mascalzone a Pechino

La Cina come professione. Fare paragoni tra epoche lontane tra loro è sempre un azzardo. Esistono però alcune costanti. La vita di Sir Edmund Backhouse, baronetto di sua maestà, rientra nella categoria, quella dei personaggi che attorno alla passione e alla profonda conoscenza dell’Oriente hanno costruito la propria figura. Una nostra recensione dell’«Eremita di Pechino», corposa biografica, pubblicata in Italia nel 1981 e compilata dallo storico Hugh Trevor-Roper

A che punto è la crisi coreana

Dopo il vertice di Singapore le relazioni tra Corea del Nord, Usa e Corea del Sud sono passate in secondo piano nelle cronache internazionali. Mentre sul nucleare le parti sono ancora lontane, Pyongyang ha restituito i resti dei soldati Usa morti in guerra. E tra le due Coree le cose procedono meglio

La guerra delle terre rare tra Cina e Stati Uniti

Sconosciute ai più, le terre rare o lantanidi sono un gruppo di diciassette elementi contenuti in diversi minerali diventati fondamentali nella produzione di un’innumerevole quantità di prodotti ad alto contenuto tecnologico. E da qualche giorno sono sulla lista dei prodotti che Trump vuole colpire con tariffe del 10%

Le ambizioni ferroviarie cinesi incontrano la tecnologia futuribile made in Usa

Lo scorso 19 luglio, il governo del Guizhou ha annunciato il raggiunto accordo con la società californiana Hyperloop Transportation Technologies (HTT) per la costruzione di un tracciato ferroviario nella cittadina da Tongren, che prevede l’utilizzo della tecnologia vagheggiata dal Ceo di Tesla Elon Musk fin dal 2012

Perché la strategia della Cina ha successo in Africa

Xi Jinping è in viaggio in Africa per rafforzare la presenza cinese. La sua strategia ha successo perchè risponde a una reale esigenza mostrata dai Paesi africani: trovare finanziamenti. Oggi è Pechino il motore dell’industrializzazione di gran parte del continente

Il nuovo scandalo vaccini in Cina può far cadere molte teste

Le autorità cinesi accusano la seconda azienda nazionale produttrice di vaccini di aver falsificato i certificati di 256mila dosi. Quindici gli arresti fino ad ora ma lo scandalo potrebbe scuotere anche la politica cinese. Intanto sui social sono forti le critiche e la sfiducia

Pechino minimizza l’esplosione davanti all’ambasciata Usa. Il web ironizza

“Un caso isolato”. Così le autorità cinesi cercano di minimizzare l’esplosione avvenuta questa mattina alle 13.00 ora locale in prossimità dell’ambasciata americana a Pechino. Il web ironizza: “Gli americani [staranno pensando]: ‘è soltanto una scoreggia rispetto alle sparatorie nelle nostre scuole”.

La Chinatown milanese al ritmo di blues

Un omaggio a Jannacci nel primo singolo del cantautore Folco Orselli “Paolo Sarpi Blues”, che racconta la più antica Chinatown italiana, quella di Sarpi – Canonica, rigorosamente in dialetto milanese. Regia ad opera del collettivo di videomaker il Terzo Segreto di Satira.

Il delta dello Yangtze è a corto d’acqua

Il problema è più evidente a Nord, dove è concentrato appena il 20% delle risorse idriche nazionali. Ma intorno al bacino dello Yangtze, il quarto più grande del Paese, la situazione è anche peggiore: la zona è rimasta a secco per dieci giorni di fila e chi vive ai piani alti deve usare le taniche

Gli agenti cinesi alla conquista dell’Australia, su Netflix e nella realtà

La nuova legge contro le interferenze straniere mette nel mirino la rete di agenti cinesi, capace di influenzare la politica australiana a 360 gradi. Sullo sfondo, la crisi nei rapporti tra i due Paesi. Ma il peso economico della Cina continua a crescere. Una serie tv aveva previsto tutto

Pechino combatte lo smog con un nuovo piano triennale

Pechino continua la battaglia per la riduzione dell’inquinamento, soprattutto atmosferico, che secondo uno studio di The Lancet nel 2015 ha ucciso quasi due milioni di cinesi. Preso di mira in particolare il consumo di carbone. Ma anche l’import di spazzatura: Tokio mandava oltre 510mila tonnellate ogni anno, nel 2018 appena 30mila tonnellate

Trump sbraita e «twitta», Pechino chiude accordi

Durante le recenti performance di Trump, il premier cinese, è stato in Europa e ha poi ricevuto a Pechino la delegazione europea composta da Juncker e Tusk, in occasione del ventesimo incontro tra Cina e Ue. Pechino e Washington — in questo momento — rappresentano due strategie opposte: Trump sbraita via Twitter, procede ondivago e ha evidenziato il suo nemico numero uno nell’Iran, mettendo nel mazzo anche l’Unione europea; Pechino avanza nei suoi incontri, nella sua agenda e nelle risposte allo scontro commerciale in atto in silenzio, ma pare prontissima a sfruttare gli spazi offerti dalla prorompente dialettica di Trump

Cosa accadrà ora che la Cina non acquista gli scarti di plastica dell’occidente?

Per 25 anni la Cina ha raccolto circa il 45% della plastica riciclabile del mondo, di cui la maggior parte proveniente dall’occidente. Dal 2018 tuttavia, le autorità hanno impedito l’importazione di plastica dall’estero, a tutela dell’ambiente. Un nuovo studio della Scientific Advances affronta l’impatto della nuova legge cinese, affermando come entro il 2030 circa 111 milioni di tonnellate metriche di rifiuti plastici saranno dislocat

Perché ora la Ue si piega ai desideri della Cina

Vaghi riferimenti ai diritti umani, silenzi sul mar cinese meridionale, ok al bullismo su Taiwan. All’annuale summit Cina-Ue, Bruxelles regala al partner rilevanti vittorie. Una risposta a Trump? Non solo. Pesa il nuovo rapporto con Berlino. E il timore per l’ostpolitik europea di Pechino

Cervelli in fuga oltre muraglia

Fino a pochi anni fa si contavano sulle dita di una mano, oggi i ricercatori e professori italiani operanti in Cina, sono molti e piuttosto attivi. Talmente attivi da essersi riuniti nell’Associazione degli Accademici Italiani in Cina (AAIIC)

L’UE a scuola di economia circolare dalla Cina

I cinesi sono stati antesignani in materia di economia circolare, in cinese xunhuan jingji o anche economia di riciclaggio, cyclic…

Dazi: Pechino prepara gli ammortizzatori

L’ultima provocazione di Washington — che in caso di reticenza cinese potrebbe salire a 500 miliardi — verrà arginata con non meglio precisate “misure qualitative”. Dicitura che, secondo fonti interne alla leadership cinese ascoltate dal Wall Street Journal, preannuncia tempi duri per l’imprenditoria a stelle e strisce operante sul mercato d’oltre Muraglia e non solo

L’inverno di Liu Xia è finito

Non sapremo mai se la visita di Li Keqiang di questi giorni a Berlino o quella precedente di Merkel a Pechino abbiano portato al suo rilascio. Il Global Times accenna a una generale perdita di interesse nei confronti delle vicissitudini della poetessa

Liu Xia, la poetessa triste

Liu è stata liberata ieri dopo otto anni di domiciliari. Comincerà una nuova vita in Europa per scacciare la depressione. Riprendiamo un suo ritratto scritto per Amnesty nel novembre 2017

Vite attraversate dalla storia

Due donne, due cinesi che oggi sono professioniste affermate. Xiaolu Guo è una scrittrice e regista, Zhu Xiao-Mei è una…

In Cina il caffè sta prendendo il posto del tè

Le regioni del tè diventano leader nel produrre caffè. Lo Yunnan, regione cinese famosa per la coltivazione di tè tradizionali come il Pu’er, produce il 99% del caffè cinese, quanto Kenya ed El Salvador messi insieme. Nonostante la minaccia di un ingente perdita culturale, qui le piantagioni sono raddoppiate negli ultimi 7 anni e in sinergia col tè stanno generando nuove qualità di arabica e robusta.

Il bullismo globale della Cina su Taiwan piega anche le multinazionali

Fioccano sanzioni contro le aziende straniere che riconoscono di fatto l’altra Cina, anche solo usando la parola Taiwan. E le compagnie si piegano. Una conferma dell’irrigidimento dei rapporti Pechino-Taipei. Ma anche dell’acquiescenza globale di fronte al nuovo nazionalismo cinese

Laboratorio Xinjiang

Nell’estremo Ovest cinese Pechino applica i progressi compiuti nell’industria 4.0 alle più sofisticate tecniche di sorveglianza con l’obiettivo di debellare “i tre mali” (estremismo, terrorismo e separatismo)

Con i crediti sociali la Cina impone prove di fedeltà alle aziende straniere

Il sistema dei crediti sociali cinese lede la sovranità di altri Stati, chiedendo prove di fedeltà politica anche alle aziende straniere che operano nella Repubblica Popolare, denunciano studi recenti. Che lanciano l’allarme sull’uso dei Big Data da parte di Pechino

Il vertice di Singapore visto da Pechino

Le passate ostilità e i timori di una possibile emarginazione di Pechino dai negoziati sono tutt’ora riscontrabili nella cauta copertura riservata dai media statali all’indomani del summit

La molteplicità cinese nella moda

Siamo abituati a considerare i consumatori cinesi come fruitori acritici dei brand occidentali. In realtà le cose stanno cambiando e le nuove generazioni si fanno sempre più spesso interpreti della volontà del paese di esprimere una nuova narrativa di sé verso l’esterno

Trasportatori cinesi in sciopero: trema l’e-commerce

Gli scioperi dei camionisti seguono a stretto giro la levata di scudi inscenata ad aprile da gruisti e operai del settore edile in circa venti province. Entrambe le proteste presentano elementi di rottura rispetto alle forme di contestazione utilizzate in passato

Dalla Cina i “droni-colomba”

Già utilizzati da oltre 30 agenzie militari e governative cinesi in almeno cinque province del Paese, i droni imitano fedelmente il battito delle ali di un uccello nelle azioni di salita, discesa e volteggio nell’aria

L’esame di maturità e il dibattito sull’eguaglianza scolastica in Cina

Il gaokao è sempre stato ed è tutt’ora la bestia nera degli studenti cinesi: dal gaokao dipende la tua vita, si dice in Cina, e non è del tutto sbagliato. L’esame, in verità, ha subito e sta subendo una serie di riforme significative a partire dal secondo decennio del XXI secolo anche in termini di contenuti, tuttavia, almeno per ora, esso mantiene intatto il suo potenziale

Il “fenomeno Dragonetti” visto dalla Cina

Si chiama Carlo Dragonetti, ha 24 anni, viene da Trani ed è diventato il simbolo dei “cervelli in fuga” dall’Italia. Ma nel suo ironico discorso di fine corso, i cinesi vedono tutt’altro: il riconoscimento della propria superiorità culturale ma anche un esempio da seguire

Un video per riconoscere la schiavitù

Le stime globali sulle forme di schiavitù moderna elaborate dall’ OIL nel 2017 indicano in 40.3 milioni di persone le vittime di moderna schiavitù al mondo, pari a 5.4 vittime ogni 1000 persone con una forte incidenza di minori e donne. Oltre la Muraglia il fenomeno assume come sempre “caratteristiche cinesi”

Perché la Cina dirà ciao agli Stati Uniti

Gli investimenti cinesi negli Usa sprofondano del 92% su base annua e da gennaio sono già saltate operazioni per 2 miliardi di dollari, tra cui il passaggio di MoneyGram ad AntFinancial del gruppo Alibaba e quello del fondo SkyBridge alla conglomerata Hn

La memoria espropriata

Un’intervista alla scrittrice sino-malese, ospite al Taobuk di Taormina. Dolente e sinfonico, «Non dite che non abbiamo niente» è il suo ultimo titolo tradotto in italiano

La muraglia cinese contro i rifugiati

Secondo un sondaggio il 97% degli intervistati sarebbe contrario ad accogliere rifugiati in Cina. Oggi sono pochissimi. Pesano razzismo strisciante e l’idea che i profughi siano causati dall’occidente. Ma la chiusura è parte di una tendenza più ampia che riguarda tutti gli stranieri

Trump sta regalando l’Asia alla Cina?

La politica di Trump disorienta molti Stati asiatici. Così dalle Filippine al Vietnam, anche se cresce il malumore per l’assertività militare cinese le porte si aprono davanti a Pechino, l’unica a garantire la benzina economica. La sfida potrebbe decidersi in Corea

Quali possibilità la nuova Via della Seta apre per il Mediterraneo

Un’opportunità per riaffermare il proprio posto nella storia, rincorrendo attraverso gli scambi marittimi uno sviluppo socio-economico senza precedenti

Pechino controllerà ogni automobile con un chip

I segnali verranno recepiti da appositi dispositivi di lettura istallati lungo la strada e tradotti in dati di identificazione (come il numero di targa e il colore dell’automobile) per poi essere trasferiti al ministero della Sicurezza Pubblica, il dicastero che supervisiona le forze di polizia e coordina il progetto in accordo con gli standard approvati dall’Istituto di ricerca per la gestione del traffico

Nuovo assetto, ci guadagna la Cina

Pax asiatica. A Pechino serve un’Asia che non sia turbolenta per il suo sviluppo economico, per la Nuova via della Seta, per la vendita anche all’estero di robotica e prodotti legati all’intelligenza artificiale

Dove il fantastico e l’assurdo si toccano

YU HUA. Un’intervista con lo scrittore cinese ospitato a Cagliari. Aver narrato i nodi storici, spesso violenti e caotici, lo ha avvicinato anche ai lettori occidentali. Tra i suoi volumi «Vivere», «Cronache di un venditore di sangue», «Brothers» e « Il settimo giorno»

I giovani milionari cinesi del Livestreaming

Da venditore ambulante a re multimilionario del Livestreaming cinese con oltre 22 milioni di followers e 11 milioni di incassi. Parliamo del ventitreenne MC Tianyou e della rivoluzione Live che sta segnando il futuro dei Social Media. Un mercato che vale già 5 miliardi in Cina e che presto esploderà anche qui da noi

I giovani cinesi parlano la Lingua dei Marziani e sfidano l’autorità

Dalla semplificazione linguistica di Mao ad oggi la lingua cinese si è notevolmente evoluta. Nonostante i tentatativi del governo di preservare la sua purezza, di standardizzarla o censurarla, i cinesi hanno sempre trovato nuovi modi di espressione, fino ad arrivare a creare un linguaggio che unisce alfabeto romano, cirillico, giapponese, fonetico, numeri e persino emoticon, la cosiddetta Lingua dei Marziani

Professione: manager della sensibilità sociale

Alessandro Rolandi è il manager per le ricerche sulla sensibiltà sociale alla Bernard Controls di Pechino. Nell’impianto industriale usa l’arte per creare momenti di disturbo nella catena di montaggio.

Cina, la classe operaia non va in paradiso

Ventuno mesi di detenzione per Meng Han, uno degli attivisti per i diritti dei lavoratori arrestato in un giro di vite alla fine del 2015. La notizia non è nuova, risale al 3 novembre, e ha già suscitato le proteste delle maggiori organizzazioni sindacali internazionali. Ma offre l’occasione per fare il punto sulle lotte dei lavoratori in Cina, cresciute di numero negli ultimi anni.

Pazzia e superstizioni nella Cina rurale

Nelle campagne cinesi, le superstizioni, la medicina tradizionale, l’agopuntura, e il Tai Chi giocano ancora importanti ruoli complementari nel trattamento di pazienti con disturbi mentali, tutt’oggi considerati alla stregua di semplici sbilanciamenti energetici o di influssi demoniaci. Ignoranza, inadeguatezza delle strutture e pubblico decoro alimentano l’affezione delle zone rurali per le vecchie pratiche discutibili.

Gran Bazar Asia Centrale

Mercanti, avventurieri, predoni, spie: tra Ottocento e Novecento l’Asia Centrale attirava di tutto. Ma cosa succede oggi lungo la Nuova Via della Seta, il progetto lanciato ufficialmente nel 2013 per sviluppare il sistema infrastrutturale e logistico tra Cina, Africa ed Europa attraverso l’Asia Centrale e Meridionale? Un reportage dal «cuore dell’Asia» fa luce sugli aspetti meno noti del progetto a trazione cinese e oggi vero pilastro della politica estera di Pechino. Ne pubblichiamo un estratto per gentile concessione di Informant

Hong Kong si dà al porno, la Cina sbircia

Luci soffuse, kimono, tappetini di bambù e corde. Sono le armi del mestiere del bondage erotico giapponese con cui Tracy Wong e gli animatori del collettivo culturale Goooood Secrets hanno aperto le danze dell’Orgasmo Festival 2016, una prima assoluta per Hong Kong. Luci soffuse, kimono, tappetini di bambù e corde. Sono le armi del mestiere del bondage erotico giapponese con cui Tracy Wong e gli animatori del collettivo culturale Goooood Secrets hanno aperto le danze dell’Orgasmo Festival 2016, una prima assoluta per Hong Kong

Hong Kong: Il mistero dei librai scomparsi

Cinque uomini collegati alla stessa libreria di Causeway Bay sono scomparsi nelle scorse settimane. Dopo l’ultimo caso, si sospetta fortemente la “longa manus” di Pechino, che colpirebbe le voci dissenzienti dell’ex colonia britannica. E qualche volta perfino il gossip.

Sulla nuova via della seta #2

Dall’indipendenza ad oggi, il Kirghizistan è passato attraverso una rivoluzione colorata, un colpo di Stato e quattro presidenti. Il pericolo di una colonizzazione cinese è stato (ed è) sovente imbracciato dall’opposizione politica per contestare l’amministrazione di turno, accusata di svendere il paese al gigante della porta accanto. Il reportage di Alessandra Colarizi per China Files.

Sustanalytics – Futuro integrato

it

Sustanalytics – In difesa dell’ambiente

it

Sustanalytics – Paese che vai, audit che trovi

it

Sustanalytics – Sharing Economy in Cina

it

Sustanalytics – Un tetto (per due) ai cambiamenti climatici

it

Sustanalytics – Big data per la sostenibilità

it

Sustanalytics – La valenza politica del consumo

it

Sustanalytics – Innovazione e management in Cina

it

Hong Kong, la città espropriata

Storia sociale di Hong Kong, per capire da dove arrivano il malessere e l’attivismo sociale che oggi si traducono nel movimento Occupy. Una città unica per la sua genesi, la sua collocazione al crocevia di culture, la sua stessa conformazione urbana. E anche se investita dalla globalizzazione che ne mina la singolarità, può ancora dare qualcosa al gigante dietro le spalle.

Sustanalytics – Xi Jinping e Modi disertano il Climate Summit 2014

it

Sustanalytics – Pulisci il piatto!

it

Dashilar la Pechino che resiste alle ruspe

Un quartiere miracolosamente sopravvissuto. Designer, architetti e sviluppatori immobiliari si sono posti il problema di come rivitalizzare l’area senza lacerare definitivamente il suo tessuto urbano e sociale. E’ nato il progetto Dashila(b). Per dimostrare che un altro sviluppo è possibile.

A Dandong la Cina guarda la Corea del Nord

Nel Dongbei. Dove due mondi opposti si osservano da pochi metri. Da un lato luci di notte e fracasso di giorno nel chiassoso turbocapitalismo di una Cina ancora formalmente socialista. Dall’altro il buio e il silenzio della Corea del Nord. In mezzo il fiume Yalu.

Scoprire la Pechino autentica a Gulou

Nel quartiere delle torri del Tamburo e della Campana, tra le minuscole case a un piano caratteristiche della città antica e con uno sguardo a due delle rare piazze pechinesi. Tra la Città proibita e lo stadio. Guida ai locali sorti su terrazze e dentro antichi templi.

L’inaspettato Xinjiang

Viaggio nella terra degli uiguri. Dalla capitale Urumqi a Kuqa in pullman. E da qui fino a Kashgar, sede dell’immenso mercato, in treno esplorando la “nuova frontiera” nell’estremo occidente dell’Impero di Mezzo, crogiolo di popoli dalla convivenza non sempre pacifica.

Sustanalytics – Il diktat cinese e la causa animalista

it

Sustanalytics – Il rischio “bolla del carbonio”

it

Sustanalytics – Think tank con caratteristiche cinesi

it

Sustanalytics – Gas esilarante, l’euforia cinese per il gas di scisto

it

Allenarsi nella culla del taijiquan

Viaggio assieme a una maestra di Schio a Chenjiagou, villaggio culla dell’arte marziale morbita del taijiquan. Un’esperienza nella Cina rurale fatta di allenamenti ed esercizio, sotto la guida dei maestri eredi della tradizione della famiglia Chen.

Turpan, sulla via della seta

Autunno, la stagione migliore per visitare lo Xinjiang, estremo Occidente della Cina. Qui, dove le civiltà si incontrano (e spesso scontrano), sulle antiche rotte della Via della Seta, si può fare il pieno di storia, cultura e sapori. China Files vi porta a Turpan, un’oasi a 150 metri sotto il livello del mare.

Dai nostri archivi – Niente più tour forzati

La cattiva notizia per i turisti in Cina è che pagheranno di più i pacchetti di viaggio. La buona è che non  saranno più costretti, spesso contro la loro volontà, a giri forzati dentro negozi e ad altre attività extra decise dalle guide, da oggi messi al bando

Ripartire dalla Costituzione. Intervista a Wang Hui

“Il Paese del dragone ha bisogno di riscrivere la Costituzione, per entrare a pieno titolo tra i grandi della terra del XXI secolo”, ci spiega Wang Hui, tra gli intellettuali più influenti della nuova sinistra cinese.

Il meglio di China Files – A un anno dalla “comune” di Wukan

I contadini di Wukan sono stati ingannati in nome della stabilità. Ma rimane il fatto che è stato uno tra gli esperimenti di democrazia più interessanti degli ultimi anni. China Files intervista Johan Lagerkvist, professore dello Swedish Insitute of International Affair e autore dell’articolo “The Wukan Uprising and Chinese State-Society Relations”

Chongqing. La Gotham City d’oriente

Chongqing, la Gotham City d’oriente che ha fatto da sfondo alla vicenda di Bo Xilai. Un nostro reportage.

Il meglio di China Files – Ora e qui: il primo libro in cinese di Ai Weiwei

Nel settembre 2010, il primo libro in lingua cinese di Ai weiwei viene pubblicato dalla Guangxi Normal University; la versione in vendita ha passato la cesoia dell’ufficio di propaganda. Il libro raccoglie articoli, commenti, recensioni e interviste che questo caleidoscopico personaggio cinese ha creato negli anni tra il 2005 e il 2008. China Files ne ha tradotto un estratto.