La misteriosa morte del cuoco dell’Hubei

In by Simone

Ne ha dato notizia anche il Quotidiano del Popolo. Un cuoco di un albergo di Shishou muore. Suicidio per la polizia, omicidio per la popolazione locale, che scende per strada, attacca l’albergo e le forze dell’ordine accorse per ristabilire la calma.

Ne è segutio un week end di scontri, mentre le notizie riportate oggi dalle principali fonti di stampa cinese parlano di un ritorno alla calma. Dopo il caso di Deng Yujiao, la ragazza che ha ucciso un funzionario dopo un tentativo di violenza sessuale all’interno di un bar karaoke, poi assolta per infermità mentale e divenuta una sorta di eroina popolare, rimane la sensazione del moltiplicarsi di eventi contro l’arroganza del potere e dei suoi interpreti.

Secondo le ricostruzioni infatti, il cuoco, Tu Yuangao, 24 anni, sarebbe rimasto vittima di un losco giro legato a droga e prostituzione, gestito dal proprietario dell’albergo presso il quale il ragazzo lavorava. La rabbia scaturirebbe dal fatto che il padrone dell’albergo, sarebbe un parente del sindaco della cittadina. Da questo collegamento sono nate le proteste contro un nuovo sospetto caso di protezione di qualche potente (come avvenuto in altri casi di cronaca nera nell’ultimo anno).

Numerose le auto della polizia danneggiate, non risulta nessun arresto, mentre la situazione sembra tornare alla normalità.