Google potrebbe tornare in Cina, già censurato

Google starebbe ultimando un piano per rientrare in Cina attraverso il progetto di un motore di ricerca già censurato per gli smartphone Android. Lo ha svelato The Intercept. E il suo futuro sembra legato alle relazioni con gli Usa. Ma Google è già tornato in Cina, nel campo dell’Intelligenza Artificiale

La guerra delle terre rare tra Cina e Stati Uniti

Sconosciute ai più, le terre rare o lantanidi sono un gruppo di diciassette elementi contenuti in diversi minerali diventati fondamentali nella produzione di un’innumerevole quantità di prodotti ad alto contenuto tecnologico. E da qualche giorno sono sulla lista dei prodotti che Trump vuole colpire con tariffe del 10%

Il nuovo scandalo vaccini in Cina può far cadere molte teste

Le autorità cinesi accusano la seconda azienda nazionale produttrice di vaccini di aver falsificato i certificati di 256mila dosi. Quindici gli arresti fino ad ora ma lo scandalo potrebbe scuotere anche la politica cinese. Intanto sui social sono forti le critiche e la sfiducia

Economia nordcoreana ai minimi da 20 anni

Lo riporta la Banca centrale sudcoreana, secondo la quale il Pil del Regno eremita ha riportato una contrazione del 3,5% su base annua, il calo più netto dopo il crollo del 6,5% del 1996, anno della grave carestia che è costata la vita a un milione di persone

Pechino minimizza l’esplosione davanti all’ambasciata Usa. Il web ironizza

“Un caso isolato”. Così le autorità cinesi cercano di minimizzare l’esplosione avvenuta questa mattina alle 13.00 ora locale in prossimità dell’ambasciata americana a Pechino. Il web ironizza: “Gli americani [staranno pensando]: ‘è soltanto una scoreggia rispetto alle sparatorie nelle nostre scuole”.

L’uomo più ricco d’Asia e gli altri multimiliardari che si mangiano l’India

Mukesh Ambani scalza Jack Ma dal trono di uomo più ricco d’Asia. È l’incarnazione di un capitalismo clientelare in mano a un ristretto club di multimiliardari, grazie a un modello di sviluppo che provoca una disuguaglianza economica senza pari

Il Jefta è realtà: Tokyo celebra l’Abenomics l’Ue «la libertà dei mercati»

Dazi aboliti per 58 miliari di esportazioni verso il Giappone e 54 miliardi di importazioni europee

Perché ora la Ue si piega ai desideri della Cina

Vaghi riferimenti ai diritti umani, silenzi sul mar cinese meridionale, ok al bullismo su Taiwan. All’annuale summit Cina-Ue, Bruxelles regala al partner rilevanti vittorie. Una risposta a Trump? Non solo. Pesa il nuovo rapporto con Berlino. E il timore per l’ostpolitik europea di Pechino

Corea del Nord, il parallelo della propaganda

Iconografia asiatica. Il recente riavvicinamento con Trump ridisegna la traiettoria simbolica di Pyongyang da sempre vicina allo stile di Pechino. Il linguaggio utilizzato nei poster non esprime solo una visione del mondo; ma mostra quali siano le leve emotive sulle quali gioca il mantenimento del consenso

Così in Pakistan l’esercito mette in scena le elezioni

La definitiva liquidazione per via giudiziaria dell’ex premier Nawaz Sharif, caduto in disgrazia presso i militari, apre la strada all’ascesa dell’ex stella del cricket Imran Khan. E conferma a meno di due settimane dal voto lo strapotere dell’esercito nella democrazia pakistana

Cervelli in fuga oltre muraglia

Fino a pochi anni fa si contavano sulle dita di una mano, oggi i ricercatori e professori italiani operanti in Cina, sono molti e piuttosto attivi. Talmente attivi da essersi riuniti nell’Associazione degli Accademici Italiani in Cina (AAIIC)

Un Buddha di Stato per 13 cinghiali

Thailandia. Salvi i ragazzini thailandesi bloccati nella mistica grotta di Tham Luang Non. Una vittoria per la junta militare che…

Dazi: Pechino prepara gli ammortizzatori

L’ultima provocazione di Washington — che in caso di reticenza cinese potrebbe salire a 500 miliardi — verrà arginata con non meglio precisate “misure qualitative”. Dicitura che, secondo fonti interne alla leadership cinese ascoltate dal Wall Street Journal, preannuncia tempi duri per l’imprenditoria a stelle e strisce operante sul mercato d’oltre Muraglia e non solo

L’inverno di Liu Xia è finito

Non sapremo mai se la visita di Li Keqiang di questi giorni a Berlino o quella precedente di Merkel a Pechino abbiano portato al suo rilascio. Il Global Times accenna a una generale perdita di interesse nei confronti delle vicissitudini della poetessa

Liu Xia, la poetessa triste

Liu è stata liberata ieri dopo otto anni di domiciliari. Comincerà una nuova vita in Europa per scacciare la depressione. Riprendiamo un suo ritratto scritto per Amnesty nel novembre 2017

In Cina il caffè sta prendendo il posto del tè

Le regioni del tè diventano leader nel produrre caffè. Lo Yunnan, regione cinese famosa per la coltivazione di tè tradizionali come il Pu’er, produce il 99% del caffè cinese, quanto Kenya ed El Salvador messi insieme. Nonostante la minaccia di un ingente perdita culturale, qui le piantagioni sono raddoppiate negli ultimi 7 anni e in sinergia col tè stanno generando nuove qualità di arabica e robusta.

India: le fake news via Whatsapp continuano a mietere vittime

Ventidue morti negli ultimi due mesi. Le vittime sono state linciate dalla folla aizzata da false notizie raccapriccianti. Delhi chiama in causa il social network, che vara contromisure. Ma serviranno a poco finché verrà tollerata la giustizia fai da te delle folle inferocite

Il bullismo globale della Cina su Taiwan piega anche le multinazionali

Fioccano sanzioni contro le aziende straniere che riconoscono di fatto l’altra Cina, anche solo usando la parola Taiwan. E le compagnie si piegano. Una conferma dell’irrigidimento dei rapporti Pechino-Taipei. Ma anche dell’acquiescenza globale di fronte al nuovo nazionalismo cinese

L’estrema destra recluta seguaci con i Manga

  All’inizio del 2017, un video fece scandalo su Weibo, il twitter cinese. L’amministratore delegato di una importante catena di…

Laboratorio Xinjiang

Nell’estremo Ovest cinese Pechino applica i progressi compiuti nell’industria 4.0 alle più sofisticate tecniche di sorveglianza con l’obiettivo di debellare “i tre mali” (estremismo, terrorismo e separatismo)

Con i crediti sociali la Cina impone prove di fedeltà alle aziende straniere

Il sistema dei crediti sociali cinese lede la sovranità di altri Stati, chiedendo prove di fedeltà politica anche alle aziende straniere che operano nella Repubblica Popolare, denunciano studi recenti. Che lanciano l’allarme sull’uso dei Big Data da parte di Pechino

Mondiali, il Giappone conquista anche i cinesi

La nazionale di calcio giapponese è stata eliminata dal Belgio in uno scontro diretto valevole per gli ottavi di finale dei Mondiali di Russia. Nonostante la sconfitta, la compagine di coach Nishino rimane l’unica nazionale asiatica ad aver raggiunto la seconda fase del torneo. E a ispirare milioni di tifosi in Asia orientale

La molteplicità cinese nella moda

Siamo abituati a considerare i consumatori cinesi come fruitori acritici dei brand occidentali. In realtà le cose stanno cambiando e le nuove generazioni si fanno sempre più spesso interpreti della volontà del paese di esprimere una nuova narrativa di sé verso l’esterno

Trasportatori cinesi in sciopero: trema l’e-commerce

Gli scioperi dei camionisti seguono a stretto giro la levata di scudi inscenata ad aprile da gruisti e operai del settore edile in circa venti province. Entrambe le proteste presentano elementi di rottura rispetto alle forme di contestazione utilizzate in passato

L’esame di maturità e il dibattito sull’eguaglianza scolastica in Cina

Il gaokao è sempre stato ed è tutt’ora la bestia nera degli studenti cinesi: dal gaokao dipende la tua vita, si dice in Cina, e non è del tutto sbagliato. L’esame, in verità, ha subito e sta subendo una serie di riforme significative a partire dal secondo decennio del XXI secolo anche in termini di contenuti, tuttavia, almeno per ora, esso mantiene intatto il suo potenziale

Il “fenomeno Dragonetti” visto dalla Cina

Si chiama Carlo Dragonetti, ha 24 anni, viene da Trani ed è diventato il simbolo dei “cervelli in fuga” dall’Italia. Ma nel suo ironico discorso di fine corso, i cinesi vedono tutt’altro: il riconoscimento della propria superiorità culturale ma anche un esempio da seguire

Quali possibilità la nuova Via della Seta apre per il Mediterraneo

Un’opportunità per riaffermare il proprio posto nella storia, rincorrendo attraverso gli scambi marittimi uno sviluppo socio-economico senza precedenti

I giovani milionari cinesi del Livestreaming

Da venditore ambulante a re multimilionario del Livestreaming cinese con oltre 22 milioni di followers e 11 milioni di incassi. Parliamo del ventitreenne MC Tianyou e della rivoluzione Live che sta segnando il futuro dei Social Media. Un mercato che vale già 5 miliardi in Cina e che presto esploderà anche qui da noi

I giovani cinesi parlano la Lingua dei Marziani e sfidano l’autorità

Dalla semplificazione linguistica di Mao ad oggi la lingua cinese si è notevolmente evoluta. Nonostante i tentatativi del governo di preservare la sua purezza, di standardizzarla o censurarla, i cinesi hanno sempre trovato nuovi modi di espressione, fino ad arrivare a creare un linguaggio che unisce alfabeto romano, cirillico, giapponese, fonetico, numeri e persino emoticon, la cosiddetta Lingua dei Marziani

Cronache dall’Asia Centrale

Dal crollo dell’URSS alla minaccia del jihadismo: storia recente di una porzione di mondo contesa tra superpotenze.

Dragonomics – Le novità del Lianghui

Nell’anno del congresso del Partito comunista al potere, la Cina gioca la carta della prudenza sul piano economico. Crescita del Pil del 6,5 per cento «o più alta se possibile» è l’obiettivo per il 2017. Di solito, una profezia che si autoavvera.

Kirghizistan, storie dalla nuova Via della Seta

Un audioreportage dalla porta d’ingresso della Cina in Asia Centrale, prima tappa della nuova Via della Seta. I vecchi “commercianti navetta” post-sovietica e la Cina che avanza sulle frequenze di “Laser”, Rete 2 della Radio Svizzera Italiana.

Dragonomics – La nuova squadra di Xi prende forma

Xi Jinping rafforza il proprio controllo sulla gestione dell’economia cinese. Nell’anno del Congresso è partito il rimpasto all’interno di autorità di vigilanza e ministeri. Si fa da parte anche il presidente del potente fondo sovrano Cic, forse per incarichi di maggiore prestigio nell’amministrazione pubblica.

Omicidi extragiudiziari, ecco il super-testimone che può inchiodare Duterte

È ricomparso all’improvviso, Arthur Lascañas, il supertestimone che dovrebbe provare le accuse di omicidi extragiudiziali compiuti dal presidente filippino Rodrigo Duterte quando era sindaco di Davao, accuse che potrebbero portare al suo impeachment.

Dragonomics – Wanda & Co puntano le banche europee

Si parla di un possibile interesse del gruppo Wanda per le banche europee. Intanto Hna è spuntato nel capitale di Deutsche Bank con una quota di poco superiore al 3%. Una nuova possibile frontiera degli investimenti cinesi nel Vecchio Continente.

In Cina e Asia – La Cina sospende l’import di carbone nordcoreano

it

Alcune ipotesi sull’omicidio di Kim Jong Nam

it

Le biciclette di Pechino (revisited)

it

Dragonomics – Il Gallo cinese sulla scena globale

Nell’anno del Gallo la Cina si presenta come un attore responsabile nello scacchiere globale. L’economia continua la frenata, ma si cerca di adattarla. Resta l’incognita dei rapporti con l’amministrazione di Donald Trump

La globalizzazione prudente di Pechino

I giorni compresi tra il 17 e il 20 gennaio 2017 potrebbero segnare l’inizio del «secolo asiatico», cioè il momento in cui gli Stati Uniti hanno abbandonato il loro ruolo di leader globale e la Cina ne ha preso il testimone. Ma cosa sarà la globalizzazione secondo caratteristiche cinesi? Non si sa, ma qualche segnale forse già si vede

Filippine, stop alla guerra alla droga, Duterte ordina purghe nella polizia

Il presidente delle Filippine Rodrigo Duterte ha annunciato domenica scorsa lo stop — anche se solo momentaneo — alla guerra alla droga che da mesi insanguina le strade del paese asiatico. La decisione arriva in seguito alle rivelazioni sulla morte di un uomo d’affari sudcoreano rapito e ucciso ad ottobre del 2016 che coinvolgerebbero le famigerate unità speciali anti-droga della polizia filippina.

Giappone, per Tokyo 2020 wc intelligenti e mappe cittadine a prova di turista

it

Dragonomics – Il Beijing Guo’an vale più del Milan

it

Bonus e stipendi triplicati a chi rinuncia al Capodanno

it

L’innovazione di Xi Jinping

it

Dragonomics – Stampa economica sotto tutela

it

Professione: manager della sensibilità sociale

Alessandro Rolandi è il manager per le ricerche sulla sensibiltà sociale alla Bernard Controls di Pechino. Nell’impianto industriale usa l’arte per creare momenti di disturbo nella catena di montaggio.

Davos, la ricetta di Xi per l’economia globale: zero barriere, impegno e «frugalità»

it

Dragonomics – Il calcio cinese si dà una regolata

it

Myanmar: militari nei villaggi rohingya, è «pulizia etnica»

Da mesi l’esercito birmano presidia lo stato di Rakhine, dove vivono i rohingya minoranza musulmana non riconosciuta del Bangladesh. La foto di un bambino morto nella fuga verso il Bangladesh ha rivelato al mondo l’entità della persecuzione. E ora la comunità internazionale chiede al premio Nobel Aung San Suu Kyi, ministro degli Esteri, di fermare le violenze.

Dragonomics – Rischio Trump sugli investimenti cinesi

it

Alibaba ritorna nella lista nera degli Usa

it

L’ascesa di Wang Qishan, il Torquemada cinese

it

Gran Bazar Asia Centrale

Mercanti, avventurieri, predoni, spie: tra Ottocento e Novecento l’Asia Centrale attirava di tutto. Ma cosa succede oggi lungo la Nuova Via della Seta, il progetto lanciato ufficialmente nel 2013 per sviluppare il sistema infrastrutturale e logistico tra Cina, Africa ed Europa attraverso l’Asia Centrale e Meridionale? Un reportage dal «cuore dell’Asia» fa luce sugli aspetti meno noti del progetto a trazione cinese e oggi vero pilastro della politica estera di Pechino. Ne pubblichiamo un estratto per gentile concessione di Informant

Hong Kong si dà al porno, la Cina sbircia

Luci soffuse, kimono, tappetini di bambù e corde. Sono le armi del mestiere del bondage erotico giapponese con cui Tracy Wong e gli animatori del collettivo culturale Goooood Secrets hanno aperto le danze dell’Orgasmo Festival 2016, una prima assoluta per Hong Kong. Luci soffuse, kimono, tappetini di bambù e corde. Sono le armi del mestiere del bondage erotico giapponese con cui Tracy Wong e gli animatori del collettivo culturale Goooood Secrets hanno aperto le danze dell’Orgasmo Festival 2016, una prima assoluta per Hong Kong

Sulla nuova via della seta #3

La nuova incognita si chiama Unione economica eurasiatica (UEE), piano di ricomposizione economica varato da Vladimir Putin con l’intento di rendere l’evanescente comunità post-sovietica degli Stati indipendenti (CSI) qualcosa di più solido. Se di nuovo Grande Gioco si tratta, questo coinvolge ben più di tre rivali. Il reportage di Alessandra Colarizi per China Files.

Il meglio di China Files – Hong Kong, la città espropriata

Storia sociale di Hong Kong, per capire da dove arrivano il malessere e l’attivismo sociale che oggi si traducono nel movimento Occupy. Una città unica per la sua genesi, la sua collocazione al crocevia di culture, la sua stessa conformazione urbana. E anche se investita dalla globalizzazione che ne mina la singolarità, può ancora dare qualcosa al gigante dietro le spalle. Correva l’anno 2014.

Il meglio di China Files – Ripartire dalla Costituzione. Intervista a Wang Hui

In vista di una nostra imminente “rinascita” (stay tuned), riproponiamo alcuni pezzi che hanno fatto la storia di China Files. Cominciamo con un’intervista a Wang Hui, tra gli intellettuali più influenti della nuova sinistra cinese. Il Paese del dragone ha bisogno di riscrivere la Costituzione, per entrare a pieno titolo tra i grandi della terra del XXI secolo, spiega l’esperto.
A domani con un reportage dalla Chongqing di Bo Xilai.

Il meglio di China Files – A un anno dalla “comune” di Wukan

I contadini di Wukan sono stati ingannati in nome della stabilità. Ma rimane il fatto che è stato uno tra gli esperimenti di democrazia più interessanti degli ultimi anni. Nel 2013 China Files intervistava Johan Lagerkvist, professore dello Swedish Insitute of International Affair e autore dell’articolo “The Wukan Uprising and Chinese State-Society Relations”

Il meglio di China Files – Chongqing. La Gotham City d’oriente

Chongqing, la Gotham City d’oriente ha fatto da sfondo alla vicenda di Bo Xilai. Riproponiamo il reportage realizzato da China Files nel 2012 con focus sull’amministrazione Bo Xilai: propaganda e politiche sociali; un tasso di crescita del 16,4 per cento e un disavanzo di oltre 10 miliardi di euro. E il popolo rimpiange Bo

Il meglio di China Files – Ora e qui: il primo libro in cinese di Ai Weiwei

Nel settembre 2010, il primo libro in lingua cinese di Ai weiwei viene pubblicato dalla Guangxi Normal University; la versione in vendita ha passato la cesoia dell’ufficio di propaganda. Il libro raccoglie articoli, commenti, recensioni e interviste che questo caleidoscopico personaggio cinese ha creato negli anni tra il 2005 e il 2008. China Files ne ha tradotto un estratto.