Speciale – Il clima in Cina

Nel corso del Climate Action Summit, apertosi ieri alle Nazioni Unite a New York, e degli eventi paralleli che si susseguiranno durante la settimana, verranno gettate le basi in vista della venticinquesima Conferenza mondiale sul clima (COP25) di dicembre in Cile. La Cina é sotto i riflettori. Come primo emettitore al mondo di gas serra, Pechino ha delle enormi responsabilità, accresciute dal vuoto politico che si è creato con l’uscita di scena di Usa e Brasile dalla diplomazia climatica. Quella che vi proponiamo di seguito é una guida ragionata alla questione climatico/ambientale in Cina, così come si è articolata nella copertura dell’ultimo anno di China Files.
Buona lettura!

Sustanalytics – Pechino e la carta dell’ingegneria climatica per salvare il pianeta

Ad estremi mali, estremi rimedi. Gli esperti affermano che quello appena trascorso è il giugno più caldo nella storia dell’umanità. Una conferma, se ce ne fosse ancora bisogno, che è necessario invertire la rotta che ci sta portando alla catastrofe climatica. In questa situazione si rispolverano soluzioni di emergenza e si torna a parlare di ingegneria climatica, ambito in cui la Cina sta sperimentando ma mantiene prudenza.

Sustanalytics – E’ guerra asiatica ai rifiuti occidentali

Il bando di Pechino all’importazione di rifiuti, ha di fatto dislocato il problema nei paesi del sud est asiatico, che però ora dicono basta “non siamo la pattumiera dell’occidente!”

Sustanalytics – Ultima chiamata per la biodiversità

Nelle stesse ore in cui gli ambientalisti cinesi ricordavano nella giornata mondiale dei delfini il baji, il mitologico delfino bianco di acqua dolce sparito dalle acque del fiume Azzurro nel 2006, un altro animale si avvicinava all’estinzione in Cina.

Sustanalytics – Sviluppo e ambiente, l’alchimia di Pechino

Il 15 marzo scorso più di 100 milioni giovani in 183 paesi manifestavano, lanciando un messaggio ai rispettivi governi sull’urgenza di contrastare il cambiamento climatico. A Hong Kong un migliaio di studenti si univano alla manifestazione, mentre la terra ferma restava in silenzio. Nessuna partecipazione degli studenti cinesi al movimento globale dei #FridaysForFuture, solo brevi note dei media di stato su quel che stava accadendo all’estero.

Sustanalitycs – La Nuova Via della Seta, una bomba ad orologeria per il pianeta?

Il cuore economico della Nuova Via della Seta è costituito dagli imponenti investimenti in infrastrutture per il trasporto, le telecomunicazioni, l’energia che si snoderanno attraverso 70 paesi in 3 continenti. Può tutto questo avvenire preservando il precario equilibrio ambientale del nostro pianeta e senza contravvenire ai limiti imposti dall’accordo di Parigi che mira a contenere l’aumento medio della temperatura globale entro i 2 °C e possibilmente nella soglia di 1,5 °C rispetto al periodo preindustriale? Molti analisti pensano di no e lanciano l’allarme.

Sustanalytics – Guida autonoma in Cina, innovazione, difficoltà e questione etica

Seppur ancora indietro quanto a sviluppo delle tecnologie adeguate rispetto ad altri paesi, la Cina aspira a mettere 30 milioni di veicoli a guida autonoma su strada entro i prossimi dieci anni. Priva delle resistenze e delle remore etiche che ne frenano l’adozione ad altre latitudini, le questioni da risolvere per la Cina sono per lo più di ordine pratico: adeguate capacità tecnologiche, sistema di segnalazione stradale uniforme e disciplina stradale di guidatori e pedoni. Per un business che promette di valere 500 miliardi di dollari entro il 2030, la corsa è ancora aperta e Pechino è in gara.

Sustanalytics – Shale gas alla prova delle comunità locali

Il colosso China National Petroleum Corp. è stato costretto a interrompere le operazioni di estrazione di shale gas, dopo che oltre mille persone hanno inscenato una protesta. E’ successo nella contea di Rong nel Sichuan, uno dei centri nevralgici per l’estrazione del gas di scisto in Cina.

Sustanalytics – L’oro dei poveri ci salverà

Lo chiamano l’oro dei poveri, è il bambù, materiale duttile ed ecologico che potrebbe rappresentare una delle risposte alla crisi ambientale cinese e un’arma diplomatica da non sottovalutare.

Sustanalytics – Cosa si nasconde dietro il concetto di ‘Civilizzazione Ecologica’?

Da tempo quello di ‘Civilizzazione ecologica’ (shengtai wenming, 生态文明) é un concetto chiave della politica cinese, fatto proprio anche dal pensiero di Xi Jinping. Fa parte di quelle idee che il governo cinese ha coniato a fasi alterne a partire dagli anni ’70 , e che hanno motivato i piani di sviluppo del paese, finendo per acquisire sostanza politica. Quale antitesi al modello di sviluppo sregolato che ha guidato l’industrializzazione della Cina, l’idea di Civilizzazione Ecologica, richiama concetti quali la frugalità, la salvaguardia dell’ambiente e l’ armonia che rimandano genericamente al concetto di sostenibilità come concepito in occidente, senza però identificarcisi completamente.

Sustanalytics – Shenzhen prima al mondo nel trasporto elettrico

In circolazione ci sono già 16.259 autobus e 19.000 taxi, tutti elettrici. Ma la metropoli del sud della Cina non è sola nella corsa all’elettrificazione. La situazione a Shanghai è simile e sono più di una trentina le città cinesi che intendono raggiungere il primato di Shenzhen entro il 2020. Non senza problemi da risolvere, però.

Sustanalytics – Cina, centrale del greenwashing del legname mondiale

Nubi di tempesta si addensano sul Forest Stewardship Council (FSC), organizzazione impegnata nel garantire la sostenibilità delle produzioni di legno e carta, attraverso un sistema di certificazione delle foreste riconosciuto a livello globale. Anello debole della catena: la Cina, maggiore importatore di legname al mondo.

Sustanalytics- La sfida cinese di Tesla

Tesla sbarca in Cina. Dopo lunghi negoziati ai più alti livelli della politica cinese e con il supporto della municipalità di Shanghai, l’azienda americana ha inaugurato la costruzione della Gigafactory 3, il suo primo stabilimento cinese e l’unico fuori dagli Stati Uniti. Tesla opererà come azienda a capitale totalmente proprio, senza bisogno di un partner locale come stabilito dalla legge cinese. Un segno di rilassamento delle regole di Pechino di cui potranno beneficiare altri in futuro. La sfida di Tesla si gioca sul piano dell’operatività e su quello del mercato dove, tra player internazionali e locali, la competizione é serrata.

Sustanalytics – Il tessile cinese va in detox

Per decenni impermeabile alle richieste di una maggiore trasparenza dei propri impatti sull’ambiente, barricata dietro a questioni di stile e marketing, da qualche anno, il settore moda ha iniziato a cavalcare l’onda della trasparenza e della sostenibilità dei propri impatti, schiacciando sull’acceleratore, anche in Cina.

Sustanalytics – La Cina a Katowice, rigidità e concessioni

Mancano una manciata di ore alla fine del Summit sul clima di Katowice e già si parla di continuare i lavori durante il week end. Non pare esserci ancora nessun draft di documento finale e la presidenza polacca non ha certo aiutato a creare un clima di urgenza. In questo contesto, forse la novità più significativa, è rappresentata dalla Cina. Dopo essersi mostrata intransigente sulla questione della Piattaforma delle ‘Comunità locali e delle Popolazioni indigene’, Pechino ha a sorpresa aperto alla possibilità di abbandonare il principio delle ‘responsabilità comuni ma differenziate’ che da sempre ispira la sua politica climatica.

I ghiacciai cinesi, “un campanello d’allarme per il mondo”

Dagli anni ’50 del secolo scorso a oggi, in Cina, oltre l’82% dei ghiacciai si è ritirato. L’allarme di Greenpeace alla vigilia del vertice di Katowice sui cambiamenti climatici

Sustanalytics – La Cina si reinventa potenza marittima

Il desiderio cinese di presentarsi agli occhi del mondo come anche una potenza marittima, passa necessariamente attraverso un’appropriata regolamentazione delle attività di pesca della propria flotta d’altura, la più grande al mondo. Le frequenti violazioni da parte dei pescherecci cinesi delle norme internazionali e convenzioni, rischiano di minare la reputazione del dragone e la rete di relazioni diplomatiche che sta faticosamente tessendo, mettendo in pericolo i fragili equilibri su cui si sostengono gli ecosistemi marini.

Sustanalytics – Singles Day, un giorno da dimenticare per l’ambiente

Greenpeace lo ha definito un disastro per il pianeta . E’ il Single Day che ,tra offerte irrinunciabili e acquisti compulsivi, si è lasciato dietro 300,000 tonnellate di rifiuti.

Sustanalytics – Una rivoluzione elettrica per l’agricoltura cinese

La Cina potrebbe avere trovato la soluzione ai problemi di sicurezza alimentare che la perseguitano. L’elettrocoltura consiste nell’utilizzare l’elettricità in campo agricolo per accelerare i tassi di crescita, aumentare la produttività e migliorare la qualità delle colture, senza l’uso di pesticidi e antiparassitari. Sembra un sogno ma è già realtà, qualcosa che si conosce da decenni ma che solo la ricerca e l’innovazione tecnologica hanno reso praticabile.

Sustanalytics – Cina e Clima, prendere o lasciare

“Vorrà la Cina mantenere ancora il ruolo di leader globale in materia di clima?”. Se lo chiede la rivista specializzata in affari asiatici “The Diplomat”, e se lo chiedono buona parte del mondo scientifico e degli esperti di sostenibilità da qualche tempo.

Sustanalytics – I costi umani e ambientali del mega ponte

La costruzione dell’imponente infrastruttura ha avuto costi umani e ambientali notevoli. In tutto 19 persone hanno perso la vita durante i lavori, in 500 sono rimasti feriti e la popolazione di delfini bianchi che popolava le acque antistanti Hong Kong appare decimata e in pericolo di estinzione così come è successo per il baiji, il delfino bianco di acqua dolce che popolava le acque del fiume Azzurro.

Sustanalytics – Il mistero dell’oro cinese

Quello dell’oro cinese è uno dei misteri meglio custoditi della terra di mezzo. Dai dati sulle riserve nazionali fino a quelli sulla produzione domestica, tutto è ammantato da un alone di vaghezza che il governo non pare molto intenzionato a dissipare. Di certo ad oggi ci sono solo i record. Partita da una produzione quasi inesistente sotto lo stretto controllo statale, la Cina è dal 2008 il maggiore produttore del metallo prezioso al mondo, avendo superato Sud Africa e Australia. Non arrivando a coprire il proprio fabbisogno, la terra di mezzo è anche il maggiore importatore di oro al mondo.

Sustanalytics – Sulla pelle degli elefanti

Gli esemplari vengono uccisi soprattutto in Birmania, ma anche in Laos, Tailandia e Malesia. I bracconieri uccidono i pachidermi con arco e freccia intrise di pesticidi, provocando la morte dell’animale in tempi rapidi ma tra atroci sofferenze. E il commercio avviene anche online, senza nessun controllo.

Blockchain e sicurezza alimentare

Le potenzialità della tecnologia blockchain sono state percepite dal governo cinese prima di molti altri. I suoi campi di applicazione attuali sono numerosi, tra questi quello dell’industria avicola, piegata dall’epidemia di influenza aviaria del 2013, e che sta cercando di recuperare credibilità e fiducia proprio grazie alla nuova tecnologia.

Il delta dello Yangtze è a corto d’acqua

Il problema è più evidente a Nord, dove è concentrato appena il 20% delle risorse idriche nazionali. Ma intorno al bacino dello Yangtze, il quarto più grande del Paese, la situazione è anche peggiore: la zona è rimasta a secco per dieci giorni di fila e chi vive ai piani alti deve usare le taniche

Pechino combatte lo smog con un nuovo piano triennale

Pechino continua la battaglia per la riduzione dell’inquinamento, soprattutto atmosferico, che secondo uno studio di The Lancet nel 2015 ha ucciso quasi due milioni di cinesi. Preso di mira in particolare il consumo di carbone. Ma anche l’import di spazzatura: Tokio mandava oltre 510mila tonnellate ogni anno, nel 2018 appena 30mila tonnellate

Cosa accadrà ora che la Cina non acquista gli scarti di plastica dell’occidente?

Per 25 anni la Cina ha raccolto circa il 45% della plastica riciclabile del mondo, di cui la maggior parte proveniente dall’occidente. Dal 2018 tuttavia, le autorità hanno impedito l’importazione di plastica dall’estero, a tutela dell’ambiente. Un nuovo studio della Scientific Advances affronta l’impatto della nuova legge cinese, affermando come entro il 2030 circa 111 milioni di tonnellate metriche di rifiuti plastici saranno dislocat

Ora anche il Giappone si lancia nella corsa all’Artico

Il Giappone è da tempo interessato alle immense risorse dell’Artico. Dove il riscaldamento climatico sta aprendo nuove, cruciali rotte commerciali. Così Tokyo ha preparato un piano per entrare nella competizione tra Cina e Russia. Puntando a far da arbitro tra i due giganti

Un video per riconoscere la schiavitù

Le stime globali sulle forme di schiavitù moderna elaborate dall’ OIL nel 2017 indicano in 40.3 milioni di persone le vittime di moderna schiavitù al mondo, pari a 5.4 vittime ogni 1000 persone con una forte incidenza di minori e donne. Oltre la Muraglia il fenomeno assume come sempre “caratteristiche cinesi”

La muraglia cinese contro i rifugiati

Secondo un sondaggio il 97% degli intervistati sarebbe contrario ad accogliere rifugiati in Cina. Oggi sono pochissimi. Pesano razzismo strisciante e l’idea che i profughi siano causati dall’occidente. Ma la chiusura è parte di una tendenza più ampia che riguarda tutti gli stranieri

In Cina e Asia – La Cina sospende l’import di carbone nordcoreano

it

Cina, la classe operaia non va in paradiso

Ventuno mesi di detenzione per Meng Han, uno degli attivisti per i diritti dei lavoratori arrestato in un giro di vite alla fine del 2015. La notizia non è nuova, risale al 3 novembre, e ha già suscitato le proteste delle maggiori organizzazioni sindacali internazionali. Ma offre l’occasione per fare il punto sulle lotte dei lavoratori in Cina, cresciute di numero negli ultimi anni.

Myanmar: militari nei villaggi rohingya, è «pulizia etnica»

Da mesi l’esercito birmano presidia lo stato di Rakhine, dove vivono i rohingya minoranza musulmana non riconosciuta del Bangladesh. La foto di un bambino morto nella fuga verso il Bangladesh ha rivelato al mondo l’entità della persecuzione. E ora la comunità internazionale chiede al premio Nobel Aung San Suu Kyi, ministro degli Esteri, di fermare le violenze.

Sustanalytics – Futuro integrato

it

Sustanalytics – In difesa dell’ambiente

it

Sustanalytics – Paese che vai, audit che trovi

it

Sustanalytics – Sharing Economy in Cina

it

Sustanalytics – Un tetto (per due) ai cambiamenti climatici

it

Sustanalytics – Big data per la sostenibilità

it

Sustanalytics – La valenza politica del consumo

it

Sustanalytics – Innovazione e management in Cina

it

Sustanalytics – Xi Jinping e Modi disertano il Climate Summit 2014

it

Sustanalytics – Pulisci il piatto!

it

Sustanalytics – Il diktat cinese e la causa animalista

it

Sustanalytics – Il rischio “bolla del carbonio”

it

Sustanalytics – Think tank con caratteristiche cinesi

it

Sustanalytics – Gas esilarante, l’euforia cinese per il gas di scisto

it