Zhang Gaoli

Tra le personalità che si sono distinte di più nelle conferenze stampa ai margini dell'Assemblea nazionale del popolo in molti segnalano Zhang Gaoli, il capo del Partito di Tianjin, città che lo scorso anno ha condiviso il record nazionale di crescita con Chongqing, il cui modello è ormai caduto in disgrazia assieme al suo fautore Bo Xilai.




Zhang Gaoli, 65 anni, capo del partito della città portuale settentrionale di Tianjin e membro del Politburo dal 2007, è considerato un alleato di Jiang Zemin, ma anche accettabile al presidente Hu, che ha visitato Tianjin tre volte dal 2008. Zhang è un sostenitore di maggiori investimenti stranieri e ha introdotto riforme finanziarie nel tentativo di trasformare la città in un centro finanziario nel nord della Cina.

Fu mandato a ripulire Tianjin, che è stata colpita da una serie di scandali di corruzione che coinvolgevano il suo predecessore e l'ex consigliere superiore del corpo legislativo della città. Il consigliere si è suicidato poco dopo l'arrivo di Zhang.

Originario della provincia sud-orientale del Fujian, Zhang ha una formazione da economista. Ha lavorato anche come capo del partito e governatore della provincia orientale dello Shandong e come vice governatore del Guangdong.

Zhang ha uno stile di lavoro di basso profilo e con i piedi per terra, e non si sa molto circa i propri interessi specifici e aspirazioni. Ma con la sua esperienza di leadership nelle città e le province economicamente più avanzate, inclusa quella di segretario del partito della città di Shenzhen, potrebbe essere nominato vice premier esecutivo. In precedenza era stato anche vicegovernatore delle regioni dello Shandong e del Guandong.

Altri articoli che riguardano Zhang Gaoli:

- Candidati a governare la Cina

- Ne rimarranno solo sette

- Tutto pronto per il Congresso




Commenti